Catasto, ecco come cambierà: arrivano aumenti fino al 25%

A primi di gennaio il decreto sulla riforma degli estimi: ecco le prime stime sugli effetti del prelievo

Altra riforma, altra stangata. Col nuovo anno, il governo darà il via all'epocale riforma del catasto. Una rivoluzione che spazza via settantacinque anni di polvere per ritoccare, nel giro di massimo un lustro, tutti gli estimi. E, quando la legge sarà pienamente operativa, gli italiani si troveranno ad affrontare una variazione fiscale media del 25%.

Il decreto sulla riforma degli estimi catastali sarà licenziato nella prima metà di gennaio, quando il Consiglio dei ministri - rigenerato dalla pausa natalizia - tornerà a riunirsi. La bozza, che contiene l'algoritmo per definire le nuove rendite e i nuovi lavori catastali, è già pronta e Michele Di Branco ne dà conto sul Messaggero di oggi. La riforma, messa a punto dall'ex agenzia del Territorio (oggi braccio destro dell'Agenzia delle Entrate), stabilisce in primis che "l'unità di misura ai fini fiscali sarà la sperficie espressa in metri quadrati e per questa ragione i vani catastali saranno pensionati". Cambiano anche la rendita e il valore catastale che servono a misurare il canone d'affitto e il prezzo di mercato dell'immobile. Mentre oggi il valore viene calcolato grazie a un moltiplicatore della rendita, quando la riforma sarà operativa il calcolo verrà effettuato sulla base di affitti e prezzi reali ritoccati con un algoritmo che "adatterà i valori rilevati sul territorio alle caratteristiche specifiche di ciascun singolo immobile". L'agoritmo terrà conto della metratura, ma anche dei lavori di manutenzione effettuati e dei servizi pubblici collegati.

Questa maxi operazione è stata messa in mano a 107 commissioni censuarie, una per provincia e una centrale per Roma. Sarammo queste a decidere come adeguare il valore catastale degli immobili a quello del mercato. Il risultato? Ci sarà un'oscillazione pazzesca della spesa. Secondo indiscrezioni raccolte dal Messaggero, infatti, "quando la riforma sarà pienamente operativa ci potrà essere una variazione fiscale del 25%, in più o in meno". Ma chi sarà a farne le spese? Sicuramente le abitazioni dei centri storici delle grandi metropoli. Sono, infatti, in arrivo rincari a Roma, Milano, Napoli e Torino. Mentre le abitazioni più periferiche potranno beneficiare di "una variazione fiscale media del 25%".

Commenti

Zizzigo

Lun, 29/12/2014 - 10:35

Stiamo a vedere, comunque più di così non potremo pagare... lo Stato incamererà i nostri immobili e si realizzerà, finalmente, la catastrofe finale. Poi si ripartirà... forse!

Ritratto di giordano

giordano

Lun, 29/12/2014 - 10:36

ero in ansia, da due o tre giorni non arrivavano inculate per la povera gente, ero preoccupato,per fortuna che abbiamo un governo che e' una sicurezza. Grazie di cuore e che Dio vi protegga.

vince50

Lun, 29/12/2014 - 10:42

Il mio dramma è che non posso ormai abbandonare questa nazione(e non dico di cosa),ma spero vivamente che i mie figli lo facciano.

michetta

Lun, 29/12/2014 - 10:45

I conti per gli ONESTI, che pagano da sempre, le tasse su questo genere di rendita, sono presto fatti: PAGHEREMO DI MENO. Tutti gli altri, che onestamente, non sono mai stati, PAGHERANNO DI PIU': E' inutile girarci intorno, quando si vede che lo stesso appartamento, posto a fianco del tuo, descrive una rendita catastale di 600, mentre il tuo aggiornato al 2007 (Prodi docet) VALE 1.310,15 come rendita catastale (!?). Ne consegue che il sottoscritto si deve sorbire tasse maggiorate piu' del doppio, in confronto a quelle versate dal vicino di appartamento (che molto disonestamente, si e' guardato bene dall'aggiornare la rendita catastale nel 2007!). ED ALLORA, BEN VENGA LA NUOVA ESPRESSIONE CATASTALE ! W l'Italia degli Onesti!!!!

Ritratto di i£Marc10

i£Marc10

Lun, 29/12/2014 - 10:53

di epocale c'è solo l'abolizione nei fatti della proprietà privata immobiliare, di epocale c'è solo la distruzione del valore e del mercato immobiliare, di epocale ci sono solo le tasse che si abbattono e che si abbatteranno sempre più sugli immobili per mantenere una pletora di voraci parassiti...comunque vada non costringerete MAI i cittadini dotati di senno ad acquistare la vostra CARTA STRACCIA

Ernestinho

Lun, 29/12/2014 - 11:30

"michetta" si illude che pagherà di meno! Povero illuso. Contento perché anche gli altri pagheranno di più! O è un masochista o è un incosciente.

Ernestinho

Lun, 29/12/2014 - 11:34

Un'altra cosa di cui renzi, padoan & company potranno essere fieri. Essi diranno che si fa per "adeguare" le tasse sulla casa; in effetti sarà soltanto un altro aumento, e molto consistente!

