La Bce: "Preoccupa deviazione dal patto di stabilità"

La Bce nel suo consueto report mensile parla anche della situazione italiana che deve fare i conti con la sfida lanciata all'Europa sul patto di stabilità

La Bce nel suo consueto report mensile parla anche della situazione italiana che deve fare i conti con la sfida lanciata all'Europa sul patto di stabilità. "È necessario proseguire gli sforzi di risanamento delle finanze pubbliche nel pieno rispetto del Patto di Stabilità e Crescita ed è particolarmente preoccupante la circostanza che la più ampia deviazione rispetto agli impegni assunti si riscontri in Italia, un paese in cui il rapporto tra debito pubblico e Pil è notevolmente elevato", si legge nel report.

Poi lo stesso report mensile di Francoforte fa un'analisi più approfondita sulla manovra italiana che proprio tra domani e dopodomani dovrebbe essere approvata definitivamente a Montecitorio: "E' particolarmente preoccupante la circostanza che la più ampia deviazione rispetto agli impegni assunti" rispetto al Patto di stabilità e crescita "si riscontri in Italia, un paese in cui il rapporto tra debito pubblico e Pil è notevolmente elevato". Secondo la Bce, comunque, il calo del rapporto tra debito e Pil per l'aggregato dell'area dell'euro dovrebbe proseguire. Secondo le proiezioni macroeconomiche formulate dagli esperti dell'Eurosistema a dicembre, il rapporto tra debito aggregato delle amministrazioni pubbliche e Pil per l'area dell'euro dovrebbe scendere dall'86,8% del 20176 al 79,0% nel 2021.

Commenti

rudyger

Gio, 27/12/2018 - 11:10

Finito uno ne attacca un altro ! Prima Moscovici, ora la BCE, domani chi altro ? sotto a chi tocca.

Ritratto di filatelico

filatelico

Gio, 27/12/2018 - 11:24

L'euro è FALLITO. Basta UE BCE Kulonen!!!

DRAGONI

Gio, 27/12/2018 - 11:34

MA QUALE SFIDA!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 27/12/2018 - 11:41

Alla BCE ci sono dei geni! Hanno capito solo adesso che noi del "patto di stabilità" CE NE FREGHIAMO, del rapporto debito/PIL CE NE STRAFREGHIAMO, e lo spread ce lo mangiamo a colazione! La BCE paventa la "legge dei mercati" che metterebbe in crisi la nostra economia e le nostre finanze pubbliche e private. La "legge dei mercati" non ci spaventa, è una legge come tutte le altre e valeva prima del CAMBIAMENTO e la cambiamo come vogliamo magari con un voto di fiducia (noi di fiducia nel CAMBIAMENTO ne abbiamo a tonnellate). Ci viole altro per spaventare Salvini e Di Maio!

nerinaneri

Gio, 27/12/2018 - 11:48

...più passa il tempo, meno anziani ci sono...a maggio, ce ne saranno ancora meno...

Guido123

Gio, 27/12/2018 - 12:11

"... pieno rispetto del Patto di Stabilità e Crescita..." Io li prenderei a cannonate, con l'austerity che loro chiamano "patto di stabilità" NON ESISTE CRESCITA! Fanno i sapientoni e non lo hanno capito? Oppure lo sanno benissimo ed è questo che vogliono, ci vogliono tutti alla fame. Quelli di banca d'Italia potremmo metterli in un campo profughi a pane ed acqua!!

agosvac

Gio, 27/12/2018 - 12:31

Sarà anche che si tratta di linguaggi "tecnici" ma, a mio parere, "stabilità" e "crescita" sono una contraddizione in termini. Forse Draghi a Francoforte ha dimenticato l'italiano.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 27/12/2018 - 13:25

Un pugno in faccia ai signori della BCE e agli stranieri. Oggi l'asta dei BoT ha fatto registrare un forte aumento dei tassi e, nonostante questo, il Tesoro ha faticato a collocare i titoli in scadenza, ma ha trovato dei fessi che li hanno comperati. Io spero abbiano rifilato il pacco agli stranieri e a Soros e che nessun risparmiatore italiano o Banca italiana si sia fatta fregare. Perché il CAMBIAMENTO recita che noi dei debiti CE NE FREGHIAMO tanto non li pagheremo. Salvini e Di Maio sono saggi e astuti, seguono il vecchio detto "avere debiti e non pagarli è come non averli". I fessi sono gli altri, non noi!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 27/12/2018 - 13:31

Invece la francia che sfora il 3% non da preoccupazioni? Fermate questi banditi. Le loro politiche di austerita sono le fondamenta del fallimento della naxiine.

Luigi Farinelli

Gio, 27/12/2018 - 13:35

A questi cialtroni, farabutti, falsi e ipocriti interessa la deviazione dell' Italia dello 0,.. dai demenziali limiti imposti senza alcun calcolo razionale. Non una parola sui debiti privati (banche, cittadini, imprese) dei maestrini del nord, nè sullo sprofondo rosso della Francia, nè sul pericolo Deutsche Bank poggiante su titoli tossici per trilioni di euro: vere mine vaganti per l'Europa ma nascoste dai cialtroni di cui sopra. Che possano sprofondare assieme alla loro immonda Torre di Babele, nuovi e vecchi farabutti: Sarkozy e Macron a Merkel e i maestrini del nord, Jean-Claude Trichet e Draghi, Napolitano, Monti, Junckers e Moscowc, fino all'orrenda Christine Lagarde. Aiuterò a spargere sale sulle rovine! Forse così si riuscirà poi a costruire la vera Europa come unione dei suoi popoli sovrani e non come calderone internazionalista, massonico, laicista.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Gio, 27/12/2018 - 14:52

"Preoccupa deviazione dal patto di stabilità" la gente invece si preoccupa per il lavolo, la scuola, gli ospedali, le strade ......

killkoms

Gio, 27/12/2018 - 15:16

vorrebbero sempre degli utili i()i!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 27/12/2018 - 15:39

Non resta che sperare in un consolidamento dell'attuale nostro esecutivo. A mia memoria, non ricordo NESSUN GOVERNO ITALIANO CHE ABBIA OSATO TAGLIARE I VIVERI ALL'ONU. Se son rose, fioriranno...

Mauro23

Ven, 28/12/2018 - 10:00

May 2019 you write in your voting paper none Europe no one Eur for the sovereignism