Bezos va in rosso ma assume ancora

I conti in rosso non hanno mai spaventato Jeff Bezos, patron di Amazon, una delle società più «antiche» della new economy. E dunque non sorprende che, anche se nel secondo trimestre il portale di e-commerce ha chiuso, a sorpresa, in perdita per 7 milioni di dollari, Bezos abbia deciso di investire assumendo 5mila nuovi dipendenti per i suoi magazzini al fine di fornire un servizio spedizione e consegna più rapido ai clienti. La società, che in Italia ha già aperto parecchi punti di consegna, ha anche in mente di avviare, negli Usa, altri cinque nuovi magazzini. La crescita è stata favorita dall'aumento del numero dei cosiddetti Prime Members che hanno la possibilità, dietro a un pagamento di 79 dollari all'anno, di avere consegne gratis e garantite in due giorni per tutti gli acquisti effettuati sul sito Amazon.

Commenti

cgf

Mar, 30/07/2013 - 08:59

So per certo che tante aziende vorrebbero comprare, ma la sede in Lussemburgo per Amazon Europa è un freno, non solo l'Intra ma vi è pure l'obbligo della BlackList, troppa burocrazia non rende conveniente gli acquisti.

lucafoto

Mar, 30/07/2013 - 13:40

Quello della foto non è Bezos, ma Slim