Ernestinho

Lun, 29/12/2014 - 11:40

Ah "michetta". Il tuo vicino di appartamento non è un "furbo". E' soltanto uno che cerca di difendersi, per quanto possibile, dalla voracità dello stato (in minuscolo)!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 29/12/2014 - 11:54

La spirale involutiva,si è inesorabilmente avviata:chi è "mantenuto"(direttamente o indirettamente dal SISTEMA,e/o ricava molto di più di quello che da,è in numero maggiore,di chi "mantiene",e/o ricava molto meno di quello che paga,per cui l'andazzo non può che peggiorare,sino all'affondamento della "barca".

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 29/12/2014 - 11:58

Aveva ragione un mio collega, opportunista schifoso, che predicava la illiceità della proprietà privata, che i soldi bisognava spenderli tutti per favorire l'economia e che lo Stato doveva provvedere ai tuoi "diritti": casa, scuola, salute e via dicendo. Perché mai non sono rimasto in affitto, che avrei anche potuto non pagarlo in barba al fesso del proprietario?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 29/12/2014 - 12:16

@michetta 10:45:è giusto,lei ha ragione,e sono d'accordo.E' altrettanto d'accordo,che questo giusto "fervore di adeguamento"(che dovrebbe avere uguale rigore NORD-SUD...),dovrebbe CHIUDERSI,senza nessun ATTIVO da parte dello stato,senza insomma fare "cassa"?

1filippo1

Lun, 29/12/2014 - 12:25

Nuovo catasto: aumenti fino al 25%?Significherebbe un ulteriore colpo mortale per chi possiede una casa.Ma vergognatevi!

Pitocco

Lun, 29/12/2014 - 12:39

La riforma del Catasta senza una rielaborazione del settore edilizio italiano non ha nessun senso. Mancano dei parametri comuni e sopratutto le stime per poter avere dei valori vicini alla realtà sono spesso assurde. Vedremo come faranno a valutare i valori degli immobili, se ogni anno, ogni 5 oppure ogni mai. Così come il settore bancario ha nei propri bilanci immobili a pieno valore di acquisto quando nella realtà il loro valore è sceso tra il 30/50%, lo stato penserà di avere un limone da spremere per benino senza che vi sia una rivalutazione annua. Siamo alle solite italiante del menga che porteranno solo e sempre bastoste per i contribuenti

Luis53

Lun, 29/12/2014 - 13:09

Attenti a tirare troppo la corda si rompe

epc

Lun, 29/12/2014 - 13:10

Le migliaia di immobili non accatastati (che quindi pagano ZERO) continuano ad essere tali. Invece che già paga e strapaga sulla base di una rendita PRESUNTA (e quindi FALSA) pagherà sempre di più.... Ma ci sono tanti invidiosetti che sono contenti, quindi bene così.... D'altronde l'invidia è la base dell'ideologia di sinistra....

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Lun, 29/12/2014 - 13:19

MA NO...UN AUMENTO? ....MA QUANDO MAI?

Ernestinho

Lun, 29/12/2014 - 13:25

Caro EPC. Hai perfettamente ragione. Gli invidiosi sono contenti, non considerando che le case, per la maggioranza degli Italiani onesti, derivano da sacrifici propri e dei propri genitori. A loro lo stato e i comuni (volutamente in minuscolo) non ha regalato niente, anzi...!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 29/12/2014 - 13:30

@Pitocco:ciò che dice è vero:le Banche hanno in "garanzia" tutti questi immobili "super-valutati"in Bilancio,per non dovere portare alla Banca d'Italia,altrettanto controvalore in "vera garanzia".Se le Banche fossero obbligate a vendere,per fare "cassa" questi immobili,sarebbe un vero TSUNAMI immobiliare,come è avvenuto qualche hanno fa in Spagna!Nessuno,ne loro ne il governo lo vuole fare,per ovvi motivi....

moichiodi

Lun, 29/12/2014 - 13:31

ancora un riforma tanto agognata da tremonti e i suoi governi. e ancora una volta sarà renzi ad avere il coraggio di attuarla.

FRANZJOSEFF

Lun, 29/12/2014 - 13:48

L'AGGIORNAMENTO DEL CATASTO E' OCCASIONE PER ALTRO AUMENTO LEGALIZZATO. DA TEMPO SI STUDIA LA "MICROZONA". PIU' ZONE CENSITE IN UN QUARTIERE. DEVONO AUMENTARE LE CASE CENSITE CAT. A/4 O A/3 IN ZONE DI PREGIO, MENTRE CASE A/4 O A/3 CHE SI TROVANO IN PERIFERIA DEVONO PAGARE MOLTO MENO. SPERO DI NON AVER FATTO CONFUSIONE. GIRA E RIGIRA (PURTROPPO NON E' LA CANZONE DELLA BIONDINA CHE GIRA E RIGIRA LA VITA TI FA PIU' BELLA), PAGHEREMO DI PIU'.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/12/2014 - 14:23

avanti con le rapine targa PD.... :-)

pbartolini

Lun, 29/12/2014 - 14:53

Fra tutte le pensate del Governo quello di mettere in applicazione la riforma dei catasti e' la cosa più giusta di quest'anno. Faccio notare che era una misura che stava nell'aria da almeno 15 anni, il princio dell'adeguamento e'sacrosanto vediamo nei fatti la procedura applicativa;chiamarla à priori una stangata come nell'articolo non e' corretto; Renzi non e' il padre della riforma e comunque era necessaria.

