Banche, Draghi apre al salvataggio pubblico

Il consiglio direttivo della Bce si è riunito per la prima volta dopo il voto sulla Brexit: i tassi di interesse restano ai minimi storici

Il consiglio direttivo della Bce, che si è riunito per la prima volta dopo il voto sulla Brexit, ha deciso di mantenere invariati i tassi di interesse. Il tasso chiave rimane dunque a zero, mentre il tasso sui depositi resta allo -0,40% e quello di rifinanziamento marginale allo 0,25%.

Il consiglio direttivo continua ad attendersi che i tassi di riferimento "si mantengano su un livello pari o inferiore a quello attuale per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l'orizzonte degli acquisti netti di attività", spiegano dalla Banca centrale europea, sottolineando che quanto alle misure non convenzionali di politica monetaria, il consiglio conferma l'intenzione di condurre gli acquisti mensili di attività per 80 miliardi di euro sino alla fine di marzo 2017, o anche oltre se necessario, e in ogni caso "finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell'evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione".

"È ancora troppo presto per valutare la necessità di nuove misure, per cui considereremo la situazione a settembre", ha detto Mario Draghi precisando che su eventueli modifiche del programma di acquisto degli asset "non c’è stata nessuna reale discussione sui dettagli di questi cambiamenti". Per il presidente della Bce, inoltre, le banche europee "stanno meglio, se non molto meglio rispetto al 2009" grazie anche alle "serie misure" adottate negli ultimi quattro anni. Ma resta un problema "di redditività" da risolvere.

In particolare sulle banche, Draghi apre all'intervento pubblico, da non escludere "in condizioni straordinarie". Una soluzione che però va basata su "tre pilastri", ovvero "un meccanismo di supervisione complessivo, un mercato delle sofferenze efficace e l'attuazione di tutte le norme necessarie perchè questo mercato funzioni".

Commenti

marygio

Gio, 21/07/2016 - 14:55

un disco rotto. un pappagallo che ripete all'infinito le stese cose

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 21/07/2016 - 15:24

Con tassi uguali a ZERO cosa vuoi variare? Evidente che in questo contesto generale un aumento dei tassi è improponibile.

linoalo1

Gio, 21/07/2016 - 16:11

Ma Draghi,quando finirà di scaldare la Poltrona???Nel suo caso,non esiste un Fine Mandato????O,forse,è benvoluto e sottoposto a chi comanda l'E.U. e,quindi,irremovibile????

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 21/07/2016 - 16:23

CEEEEERTOOOO che vuole coprire MPS....ah dimenticavo, verranno usati soldi publici ossia nostri...quindi cornuti e mazziati.

HappyFuture

Gio, 21/07/2016 - 16:25

SONO COSE CHE NON SI CREDONO: Le banche hanno un problema "di redditività" da risolvere. Ma perché l'idraulico, il meccanico il piccolo capomastro e il pizzaiuolo non possono portare il "loro" problema di "redditività" a Mario Draghi? E chi glielo risolve il problema di redditività alla PMI? Coi licenziamenti? Mentre il governo deve andare in aiuto delle banche? Qui la logica è affondata coi clandestini! Poveri noi!

giovanni PERINCIOLO

Gio, 21/07/2016 - 17:42

Che si salvi MPS non mi turba affatto, cio' che mi turba é che come al solito, trattandosi di trinariciuti, nessuno sarà chiamato a rispondere delle malefatte e a pagare sarà solo e sempre pantalone e guzzetti continuerà a pontificare e lodare la "sua" fondazione!

Ritratto di host8965

host8965

Gio, 21/07/2016 - 17:45

Eh quel komunista di Draghi che vuole salvare mps......