Carige chiede i danni agli ex vertici per la vendita delle assicurazioni

Nel mirino il tandem Castelbarco-Montani e il fondo Apollo

Banca Carige ha deciso di citare in giudizio gli ex vertici per la cessione delle compagnie assicurative al fondo Apollo. Nel mirino del cda sono finiti l'ex presidente, Cesare Castelbarco Albani, e l'ex ad, Piero Montani, oltre ad alcune società del gruppo Apollo. L'anno scorso l'istituto ligure aveva infatti ceduto Carige Vita Nuova e Carige Assicurazioni al fondo americano per 310 milioni di euro. Poi il controllo è passato nelle mani della famiglia di Vittorio Malacalza (nella foto) che ora punta al risarcimento dei danni conseguenti alla vendita delle partecipazioni di Carige nelle compagnie assicurative e «ad altri comportamenti successivamente tenuti dai soggetti del suddetto gruppo», si legge in una nota. Dove viene sottolineato che l'azione legale è «doverosa per tutelare gli interessi della società e di tutti i suoi stakeholder, in primis le migliaia di azionisti».

La decisione «è maturata a seguito di un'approfondita analisi delle cause che, unitamente a quelle di contesto e di sistema, hanno nel recente passato negativamente influito sui risultati economici e sulla vita della società», spiegano dal cda. Anche perchè entro fine mese il board sarà chiamato ad approvare il nuovo piano industriale 2016-19. E proprio durante la ricognizione effettuata dai nuovi amministratori sullo stato di salute della banca, sarebbero emerse le criticità che hanno poi portato alla richiesta dei danni.