Case, aziende, conti correnti: ​ecco come cambia il Fisco

Una circolare che dovrebbe rivoluzionare il rapporto tra Fisco e cittadini

Una circolare che dovrebbe rivoluzionare il rapporto tra Fisco e cittadini. Il condizionale è d'obbligo perché di annunci del genere ne abbiamo visti a iosa. Tuttavia, c'è sempre una speranza per i piccoli contribuenti.

L'Agenzia delle Entrate ha delineato le strategie per la lotta all’evasione 2016 con lacircolare 16/E, una sorta di vademecum agli uffici territoriali su come comportarsi. Ma cosa prevedono le linee guida? Più confronto preventivo e accesso sul luogo per gli accertamenti su case e immobili. Controlli sui conti correnti solo dopo un’attenta analisi di rischio. Attenzione più focalizzata sulle grandi frodi per evitare verifiche su importi esigui.

Insomma, per gli accertamenti su case e immobili, il confronto preventivo "costituisce la modalità istruttoria più valida poiché consente al contribuente di fornire chiarimenti e documentazione utili a inquadrare in modo più realistico la fattispecie oggetto di stima e, nello stesso tempo, permette all'Amministrazione finanziaria di pervenire a valutazioni più trasparenti e sostenibili. È possibile procedere anche all'accesso presso l'immobile (con le garanzie previste per gli accessi presso le abitazioni private) o l'azienda oggetto del controllo al fine di reperire ulteriori informazioni non ritraibili esclusivamente attraverso la documentazione o gli elementi in possesso dell'ufficio. Tale modalità istruttoria risulterà particolarmente utile nei casi di elevato scostamento tra il valore dichiarato e quello stimato. Naturalmente, in particolare per le aziende, gli accessi dovranno essere programmati in un lasso temporale strettamente ravvicinato alla data di stipulazione dell'atto sottoposto a controllo".

Per quanto riguarda gli accertamenti bancari, il ricorso alle indagini finanziarie va effettuato "solo a valle di un'attenta analisi del rischio dalla quale possano emergere significative anomalie dichiarative e quando è già in corso un'attività istruttoria d'ufficio e deve essere appropriato e finalizzato ad attuare ricostruzioni credibili e realistiche".