Bankitalia: "Debito pubblico da record"

Il debito pubblico italiano sale per il terzo consecutivo segnando un nuovo record a marzo a 1.646 miliardi di
euro, dai 1.623 di febbraio. La crescita dello stock, invece, è stata di circa 23 miliardi di euro. Crescono del 7,3% le entrate tributarie

Roma - Tocca un valore record il debito pubblico italiano. A marzo, secondo i dati del Supplemento di finanza pubblica al Bollettino statistico di Bankitalia, il debito delle amministrazioni pubbliche si è attestato a 1.647.727 milioni di euro, superando il precedente massimo toccato a ottobre 2007 di 1.629.185 milioni e in aumento rispetto al 1.623.750 milioni di febbraio. A marzo 2007 l’indebitamento era pari a 1.605.989 milioni.

Il debito sale Il debito pubblico italiano sale ancora e segna un nuovo record a marzo a 1.646,7 miliardi di euro, dai 1.623,7 di febbraio. Il debito sale così per il terzo mese consecutivo, portandosi a 1.646.727 milioni di euro dai 1.623.750 milioni di febbraio. Si tratta, in ogni caso, di una crescita in valore assoluto, mentre ai fini del patto di stabilità europeo è il rapporto percentuale del debito rispetto al pil ad avere valore. La crescita dello stock di debito, a marzo rispetto a febbraio, è stata di circa 23 miliardi di euro, mentre rispetto a marzo 2007 l’aumento è stato di oltre 40 miliardi.

Crescono le entrate tributarie Le entrate tributarie nei primi quattro mesi del 2008 sono ammontate a 111.394 milioni di euro, in crescita del 7,3% rispetto ai 103.815 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Ad aprile, ultimo mese analizzato, le entrate sono state pari a 25.759 milioni di euro (25.005 nell’aprile del 2007).