Banche, Ue dà il via libera allo scudo da 150 miliardi

La Commissione europea ha autorizzato l'introduzione da parte dell'Italia di uno schema di garanzia di sei mesi per fornire liquidità alle banche solvibili in caso di necessità

La Commissione europea ha autorizzato l'introduzione da parte dell'Italia di uno schema di garanzia di sei mesi per fornire liquidità alle banche solvibili in caso di necessità. Lo ha reso noto una portavoce dell'esecutivo europeo. L'Italia ha chiesto un'attivazione precauzionale dello schema, sebbene la Commissione Ue abbia detto che "non ci sono aspettative perché si manifesti la necessità di utilizzare questo schema".

La misura sarà valida fino alla fine dell'anno. La Commissione, spiega un portavoce dell'esecutivo Ue, trova che lo schema sia "in linea" con le linee guida sugli aiuti di Stato alle banche durante le crisi; schemi simili sono attualmente in vigore in diversi Stati membri. L'Italia "ha chiesto alla Commissione di autorizzare la fornitura di sostegno alla liquidità, che può essere dato alle banche in caso di bisogno. L'Italia ha notificato questa misura per ragioni precauzionali. Non c'è alcuna aspettativa che il bisogno di utilizzare questo schema debba sorgere". "Durante l'applicazione delle regole per gli aiuti di Stato alle banche in caso di crisi straordinaria, la Commissione autorizza uno schema di garanzia sulle passività delle bancheper un periodo di sei mesi, per poter monitorare gli sviluppi e adattare le condizioni. Come questa decisione e altre decisioni precedenti dimostrano, ci sono diverse soluzioni che possono essere messe in campo in pieno accordo con le regole Ue per contrastare le turbolenze sui mercati", conclude il portavoce, che non commenta circa l'entità dello schema di garanzie autorizzato.

Il fondo complessivo di questa garanzia potrebbe estendersi fino a un valore di 150 miliardi di euro, come anticipato dal Wall Street Journal e confermato da fonti governative.

Commenti
Ritratto di Operator

Operator

Gio, 30/06/2016 - 23:13

Fornire liquidita' alle banche: per farne cosa? Non certo per fare impieghi , ci sono gia' i fondi della BCE;servono allora a far fronte ad eventuali prelievi straordinari da parte dei depositanti? Gran brutto scenario.....

liberal_123

Ven, 01/07/2016 - 00:19

Avete scordato di scrivere "come aveva detto ieri renzi".

Ritratto di Sauro Giuliani

Sauro Giuliani

Ven, 01/07/2016 - 00:24

Le banche e l'europa e' come le ZANZARE...Fa bene entrarci perche' dopo e' bello uscire... Mi spiego meglio...le Zanzare mi piace quando mi pizzicano perche dopo... me da gusto quando mi gratto...so forte ... chi e' piu' forte di me...io ...messaggio da ...il GRILLINO PENSANTE

mifra77

Ven, 01/07/2016 - 05:32

Altri centocinquanta miliardi che vanno a quelle banche che sanno solo fingere di fallire e incamerano e distribuiscono soldi che regolarmente spariscono. Renzi da buon prestigiatore ci sta portando alla fame dandoci regolarmente notizia che tutto va per il meglio.

beale

Ven, 01/07/2016 - 07:13

invece dello scudo è sufficiente riportare in bonis i crediti "deteriorati" allungandone la scadenza, i mutui si possono modificare in contratti di comodato d'uso oneroso a 90 anni trasferendo la proprietà degli immobili alle banche. si rafforzerebbe il bilancio delle banche con adeguata remunerazione del capitale.a meno che le intenzioni della UE siano tutt'altre.