Brilla Mediolanum

Fine settimana in gran spolvero a Piazza Affari, con gli indici che guadagnano tra lo 0,5 e l’1%, con scambi che si sono un poco ridimensionati a 4,2 miliardi, dopo i massimi dei giorni scorsi. Alcuni indici settoriali hanno di nuovo raggiunto picchi, e tra questi il comparto dei bancari, ancora ieri in tensione. A spingere al rialzo il livello dei prezzi, la performance di Capitalia (più 2,25%), alla pubblicazione dei risultati del bilancio 2005. Tra le «popolari» è ripartita Bpu (più 3,8%), nelle banche del risparmio gestito brilla ancora Mediolanum (più 2,7%), ma Mediobanca cresce dell’1,2%, con scambi in aumento. Tra le blue chip la Fiat si è rimessa a correre, superando agevolmente quota 9 euro. Nel comparto energetico, l’interesse è proseguito sulle utilities, con la sola eccezione della milanese Aem: in corsa invece la Acsm Como (più 7,6%), indicata come futura preda della consorella ambrosiana. Giornata positiva per le imprese di costruzioni, dove brillano Astaldi (più 5,2%), Impregilo (più 2,2%), mentre guadagni inferiori per Vianini e Caltagirone. Tra i minori El.En cresce del 4% dopo lo scioglimento del patto di sindacato.