In calo gli energetici

Un fine settimana all’insegna dell’apatia a Piazza Affari, nonostante le indicazioni economiche emerse in questi giorni dalle assemblee societarie. Restano elevati gli scambi (7,6 miliardi), grazie a un ritorno di interesse sui telefonici, dopo la notizia dell’abbozzo di una cordata bancaria per Telecom, con il coinvolgimento della spagnola Telefonica. Guadagnano poco meno del 4% le holding Pirelli e Camfin, mentre tiepida la reazione di Generali all’accordo con il gruppo Ppf, per l’espansione a Est. Nei bancari cedente Carige (meno 3,8%). Una pioggia di offerte ha investito Aem e Asm Brescia per i nodi al piano di concentrazione aziendale. Giù anche Enel (meno 0,65%) ed Eni (meno 0,73%), pesante Terna (meno 1,56%) con Snam Rete Gas (meno 1,13%) e Saipem (meno 1,2%). Richieste le azioni delle «acque», con Acque potabili e Mediterranea acque che crescono di oltre l’11%. Ennesimo ribasso per Alitalia (meno 1,38%).

Video che ti potrebbero interessare di Economia