Carrefour vede 500 esuberi in Italia È sciopero

La catena di supermercati francese Carrefour ha annunciato una ristrutturazione della sua presenza in Italia, che coinvolgerà 500 lavoratori dichiarati in esubero e la chiusura dei punti vendita di Borgomanero, Trofarello (entrambi in Piemonte) e Pontecagnano. (in Campania). In Italia Carrefour vende per circa 5,8 miliardi. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs sottolineano in una nota che Carrefour ha poi anticipato «una serie di esigenze organizzative che implicherebbero un ulteriore e grave peggioramento delle condizioni di lavoro per i dipendenti della società. Le argomentazioni dell'impresa hanno portato ad evidenziare rilevanti problematiche sugli andamenti aziendali, quali il fatturato, il costo del lavoro e la redditività dell'anno. Gli ipermercati risultano particolarmente penalizzati». Secondo i sindacati, Carrefour ha dato informazioni «generiche e improvvisate» e per questo, «in considerazione della gravità di quanto esposto dall'azienda», è stato proclamato lo stato di agitazione e l'astensione dal lavoro per i lavoratori di tutto il gruppo, per i giorni di venerdì 27 e sabato 28 gennaio, nelle modalità che ogni territorio riterrà più opportune. Le strutture territoriali potranno prevedere iniziative aggiuntive.