Caccia al professionista Scatta l'offensiva del Fisco

Professionisti nella morsa del Fisco. I controlli saranno sempre più stringenti e aumenterà il raggio d'azione dell'Agenzia delle Entrate

Professionisti nella morsa del Fisco. I controlli saranno sempre più stringenti e aumenterà il raggio d'azione dell'Agenzia delle Entrate. Di fatto nel corso di questo anno le verifiche e i controlli sono stati circa 140mila. Per il 2019 e il 2020 potrebbero arrivare anche a 150mila-160mila. Di fatto le armi che verranno usate dal Fisco sono abbastanze precise e andranno ad indagare ad esempio sui consumi di carta degli studi o ad esempio su ordini di materiale per cancelleria. Inoltre verranno analizzati anche i viaggi sulle autostrade con l'uso del Telepass che a voltre potrebbe risultare in conflitto con il volume di affari che viene dichiarato dal professionista. Inoltre nel mirino del Fisco entreranno anche quelle prestazioni gratuite svolte dai professionisti che vengono fatte con la dicitura: "Rinunce al compeso" oppure "nulla a pretendere". Insomma il Fisco si prepara ad una nuova offensiva per mettere sotto controllo i professionisti e rilevare eventuali irregolarità. Adesso l'Agenzia delle Entrate ha un obiettivo chiaro: 160mial verifiche entro in 2020. Di fatto come sottolinea ilSole 24 Ore, solo 14,5 per cento dei prfessionisti non rispetta gli studi di settore. Infine tra le armi ammesse per le controversie anche le indagini bancarie.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 19/03/2018 - 11:08

Del resto sono nella lista dei furbetti, normale un controllo maggiore.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 19/03/2018 - 11:37

Non è caccia al professionista ma allo evasore e’ bene precisarlo

aredo

Lun, 19/03/2018 - 12:32

Ma che furbetti! Ma che evasore! Questa è pura dittatura comunista criminale! E giudici, magistrati e finanzieri sono i primi che infrangono le leggi, prendono mazzette, minacciano....

Reziario

Lun, 19/03/2018 - 12:38

Non riesco a fare un euro di nero, perché l’azienda vuole la mia fattura (altrimenti come farebbe a scaricare le spese?). Devo fare prezzi bassissimi, se no non prendo il lavoro, ma il fisco mi perseguita perché non “sono congruo”. Se faccio prezzi medi, o corretti, perdo il cliente, e non avrei più lavori, non risultando nuovamente “congruo”. Se il cliente non paga, al fisco non interessa. Se compro un’auto, ho una spesa fuori media, devo io dimostrare che non sono un narcos o un delinquente, e non il fisco (inversione dell’onere della prova). Chi la rimena con i professionisti “furbacchioni”, giudica senza sapere di cosa si parla e non conosce dal di dentro le cose. Mi faccio il mazzo ma fatico a stare a galla e credo chiuderò partita iva e me ne andrò dall’italia. Quando tutti quelli che vogliono lavorare avranno fatto come me, godetevi quello che resterà.

umbe65it

Lun, 19/03/2018 - 13:11

E il brigantaggio istituzionale continua, il Pol Pot de no'altri deve continuare a ingozzarsi, costi quel che costi (alle tasche di chi viene preso di mira). Per chi è "congruo e congruente" non è difficile fare del nero, mentre se si risulta fuori dai paramentri è perchè non si è proprio in condizioni di allinearsi. Solo dei dementi non possono essere in grado di capire che chiunque, potendo, farebbe quadrare i conti, non fosse altro per non esporsi al rischio di accertamenti. Reziario ha perfettamente ragione. Dimenticavo, gli unici liberi professionisti che sono in grado di far quadrare agevolmente i conti sono quelli che lavorano per gli enti pubblici. Praticamente sono retribuiti con quello che viene estorto al resto della categoria.

Ritratto di bimbo

bimbo

Lun, 19/03/2018 - 13:22

Ancora non ho capito chi sono i professionisti e che mestiere fanno.. Forse stanno ad Honduras in qualche reality per farsi conoscere.

chiara 2

Lun, 19/03/2018 - 13:31

REZIARIO, ha ragione! Io La capisco molto bene. Versiamo solo tasse e sangue, non riusciamo a fare altro che sopravvivere e MAI dico MAI che ci tornasse qualcosa di servizi...nulla! Mai una malattia, si và a lavorare anche con la gamba rotta e le vertigini perché, altrimenti, non si mangia! E poi ti tocca pure sentire qualche demente ( molti ) che ti trattano come fossi un ricco ladro e speculatore che evade evade ed evade. Io auguro a tutti di passare quello che passiamo noi, lo meritano! Inoltre, concordo: quando noi "evasori" schiavi di questo Paese immondo chiuderemo le nostre attività, finalmente ci sarà giustizia perché alzeranno talmente tanto le tasse a chi ora ci maltratta che capiranno cosa si prova.

