Cartelle fiscali con la raccomandata? "Sono nulle"

Sono nulle tutte le notifiche delle cartelle di pagamento inviate ai contribuenti tramite raccomandata a.r. Non è sopita la questione sulla validità della spedizione della cartella di pagamento, effettuata da Equitalia o dagli altri Agenti per la riscossione delle imposte locali, a mezzo della raccomandata con avviso di ricevimento

Sono nulle tutte le notifiche delle cartelle di pagamento inviate ai contribuenti tramite raccomandata a.r. Non è sopita la questione sulla validità della spedizione della cartella di pagamento, effettuata da Equitalia o dagli altri Agenti per la riscossione delle imposte locali, a mezzo della raccomandata con avviso di ricevimento. Gli interventi della Cassazione degli ultimi anni, che avevano dato ragione al fisco, sancendo la legittimità di tale metodo di notifica, non sono ancora condivisi da tutti. Anzi, a dirla tutta, c’è una nutrita schiera di giudici di merito che la pensa diversamente. Tra questi il Giudice di Pace di Taranto secondo cui l’invio della cartella di pagamento mediante raccomandata spedita direttamente dall’Agente per la riscossione (e non per il tramite dell’ufficiale giudiziario, dei messi comunali o degli agenti della polizia municipale, così come sembra imporre la legge) sarebbe nulla. Anzi, più che nulla, del tutto inesistente, tanto che il suddetto vizio non potrebbe essere sanato neanche dalla produzione, in causa, dell’ingiunzione di pagamento (produzione che, di norma, costituendo ammissione di ricezione dell’atto, comporta anche la sanatoria delle irregolarità, secondo il principio del “raggiungimento dello scopo della notifica”).

L’orientamento è stato appena espresso in una recente sentenza con cui il dott. Giacovelli ripercorre tutte le modifiche che la legge, in materia, ha subìto negli anni; ed è proprio dal confronto delle disposizioni tra loro che si comprende – stando alla lettura della sentenza – l’intenzione del legislatore di sottrarre ad Equitalia la possibilità di recarsi direttamente alla posta e spedire le cartelle di pagamento tramite le raccomandate a.r. nelle consuete (e famigerate) bustone bianche.

Commenti

unosolo

Lun, 25/01/2016 - 19:29

di fatto equitalia è solo un ente inutile si può abbatterlo e licenziare tutti.

routier

Mer, 27/01/2016 - 14:43

Perché un Ente che chiede il lecito pagamento di una cartella esattoriale al cittadino debitore, deve rivolgersi ad un Ente terzo per la riscossione? La cosa mi puzza terribilmente di stipendifici e di carrozzoni inutili, spesso fonti di alchimie economiche la cui chiarezza e legittimità è tutta da provare.

nicoladeveri

Sab, 06/02/2016 - 18:33

Vivo in Sud Africa da 30 anni. Ieri mi e' arrivata qui una raccomandata da Equitalia intimandomi di pagare circa 250 Euro per "Tassa smaltimento rifiuti" per l'anno 2002. E io vivo qui dal 1985. Che faccio? Ignoro?