ferry1

Lun, 29/12/2014 - 15:23

Povero michetta che crede ancora che questa banda di ladri ed infami profittatori riesca a fare una giusta legge quando per malafede non è riuscita neanche ad accatastare l' esistente!

ferry1

Lun, 29/12/2014 - 15:27

Si raschia il barile prima dell' esproprio proletario da cui saranno escluse Coop,Banche,Assicurazioni.

Walter68

Lun, 29/12/2014 - 16:46

Finalmente, io aspettavo la riforma del Catasto da anni. Basta con appartamenti al centro con rendite catastali ridicole !!! Speriamo che l'aumento tocchi principalmente chi non ha mai pagato quanto dovuto, quasi tutti i proprietari di appartamenti nei centri storici che non hanno mai aggiornato rendita e categoria catastale.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 29/12/2014 - 17:11

cosa vedete di male? una piccola patrimoniale e tutto si sistema.Vince50 allora dai ragione agli extracomunitari così.

MEFEL68

Lun, 29/12/2014 - 17:25

Quando più nessuno acquisterà appartamenti per affittarli perchè non più remunerativo, come provvederà lo stato ai bisogni di chi, pur potendo pagare, non potrà avere una casa perchè in affitto non ci sono? Lo stato non potrà obbligare i privati a comprare per affittare.

eloi

Lun, 29/12/2014 - 17:29

Vorrtei vedere le rendite catastali del centro di Roma, dove hanno casa i capocchioni. Passeranno per edifici storici da proteggere, esentasse e finanzimenti pubblici per le ristrutturazioni.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 29/12/2014 - 17:35

PAGATE ITALIANI!!! Pagate che continuano ad arrivare DISPERFURBI da mantenere INSIEME ALLE "LORO" (cattocomuniste) COOP. Buenas tardes dal Leghista Monzese.

Magicoilgiornale

Lun, 29/12/2014 - 18:57

Ha ha ha, vogliono proprio distruggere l' Italia

lamwolf

Lun, 29/12/2014 - 19:33

Ricordate Renzi poco tempo fa quando ha asserito su tutte le tv che lui è stato il primo Presidente del Consiglio a non aumentare le tasse e crearle delle nuove? Un po' pinocchio?

roberto.morici

Lun, 29/12/2014 - 21:09

@lamwolf. No. Un Pinocchio coi fiocchi!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 29/12/2014 - 21:12

VI PIACE LA SINISTRA E L'EURO, GODETEVELO TUTTO IN GRECIA SI VOTERA' MENTRE VOI AVETE IL PREMIER NON VOTATO E SCELTO DAL POPOLO BUE ITALIANO, SIETE SCHIAVI FELICI DELLA VOSTRA' IGNORANZA. E' ILLEGALE TASSARE IMMOBILI SUL VALORE CATASTALE IN QUANTO NON E' REDDITO REALE MA SOLTANTO DI RIFERIMENTO IN CASO DI VENDITA O ACQUISTO, LE TASSE VANNO PAGATE SUL REDDITO REALMENTE PRODOTTO DA UN BENE TUTTO CIO' E' ANTICOSTITUZIONALE E COSTRINGE I PROPRIETARI AD ALIENARE UN BENE COME UN ESPROPRIO FISCALE DI STAMPO MARXISTA, NEANCHE IN CINA SI ARRIVA A TANTO. MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO LA NAZIONE + STUPIDA DEL PIANETA

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Mar, 30/12/2014 - 02:47

I governi di occupazione, da quello di Monti in poi, hanno realizzato la "mission" loro prescritta dall'inchiavabile culona e dalle varie "Troi(k)e" della coreografia europeistico finanziaria internazionale, e cioè somministrare agli Italiani la patrimoniale sotto più o meno camuffate spoglie. Dal 2011, quando il sobrio Monti cunnilingatore della Merkel sparò la rapina dell'IMU che raddoppiò la vecchia ICI, col combinato disposto dell'innalzamento delle aliquote e dell'aumento dei coefficienti di rivalutazione, al successivo furto chiamato TASI, ideato per reintrodurre sotto altro nome l'IMU prima casa abolita da Berlusconi. Ora anche questa rivalutazione degli estimi. Tutto va bene finché dura. Fino a che non esploderà la farsa dell'Euro e allora si passerà alle soluzioni vere, tipo che alla fine troveremo pure qualche persona seria che tiri fuori dal cassetto e applichi il purtroppo abortito piano Solo del 1964.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 31/12/2014 - 19:38

DRAGON GLI STUPIDI SIETE VOI PER QUELLI CHE VOTATE NON LA NAZIONE.CARI COMPAGNI.