Cassa Forense lancia il welfare per gli avvocati

Il presidente Nunzio Luciano punta a nuove sinergie con le altre mutue

Gli enti previdenziali dei liberi professionisti spingono l'acceleratore sul welfare strategico. Come la Cassa Forense che accompagna gli avvocati iscritti fino alla pensione ma lungo questa strada offre servizi e assistenza attiva, dalla sanità al credito. Iniziative e strategie verranno presentate alla due giorni che partirà domani all'hotel Church Palace di Roma dal titolo «Il welfare degli avvocati». Una convention che vedrà anche la partecipazione di due ministri quello della Giustizia, Andrea Orlando, e il Ministro del Welfare, Giuliano Poletti. «Illustreremo le misure varate negli ultimi mesi dall'ente a tutela dei nostri iscritti in diversi ambiti spiega il presidente Nunzio Luciano come professione, famiglia, salute, stato di bisogno. Partendo da un patrimonio di oltre 11 miliardi che ci consente di investire nell'economia reale nell'interesse della crescita del Paese e della categoria. Abbiamo scommesso sulle infrastrutture con una quota nel fondo F2i, sulle pmi con i minibond, siamo il terzo investitore in Cdp Reti e siamo presenti con una quota del 3% nel capitale di Bankitalia, nelle partecipate statali come Enel nonché nelle big di Piazza Affari come Generali e Mediobanca».

Un impegno che, sottolinea Luciano, deve essere riconosciuto dalla politica perché «non si può pensare di tassare due volte chi scommette sul futuro dell'Italia trattandolo alla stregua di un mero investitore speculativo». Quando l'ente realizza un investimento genera infatti interessi tassati al 26% cui si aggiunge un secondo obolo preteso dal fisco quando vengono erogate le pensioni. «Il nostro - aggiunge il presidente di Cassa Forense - è invece un sistema solidale grazie anche a misure innovative di welfare strategico che aiutano da subito l'iscritto attraverso convenzioni e bandi per la sostenibilità sociale, dagli asili nido all'acquisto dei libri di testo per i figli degli iscritti e abbiamo anche creato la prima banca dati giuridica gratuita». Luciano punta inoltre a fare sinergia come vicepresidente vicario dell'Adepp, l'associazione cui aderiscono 19 Casse di previdenza privata e che rappresenta oltre 1,6 milioni di professionisti. «Insieme abbiamo creato il progetto Wise che consente di sviluppare sinergie nel campo del welfare, degli investimenti, dei servizi e dell'Europa: facendo squadra si vince», conclude il presidente.

CC