Bancari in evidenza

Chiusura in deciso rialzo per Piazza Affari, in linea con le principali Borse europee e in scia al positivo andamento di Wall Street. Il Mibtel ha guadagnato l’1,27%, l’S&P/Mib l’1,41%, gli indici All Stars lo 0,92% e TechStar l’1,6%. Regina delle blue chip Lottomatica, che ha chiuso in rialzo del 3%. In evidenza anche i titoli bancari e assicurativi: forti Intesa Sanpaolo (più 2,2%), con 92 milioni di azioni passate di mano, e Generali (più 2,1% a 33,94 euro), con lo 0,9% del capitale scambiato. Seguono Bpvn (più 1,8%), Bpi (più 1,7%), Mediobanca (più 1,2%) e Bpm (più 1,2%) che ha toccato un massimo a quota 13,82 euro. Denaro sui titoli energetici, dopo i ribassi delle ultime sedute, sulla timida ripresa del prezzo del greggio: Enel più 2,1%, Eni più 1,8%, Saipem più 1,3%, Tenaris più 1,1%, che ha ampliato così i rialzi della vigilia su voci di un interesse di gruppi internazionali. Premiati anche Mondadori (più 1,9%) e Seat (più 1,9%). Sugli scudi Fidia (più 7,59% a 7,07 euro), su cui è proseguita la speculazione riguardo possibili operazioni straordinarie, e Trevisan (più 6,72% a 3,47), il cui cda ha approvato la fusione con Cometal, mentre Autostrade (più 1,11% a 22,82) ha frenato rispetto al rally della vigilia.