Borse, Milano in rialzo e spread in calo all'indomani delle Europee

Piazza Affari risponde ai risultati elettorali. Guadagni più contenuti sulle piazza europee

All'indomani del voto per il rinnovo del Parlamento europeo, la Borsa di Milano ha aperto la giornata in rialzo netto, diventando in poche ore la migliore piazza d'Europa e mantendosi in positivo per tutta la giornata. In chiusura ha fatto segnare un 3,61%.

A spingere in alto Piazza affari soprattutto i risultati nel comparto bancario e delle Tlc, con Bper maglia rosa (+9,2%), seguita da Bpm (+7,15%). Per quest’ultima, a ridosso della chiusura, Athena Capital di Raffaele Mincione ha comunicato che con l’aumento di capitale ha ridotto la quota dal 7% al 5,7% circa ed ha escluso altri investimenti senza una svolta nella governance. Bene poi, tra i bancari Ubi (+6,83%), banco Popolare (+6,08%). Forti acquisti anche su Telecom (+6,45%) con il mercato che guarda alla finestra di giugno che consente ai soci del patto Telco di poter uscire dal capitale. 

In rialzo, ma con meno evidenza, anche le altre piazze europee. Parigi ha chiuso allo 0,75%, Francoforte all'1,28%, Madrid all'1,22%, Amsterdam allo 0,43%, Lisbona all'1,02% e Bruxelles allo 0,5%.

Lo spread tra Btp e Bund si è confermato in calo, chiudendo a 156 punti base.