Brillano Intesa, Poste e Unicredit Ok Mediolanum. In rosso Allianz

È composto da ben 12 nomi l'elenco delle società di gestione capaci nel mese di luglio di registrare una raccolta netta mensile superiore ai 200 milioni di euro. Sul podio Intesa (1,6 miliardi), Poste (679 milioni) e Pioneer - Unicredit (673 milioni). Seguono Generali (534 milioni), JpMorgan (471 milioni), Banco (386 milioni) e Bnp Paribas (305 milioni). Sopra quota 200 anche State Street (284 milioni), Morgan Stanley (281 milioni), AM Holding (277 milioni), Azimut (262 milioni) e Mediolanum (224 milioni).
Altri sei gruppi hanno conseguito risultati superiori ai 100 milioni: Franklin Templeton (188 milioni), Invesco (183 milioni), Deutsche (133 milioni), Banca Sella (115 milioni), Société Générale (112 milioni) e Credit Suisse (103 milioni). Bene pure Arca (83 milioni), Iccrea (81 milioni), Axa (69 milioni), Banca Esperia (40 milioni), Pensplan Invest (17 milioni) e Credem (16 milioni).
In rosso, al contrario, la raccolta netta di Allianz (-388 milioni), Amundi (-156 milioni), Kairos (-78 milioni), Ersel (-60 milioni), Fondaco (-51 milioni), Ubs (-32 milioni), Mps (-22 milioni) e Veneto Banca (-15 milioni). In territorio leggermente negativo anche i saldi mensili di Hedge Invest (-9 milioni), Banca Carige (-8 milioni), Nextam Partners (-7 milioni), Unipol (-6 milioni) e Soprarno (- 4 milioni).