Ritratto di combirio

combirio

Lun, 19/03/2018 - 14:27

Grande Idea per il fisco, comincerei invece a controllare i centri massaggi cinesi con un fatturato ( si fa per dire ) di 500 milioni che vanno tutti in Chaina, altro che Nero, qua si parla di Giallo. A seguire Onlus varie, Caritas eclesiastiche e cooperative rosse che fanno la cresta per aiuto alle risorse e comunque gli imbrogli legali studiati dalla sinistra come fallimenti Banche e similari rendono alla luce del sole facendosi un baffo del fisco.

Maschiosfrontato

Lun, 19/03/2018 - 14:34

Tutti quelli che scrivono commenti dovrebbero, prima di essere autorizzati a farlo, presentare la propria dichiarazione dei redditi, ci faremmo delle belle risate!

magnum357

Lun, 19/03/2018 - 14:54

Andranno come al solito a fare le pulci e a spremere quelli che già pagano senza incidere in alcun modo sulla vera evasione !!!

cabass

Lun, 19/03/2018 - 14:58

La maggior parte della clientela dei professionisti italiani è costituita da partite IVA che "scaricano" il relativo costo e l'IVA. Poi c'è un'altra fetta consistente di chi lavora per privati che possono in qualche modo avere delle detrazioni (es. spese sanitarie e ristrutturazioni)... Tutti casi per i quali la fattura viene richiesta e pretesa a gran voce dal cliente! Ne consegue che i professionisti "a rischio" evasione si riducono a infima minoranza. L'Agenzia non ha ancora capito che è altrove che deve mettere il naso.

AndyFay

Lun, 19/03/2018 - 15:40

Hanno di nuovo bisogno di soldi subito a costi bassissimi. Fare una ricerca di grandi evasori implica tante persone al lavoro e tempi lunghi per avere il denaro. Invece così, come hanno fatto con le botteghe, i soldi si pigliano subito. Un po' come fanno i delinquenti che entrano in casa alle vecchiette indifese. Il solito schifo.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Lun, 19/03/2018 - 15:53

Mai stati da un medico che ha sempre la sala d'aspetto piena e che poi se a novembre gli chiedete la ricevuta fiscale scoprite cha magari nel corso dell'anno che ha fatte cinque ? :-) STANGARE QUESTA GENTAGLIA ! Non evasori vanno definiti, ma LADRI !

scalette

Lun, 19/03/2018 - 16:05

fanno bene a controllarli e lo dovevano fare prima.sono sempre stati grandi evasori e sanno anche piangere.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 19/03/2018 - 16:36

@reziario12.38: la Sua illustrazione è il futuro di questo Bel Paese se i suoi "onorevoli" amministratori non troveranno il bandolo della matassa per risolvere le questioni di fondo che lo affondano. Ossequi.

aredo

Lun, 19/03/2018 - 16:37

@franco_G.: quindi i medici i pesci piccoli eh? Andare a stangare le case farmaceutiche che hanno le cure per tumore, AIDS e tutte le malattie che non curano invece non se ne parla,eh? Quelli rubano miliardi di miliardi di dollari/euro in tutto il mondo, evadono l'impossibile, hanno migliaia di società false con cui fanno le cose più illegali fra cui ricerca sperimentale non autorizzata. Ehh! Ma no.. quelli guai a toccarli perchè danno tante tante belle gonfie mazzette a giudici, magistrati, politici, finanzieri ...ehh!

Reziario

Lun, 19/03/2018 - 16:56

@ Bimbo, @franco_G @Maschiosfrontato: i professionisti sono per esempio il sottoscritto che gira nelle fabbriche e gli spiega come mettersi a posto con le norme di sicurezza, affinchè gli operai non crepino cadendo o finendo tritati nei macchinari o respirino amianto. O il notaio che le serve per fare il rogito, il medico da cui deve andare perché se aspetta la visita pubblica fa in tempo a crepare. E’ l’avvocato ed il commercialista a cui si deve rivolgere se ha una grana. Il “senza fattura” è inutile, con i “redditi presunti” i “redditometri” e “indici sintetici di affidabilità”. Reddito medio: ci sono sul sito delle ag entrate. Per es. per me o un avvocato, è mediamente di 40.000 euro anno. Tolte tasse e spese: meno di 20.000 euro. Niente ferie e malattie pagate, 0 tutele, se un cliente non paga li perde. Prima di commentare, informatevi. E se pensate che sia cosi grassa e cosi facile, perché non aprite partita iva?

kytra1936

Lun, 19/03/2018 - 17:05

siete come i capponi di Renzo Tramaglino: si beccavano tra di loro senza rendersi conto che li stavano portando al macello. E tutti voi che inneggiate al fisco non vi rendete conto che a questo Stato sprecone conviene che le persone si scannino tra di loro. Come la sindrome di Stoccolma in cui i sequestrati difendono i criminali. Adesso poi bisogna trovare anche i soldi per mantenere i fannulloni con il reddito di cittadinanza e quindi è chiaro che c'è chi fa il tifo per il fisco.

adal46

Lun, 19/03/2018 - 17:18

Certo.... a brigante, brigante e mezzo! Ma chi è che ha costretto la gente al brigantaggio? Di solito ci va a farlo chi fatica a trovar lavoro; o quantomeno, vi è costretto dalla fame.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 19/03/2018 - 17:19

Cosa centra il telepass! Se un professionista ha lo studio in una città, abitando in un altra, e alla pausa pranzo se ne torna al suo domicilio, in totale quattro passaggi al telepass...per la finanza è un evasore? Ma mi facciano il piacere!

