Il caos Grecia investe i mercati: lo spread sale di 20 punti

Giù tutte le piazze europee, l'euro perde l'1% rispetto al dollaro. Piazza Affari maglia nera. Ma le dimissioni di Varoufakis scongiurano, per ora, il panico

Ieri la Grecia ha bocciato il piano di austerity proposto dai creditori per concedere nuovi aiuti al Paese, facendo tornare lo spettro di un Grexit.

Lo spread tra Bund e Btp decennali si allarga in apertura di circa 20 punti percentuali passando dai 145 punti della chiusura di venerdì ai 163 nei primi scambi di questa mattina, per poi scendere a 159 punti. Complici le dimissioni a sorpresa del ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, interpretate come una concessione nei confronti dei creditori, infatti, per ora la vicenda non scatena il panico che alcuni paventavano. Il differenziale Bonos/Bund segna 160 punti per un tasso del 2,31%.

Tutte le principali Borse europee hanno aperto in ribasso, per poi ridurre le perdite, probabilmente anche in questo caso grazie alle dimissioni di Varoufakis. Piazza Affari, che ha aperto a quasi -3% , resta "maglia nera" dei mercati Ue. Le vendite colpiscono soprattutto il settore bancario. L’indice Ftse Mib cede il 2,45%. Sulle altre piazze non si registrano più flessioni superiori all’1,5%: Francoforte segna -1,16%, Parigi -1,31% e Madrid -1,21%. Londra se la cava con un -0,67%. Non c'è stato quindi l'impatto devastante che si pronosticava ieri, quando i trader di Goldman Sachs parlavano di un'apertura in ribasso del 10%.

Chiude in netto ribasso la Borsa di Tokyo, che accelera le perdite nella seconda parte della seduta fino a terminare gli scambi a -2,08%, risollevandosi dal minimo intraday di poco superiore al
2,5%. L’indice Nikkei, avvicinatosi a quota 20.000, cede 427,67 punti, a 20.112,12.

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 06/07/2015 - 09:16

La borsa crolla, lo SPREAD vola, i titoli di stato italiani sono carta straccia. Viene rabbia a pensare che tutto questo era stato previsto e denunciato dai grandi economisti Renato Brunetta e Claudio Borghi Aquilini e Renzi non ha fatto niente.

gianni.g699

Lun, 06/07/2015 - 09:21

Speriamo li asfalti !!!!

Massimo Bocci

Lun, 06/07/2015 - 09:32

Lo spread sale di 20 punti??? Ma i Crucchi e Napoleonici non li avevano già SPECULATI e (venduti) tutti i nostri titoli di stato, per fare il GOLPE!!! Spread, (e penso non siano cosi masochisti di averne ricomprati) dunque allora questi sono la BCE dei servi interni ( le sfondazioni tipo MPS e C.) che speculano con gli avanzi di magazzino,come dire hanno cambiato la finanziaria,ma i padroni e i sistemi (Sorus) per i SERVI EURO, sono sempre i soliti,ogni tanto come ai cani devi tirare la catena,per far sentire chi comanda.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 06/07/2015 - 10:42

Solita farsa delle borse e degli speculatori. Qualcuno coglie la palla al balzo per incassare.

Lino.Lo.Giacco

Lun, 06/07/2015 - 11:11

oggi il solo linguaggio conosciuto (non a tutti) si chiama bund, spread, mib, parigi-1 Londra 0,2, Tokio -0,12 ,New York stabile disoccupazione 30% corruzione 80%,tasse 30% immigrazione clandestina 100%,ospedali- 30% ecc ecc ecc chi cazzo vuole vivere in una europa cosi ridotta,ognuno torni al proprio paese, si metta a lavorare magari la terra e lasciate che in questo mondo tornino i valori e i sentimenti umani! il mondo e' schiavo della finanza!!

Blueray

Lun, 06/07/2015 - 11:13

Tranquilli, non succede nulla. Normale volatilità, normale speculazione. I ns titoli non li ricomprano? Altro che li ricomprano, li comprano quando valgono 70 e li vendono quando valgono 150, se no che speculazione è! Guardatevi lo storico dello spread o quello di un decennale nel decennio anche quando la Grecia marciava. Tutta un'altalena. Senza altalena si possono chiudere le Borse. E ve lo siete chiesti perché le Borse sono isteriche? Perché più lo sono più vanno in altalena! La giornata mondiale del risparmio appartiene ad un'altra era geologica.

agosvac

Lun, 06/07/2015 - 12:56

Tutte fesserie: è ovvio che l'alta finanza approfitti di situazioni come queste per guadagnare un po' di soldini: vendono il più possibile per poi riacquistare a prezzi ovviamente più bassi e diventare ancora più ricchi di quanto siano. A perderci sono quei cretini che vendono anche loro invece di aspettare che i mercati si ristabilizzino! E' il solito giochetto dei pescecani che nuotano in acque torbide. Per quanto riguarda lo spread è una fesseria ancora più grande: non conta un aumento dello spread, quel che conta realmente sono le prossime vendite dei nostri titoli e finché le richieste sono superiori alle offerte non è vero che i nostri titoli siano carta straccia, anzi, al contrario, sono molto appetibili.

Ritratto di tifososenzaopinioni

tifososenzaopinioni

Lun, 06/07/2015 - 14:33

Silvio ha sempre detto che lo spread non conta nulla quindi io sono tranquillo e non vendo ne titoli ne azioni.

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 06/07/2015 - 18:00

mio commento di ieri ........."domani se la borsa di atene riaprirà perderà minimo il 10% e noi comunque il 5 !! farò un sacco di quattruni perchè sono short cavolo se sono short !! " ho sbagliato , ha perso solo il 4 anche per via delle dimissioni del ministro pagliaccio e perchè la borsa di atene è rimasta chiusa che è uno scandalo nemmeno nel bangladesh permetterebero una chiusura sine die !!

Ritratto di filatelico

filatelico

Lun, 06/07/2015 - 18:41

Gli speculatori e i gonzi rimarranno con il cerino in mano!!! AHAHAH!!!

Ritratto di mozzgilb

mozzgilb

Mar, 07/07/2015 - 00:02

spreed in salita vuol dire un vantaggio per la germania. meditate gente. qualcuno si avvantaggia e guarda caso non siamo noi. Per capirci è come se la Sicilia versasse soldi per la Lombardia. credo che sia INCOSTITUZIONALE, ognuno deve contribuire economicamente in rapporto alla sua povertà anziché alla sua ricchezza. più rimaniamo in europa, meno soldi ci salviamo.