Catricalà: «Il 30-40% sul mercato»

«La quotazione di Poste Italiane in Borsa è plausibile entro l'anno». Lo ha detto il viceministro Antonio Catricalà, precisando che «sarà privatizzato il 30-40% del gruppo e la maggioranza resterà allo Stato. Spetterà al Mef decidere come ripartire le quote».