Brexit, Federalimentare: "L'export italiano in Regno Unito continuerà a crescere"

Il numero uno della Federazione Italiana dell'Industria Alimentare ha aggiunto: “Nessuno sottovaluta le possibili ripercussioni economiche negative"

La Brexit è il risultato di una Europa debole e tentennante che invece di procedere decisa verso un obiettivo di sempre più stretta integrazione politica e sociale ha fatto un passo avanti e due indietro nella speranza di non scontentare nessuno”. Sono dure le parole di Luigi Scordamaglia, presidente di Federalimentare, dopo il referendum che ha decretato la volontà del Regno Unito di usciredall’Unione Europea.

L'armonizzazione della regolamentazione del settore agroalimentare è stata alla base della nascita di un mercato unico, ma nell'ultimo periodo anche questa è andata progressivamente sfaldandosi con norme nazionali e deroghe su deroghe per una Commissione incapace di decidere” ha continuato il presidente.

Il numero uno della Federazione Italiana dell'Industria Alimentare ha aggiunto, riguarda alla Brexit: “Nessuno sottovaluta le possibili ripercussioni economiche negative, ma speriamo in un moto d'orgoglio che consenta di completare una vera Europa a cominciare da regole uniche a garanzia di tutti i cittadini”.

E prosegue Scordamaglia: “Nonostante questo clima di incertezza l'export agroalimentare italiano verso il Regno Unito continuerà a crescere e anche la politica agricola europea non potrà che rafforzarsi con l’uscita di un Paese che spesso si è opposto ad un miglioramento degli standard dei prodotti verso i livelli elevati su cui ha sempre puntato l'Italia”.

"Gli inglesi non dovrebbero dimenticare di essere importatori netti di commodities agricole, ne importano per un valore di oltre 17 miliardi all'anno - conclude il presidente di Federalimentare - con un vero e proprio deficit strutturale che si aggraverà a causa di una sterlina destinata ad arrivare ai minimi storici”.

Commenti

Libertà75

Ven, 24/06/2016 - 17:09

Se la sterlina sale, e l'euro scende, per forza di cose l'export italiano aumenterà

cgf

Sab, 25/06/2016 - 11:05

@Libertà75 sta avvenendo il contrario, la sterlina sta perdendo terreno nei confronti dell'euro, ma quello che sarà il futuro è che ora la GB potrà pescare tutto il pesce che vuole, produrre quante verdura/frutta come E DELLA MISURA che vuole, avere tutte le mucche che vorrà.... buona sia la carne che il latte/burro inglese al contrario di quelli tedesca, etc etc.

Libertà75

Lun, 27/06/2016 - 11:43

@cgf, quello che sta avvenendo ora non è quello che sicuramente sarà fra 2 o 3 mesi. Tra il resto, non si può estrarre tutto il pesce o produrre tutta la frutta o allevare tutti gli animali che si vogliono... Rileggere mai? Uno spazio ambientale ha comunque uno sfruttamento limitato, quello che immagina lei porterebbe a desertificazione, depauperazione o inquinamento incontrollato.