Banche, il salvataggio pesa su pressione fiscale

La pressione fiscale del 2015 al 43,5%, in calo di 0,1 punti su base annua ma in rialzo di 0,2 punti sulla stima precedente

La pressione fiscale del 2015 al 43,5%, in calo di 0,1 punti su base annua ma in rialzo di 0,2 punti sulla stima precedente. Lo rileva l’Istat. La correzione, spiega, è dovuta alle "risorse affluite dal sistema bancario italiano al Fondo Nazionale di Risoluzione (2,3mld)" nell’ambito del Salva-banche, registrate come "imposte indirette", mentre "i fondi trasferiti dal Fondo stesso per coprire le perdite delle banche commissariate (circa 1,7 mld) sono stati contabilizzati all’interno delle uscite in conto capitale".

Nel complesso del 2015, precisa l'istituto statistico, le uscite totali sono aumentate dello 0,1% rispetto all'anno precedente e il corrispondente rapporto rispetto al Pil è stato pari a 50,5% (51,2% nel 2014). Le entrate totali sono aumentate dell'1,0%, con un'incidenza sul Pil del 47,9% (-0,3 punti percentuali rispetto al 2014.

Commenti

linoalo1

Lun, 04/04/2016 - 11:11

Parole,parole,parole e numeri,numeri,numeri!!!Noi,però,non mangiamo percentuali,perchè non ci saziano!!!!Vorremmo,al loro posto,dei Soldi Veri con cui poter vivere degnsmente!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 04/04/2016 - 12:43

Caro linoalo1 fintanto che in Italia ci saranno degli stupidi che si lasciano incantare dalle chiacchiere ed eleggono per gli scassinatori di banca... questi sono i risultati.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 04/04/2016 - 13:24

ma credete ancora alle banche? Abbandonatele , non pagate con le carte di credito non vi fate abbindolare dai facili ricavi da assurdi investimenti, pagate in contanti, non domiciliate le bollette...vedrete che in questo modo le banche tornerebbero a fare le banche e non si creerebbe la dittatura di questo momento e che subiamo come dei cxxxxxi. Lo capite che le banche stanno creando un sistema totale delle persone ?

Una-mattina-mi-...

Lun, 04/04/2016 - 13:32

CHISSA' PERCHE' i cittadini, dopo aver visto sfumare i risparmi dagli azzardi di inetti, devono perfino contribuire a sostenere gli esiti delle lro malefatte.

geronimo1

Lun, 04/04/2016 - 16:36

Ma e' logico!!! Banche politicizzate, con vertici "padri mariti, fratelli" di premier e ministri......alla faccia di ogni piu' spinto nepotismo...!!!!! E' chiaro che questi "assumifici" pieni di parenti, raccomandati ed incapaci crollano come castelli carte!!!!! Come e' altrettanto chiaro che visti i tipetti che ci lavorano e che le comandano sara' sempre necessario salvarle a qualunque costo!!!!!!!

marygio

Mar, 05/04/2016 - 14:35

la situazione deve essere fuori controllo se la consob non vieta lo short. forse doveva intervenire anche col bco popolare a 17€. 17!!!!!.... ma dico se non son truffe queste.......