La Borsa e il senno di poi: così tutto è comprensibile

Con il senno di poi è tutto comprensibile. Anche in Borsa.

Se vi ricordate nel mese di ottobre 2018 quando la Borsa ha iniziato a scricchiolare molti si chiedevano se mai fosse possibile che si interrompesse il trend positivo dell’economia.

Solo DOPO che sono arrivati i dati relativi al rallentamento della crescita ecco che tutti abbiamo capito il perché la borsa era sprofondata del 35%.

Ora sta succedendo esattamente la stessa cosa ma al rialzo: siccome i giornaloni parlano della fine dell’espansione il quisquis de populo si chiede perché la Borsa sia sui massimi degli ultimi mesi.

Questo avviene per 2 ragioni:

la prima è che i mercati hanno scontato già il rallentamento della crescita e molte aziende quotano a prezzi interessantissimi.

La seconda è che la Borsa DEVE anticipare il recupero dell’espansione altrimenti rinuncerebbe al suo ruolo fondamentale di faro dell’economia.

Quindi tra 6 mesi capiremo perché ora i prezzi sgambettano al rialzo.

A livello tecnico assistiamo sul Ftse All Share alla rottura in laterale della trendline ribassista, ad un Money Flow neutro (segnale positivo, può ancora correre) e a un MC Clellan rialzi / ribassi bene intonato.

Di seguito la lista della spesa della settimana che parte dal 17 febbraio ed è valida fino a domenica febbraio 24:

TINEXTA: quando le congestioni sono così strette sono gustosissime e tanto più il titolo si è apprezzato finora quanto più ci darà delle soddisfazioni domani (logica trend following)

ELICA: Elica è a capo di un Gruppo che opera a livello internazionale nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di cappe da cucina ad uso domestico nonché nella progettazione, produzione e commercializzazione di motori elettrici e gruppi motore per caldaie da riscaldamento ad uso domestico, cappe da cucina ed elettrodomestici. Secondo gli analisti finanziari ha un uipside di circa il 35% dai prezzi attuali. Elica ha comunicato i risultati preliminari del 2018, esercizio chiuso con ricavi per 472,39 milioni di euro, in flessione dell'1,4% rispetto ai 479,31 milioni realizzati nell'esercizio precedente; a cambi costanti e a parità di perimetro di gruppo il fatturato sarabbe aumentato del 2,2%. Il margine operativo lordo è sceso del 3,8% a 33,22 milioni di euro, rispetto ai 34,52 milioni del 2017; al contrario, il margine operativo lordo normalizzato è cresciuto a 39,97 milioni di euro, dai 36,84 milioni del 2017 (+8,5%). Il risultato netto (escluse le quote di terzi) è stato positivo per 2,18 milioni di euro, risultato che si confronta con i 166mila euro contabilizzati nell'esercizio precedente. Il risultato netto normalizzato è stato pari a 7,32 milioni di euro. L'utile per azione è salito 0,0352 euro. Nel solo quarto trimestre, il fatturato di Elica è sceso del 3,5% a 117,33 milioni di euro, mentre il risultato finale è stato positivo per 14mila euro. A fine 2018 l'indebitamento netto di Elica era sceso a 56,28 milioni di euro, dai 69,32 milioni di inizio anno, grazie alla cessione del 33% della divisione indiana e alla generazione di cassa operativa (39,5 milioni nel 2018) che ha compensato gli investimenti a supporto dello sviluppo. La faccia sotto il profilo fondamentale è del turnaround ... e il grafico conferma.

IT WAY: Fondata a Ravenna il 4 luglio 1996, quotata in Borsa Italiana dal 4 luglio 2001 (segmento AllStar), Itway SpA è oggi a capo di un Gruppo che opera nel settore dell'Information Technology attraverso la progettazione, produzione e distribuzione di soluzioni di e-business. A livello fondamentale fino al 2017 mostra una redditività sicuramente non stabile. Molti analisti la considerano ora sottovalutata. La congestione che presenta ora è ghiotta anche se è un boccone per trader esperti.

INTERPUMP: Vecchia gloria di questo giornale ... sta rompendo il massimo degli ultimi anni e ha un bilancio che esprime una valutazione fondamentale in riga on la quotazione di mercato.

SERVIZI ITALIA: ha rotto un triangolo simmetrico su un minimo che sembra storico. Ha secondo gli analisti fondamentali un upside del 50%. questo è l ‘esempio di cosa succede quando un titolo rompe il massimo del collocamento. Speriamo faccia lo stesso Restart. Una cosa però: nel caso di Tinexta se rompe il massimo storico ritorna a correre.

INWIT: secondo gli analisti fondamentali è prezzata correttamente dal mercato. Tecnicamente si sta portando sui massimi storici e questo è tutto un altro messaggio...

Commenti

sparviero51

Dom, 17/02/2019 - 17:03

FREGNACCE ,ALLA LARGA DA QUESTI CAZZARI !!!

VittorioMar

Dom, 17/02/2019 - 17:06

...non ditele e non datele queste notizie altrimenti dall'UE partono i lamenti strazianti delle prefiche( detti commissari!) e dobbiamo ascoltare le LITANIE sino a Maggio p.v. !!

agosvac

Dom, 17/02/2019 - 17:30

La borsa con l'economia reale ha poco a che vedere. La borsa è il regno della finanza. Sale e scende secondo le direttive dell'alta finanza. Sono loro che la manovrano: quando vogliono vendono e la borsa scende, quando è scesa abbastanza comprano e la borsa risale. Nel frattempo le aziende sane continuano a produrre quelle poco sane vanno in difficoltà.