Bankitalia conferma Saccomanni «dg»Guiderà anche il nuovo Ivarp

Fabrizio Saccomanni (nella foto) è stato confermato direttore generale della Banca d'Italia. Lo ha deciso ieri il consiglio superiore di via Nazionale. La decisione, sottolinea una nota, è stata presa «in considerazione del significativo contributo fornito con professionalità ed impegno nello svolgimento dei suoi compiti all'interno del Direttorio». Inoltre, tenuto conto poi del fatto che il decreto legge del 6 luglio scorso sulla spending review introduce l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni e sul risparmio previdenziale (Ivarp) in sostituzione di Isvap e Covip e ne attribuisce la presidenza al Direttore Generale della Banca d'Italia, il comunicato ufficiale di Palazzo Koch chiarisce che «il Consiglio ha ritenuto che le doti e il prezioso apporto fornito da Saccomanni nella conduzione della Banca si rivelerebbero di fondamentale importanza nella fase di avvio e nella gestione del nuovo organismo». L'Ivarp di Saccomanni avrà un consiglio e un direttorio. Il primo sarà composto dal presidente e da due consiglieri, che resteranno in carica sei anni, con possibilità di secondo mandato e saranno nominati su proposta del Governatore. Il direttorio invece si occuperà dell'attività di indirizzo e direzione strategica.