Bollette luce e gas, così cambiano dal 1° settembre

Bollette dell’elettricità e del gas più semplici e intuitive entro pochi mesi grazie alla "bolletta 2.0"

Bollette luce e gas, cambia tutto. La decisione arriva dall'Autorità per l’energia che ha come obiettivo quello aumentare la trasparenza facilitando gli utenti nel confronto tra gestori diversi. Le associazioni dei consumatori, però temono un aumento delle bollette domestiche pari a circa il 20%. Tutto in conseguenza dell’abolizione del mercato tutelato senza prima stabilire regole e dare informazioni chiare agli utenti.

In ogni caso per le “nuove bollette” ai gestori verrà dato, a partire da settembre, un anno di tempo per andare definitivamente a regime con le nuove informazioni. Il punto di forza della nuova bolletta sarà la facilità di consultazione: le regole per presentare l’importo dovuto e le singole voci, infatti, saranno le stesse per tutte le aziende venditrici.

Altro aspetto fondamentale è che la tariffa elettrica non aumenterà più progressivamente in base ai consumi. Le nuove bollette saranno diverse come concetto: meno cifre e più grafici a colori: consultabilità immediata. Un grafico mostrerà in modo chiaro in che percentuali le singole voci di spesa contribuiscono al totale.

Bolletta elettrica. Le voci che compongono il totale saranno: spesa per l’energia (l’attuale «Servizi di vendita»), Iva, imposte, spesa per il trasporto dell’energia e la gestione del contatore (quella che oggi si chiama “Servizi di rete”), oneri di sistema (saranno divisi dai servizi di rete). Negli oneri di sistema ci sono per esempio gli incentivi per le fonti rinnovabili e la dismissione delle vecchie centrali nucleari. Altra novità sostanziale sarà che la bolletta ci indicherà chiaramente il costo unitario, ovvero quanto paghiamo un kWh (elettricità) e un metro cubo standard (gas).

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 09/03/2015 - 16:30

Infiocchettano il prossimo aumento.Ah,è cambiata la musica:l'andamento dei prezzi a monte ha fatto aumentare i costi a valle.Seguono tabulati da dottorato in economia.

flip

Lun, 09/03/2015 - 16:36

se non è zuppa è pan bagnato. cambia la grafica e credo, così come esposto nell' articolo, che si confondano di più le idee dell' utente. (mancavano i grafici!). sono poi riusciti a scoprire, finalmente, quanto costa l' elettricità od il gas al kWh o al mc. l' ho sempre fatto, anche per l' acqua. Speriamo bene.

onurb

Lun, 09/03/2015 - 17:02

Stanno preparando l'ennesimo giochetto delle tre carte per aumentare i prezzi. Ti raccomando poi l'autority. Sono trascorsi 4 anni da quando ho denunciato, provandolo con documenti, i giochini che vengono fatti quando si transita da un gestore all'altro. Risultato: nessuno.

isolafelice

Lun, 09/03/2015 - 17:03

Senza la maggior tutela, (era l'autorità delle'energia che ogni tre mesi decideva le tariffe) saranno tutti un po' più liberi di imbrogliarci alla grande. Ricordate quando decisero le liberalizzazioni delle tariffe RC Auto? "La maggior concorrenza farà calare i prezzi!!" Questo ci dicevano! E si è visto poi.

obiettore

Lun, 09/03/2015 - 17:22

Non capiremo avanti un tubo. Ma ci costerà di più, immagino.

corto lirazza

Lun, 09/03/2015 - 17:37

infatti sarà facilissimo capire che sono aumentate!

gianrico45

Lun, 09/03/2015 - 18:59

Dai su, faranno come con il regime fiscale aumenteranno i costi per i bassi consumi per sgravare i costi di quelli alti.La solita i........ per il popolo.

Luis53

Lun, 09/03/2015 - 20:15

Piú semplici e intuitive non lo sappiamo, piú care sicuramente si. Stiamo sereni

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 09/03/2015 - 20:50

Tanta moina per non chiamarlo per quello he è:un'aumento.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 09/03/2015 - 21:44

Ho cercato di capire quanto pago, l'unica cosa chiara è che dividendo l'importo totale per i consumi il costo unitario per un motivo o per l'altro continua ad aumentare. non parliamo poi dei bonus per avere dieci euro devi spendere una fortuna...conclusione: ladri!

gisto

Lun, 09/03/2015 - 23:21

Bollette inique.La voce di spesa incentivi per le rinnovabili (vedi fotovoltaico),ovvero sconti al 30%) li pagano tutti mentre chi ne può usufruire sono solo chi ha la casa (tetto) in proprio.Chi vive in un condominio non potrà mai usufruire del fotovoltaico.