Banche, arriva la stretta sui titoli

L'ipotesi prevede un tetto del 25 per cento sull'esposizione degli istituti di credito

C'è una bomba pronta ad esplodere nel sistema bancario italiano. L'European Risk Board vorrebbe porre un tetto alla quantità di titoli di Stato detenuti dalle banche e dalle pubbliche amministrazioni. L'Ersb è presieduto da Mario Draghi e ne fanno parte anche gli altri governatori delle banche centrali europee. Per il momento vige la regola ch euna banca non può detenere un'esposizione che superi il 25 per cento del proprio patrimonio nei confronti di una singola controparte. La norma di fatto garantisce alle banche di non legarsi in modo consistente ad una sola parte che potrebbe condurla all'insolvenza.

Ora l'Ersb ha deciso di dare una stretta estendendo anche il tetto alle esposizioni anche verso gli Stati sovrani. Le consegunze di una scelta di questo genere potrebbero essere abbastanza pesanti. Le banche di fatto avrebbero un freno nell'anticipare i crediti verso la pubblica amministrazione detenuti dalle aziende. La cessione forzosa di una parte dello stock di titoli avrebbe effetti sulla gestione del debito ma anche su tutti i risparmiatori toccando anche l'economia reale.