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 19/03/2018 - 17:34

ovviamente quelli che non hanno nulla da temere..dicono loro.cioè gli statali che hanno tutto assicurato dallo stato fino alla tomba gongoleranno poiché il loro stipendio sarà sempre assicurato dal sangue dei privati, cioè coloro che il lavoro se lo cercano e gli statali se lo magnano..

flip

Lun, 19/03/2018 - 17:49

mah. il termine "professionista" nel titolo è generico e comprende diverse attività.Ma forse(?) quelli contabili possono essere più sinceri. ma tanti altri.... magari meno.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 19/03/2018 - 17:54

Titolo fuorviante. La caccia non è ai professionisti che se operano nella legalità non hanno nulla da temere diverso diverso sarà per i "furbi seriali dell'evasione" e per i finti poveri con ville e auto di lusso ma questo non deve preoccuparci semmai è proprio ciò che ci aspettiamo da anni.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Lun, 19/03/2018 - 18:44

Per chi non è d'accordo: chiuda la partita IVA e faccia il lavoratore dipendente, a cui le tasse vengono detratte alla fonte e che grazie a soggetti come Biagi si ritrovano una legislazione sul lavoro che li condanna a milioni alla precarietà e a una pensione da fame; già, perché la legge Biagi prevedeva anche minori contribuzioni pensionistiche da parte del datore di lavoro. Tanto poi a essere condannati alla miseria dopo 40 anni non sarebbero stati loro. Coraggio, chiudete 'ste partite IVA e fate i dipendenti...

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 19/03/2018 - 18:44

Mi sembra normale. Sono quelli che possono evadere piu` facilmente, ed evadono eccome! Senza la loro evasione, chi paga effettivamente le tasse, potrebe pagarne di meno. Parassiti, e disonesti. Nessuna pieta`!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 19/03/2018 - 19:08

Iniziamo con la politica sprecona e dei faccendieri della politica che hanno portato l'Italia a questo debito pubblico mostruoso. Ad ognuno di noi tra una gabella e l'altra,iva compresa e tasse locali,ci portano via il 70% del reddito lordo.A tutti.nopecoroni

gianni59

Lun, 19/03/2018 - 19:26

aredo...le case farmaceutiche di cui parla come pensa che vendano i loro prodotti? un piccolo accenno: che ne dite dei meccanici sotto casa (almeno in centro Italia)? Secondo me nemmeno sanno cosa vuol dire la parola fattura....

aredo

Lun, 19/03/2018 - 19:28

@pravda99: ah perchè gli operai non evadono? Le bidelle non evadono? Gli spazzini non evadono? Quanti fanno lavori multipli a nero? Ehhh! E professori e maestre di ogni ordine e grado le ripetizioni mica le fanno pagando tasse, ehh! La maggioranza dei "poveri dipendenti" che si lamenta è la prima ad avere lavori secondari non dichiarati da cui tira su almeno un altro stipendio...

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 19/03/2018 - 20:32

Aredo, Non è la stessa cosa ... c’è un problema di volume e frequenza dell’evasione ...

aredo

Lun, 19/03/2018 - 21:27

@Nahum: ma per favore! ma che volume e frequenza! Quindi in galera dovrebbero andare solo quelli con la partita iva a prescindere .. mentre i dipendenti possono rubare che va bene? Ehh!

jaguar

Lun, 19/03/2018 - 23:46

pravda99, è la voracità dello stato che obbliga molti all'evasione, appena possibile tutti cercano di risparmiare o evadere qualcosa. E poi chi lo dice che se pagassimo tutti, lo stato diminuirebbe le tasse?

Duka

Mar, 20/03/2018 - 08:40

Sperando che facciano le pulci PROFONDE a tutti medici della mutua compresi.

Ritratto di Marco-G

Marco-G

Mar, 20/03/2018 - 10:16

Una volta, parlando con una laureata disoccupata, gli dissi: apriti una partita iva e fai il mestiere per il quale hai studiato. Mi rispose: fossi matta, troppi rischi, troppe spese, troppe tasse, troppa incertezza. Dopo qualche anno la rincontrai ad una cena e mi disse che era riuscita ad entrare in un ente statale. Durante la cena, mentre si parlava di politica, forte del suo posto fisso si scagliò violentemente contro i privati evasori: questa è l'Itaglia dei magnaccioni

mcm3

Mar, 20/03/2018 - 11:24

meno male, era ora, meglio tardi che mai...chi e' onesto ed ha sempre pagato il giusto, non ha nulla da temere,