Il Cavallino vola all'estero?

Anche la Rossa potrebbe lasciare l'Italia. L'ipotesi: sede fiscale in Inghilterra, sede legale in Olanda e quotazione in Usa

La Ferrari starebbe pensando di trasferire la residenza fiscale all’estero. L'indiscrezione è stata rivelata dall'agenzia Bloomberg secondo cui l'azienda del Cavallino starebbero valutando diverse opzioni, inclusa la possibilità di tenere la sede in Italia.

In queste ore Sergio Marchionne sta incontrando i banchieri Usa per illustrate i vantaggi del bond Fca da 2,5 miliardi di dollari che verrà emesso entro fine anno. Da Maranello non smentiscono l'ipotesi, ma ammettono che quella del trasferimento della sede fiscale è un'ipotesi. Una decisione - assicurano - verrà presa solo nei prossimi mesi, alla vigilia dello spin off tra Ferrari e Fca. Pare però che anche per la Rossa - come già accaduto da Cnh e Fca - possa esserci una quotazione in Usa, una sede legale in Olanda e una fiscale in Inghilterra.

"Mentre il Presidente del consiglio Renzi abbassa i diritti dei lavoratori per attrarre investimenti stranieri che non si vedono, nel nostro Paese gli ex grandi imprenditori con uno dei sui sponsor, l’uomo di Detroit Sergio Marchionne, appena arrivato alla guida del Cavallino pensa subito a non pagare le tasse per la Ferrari in Italia", denunca il responsabile lavoro di Sel, Giorgio Airaudo, "Un bel paradosso che andrebbe risolto anche in sede Ue. Ma la Ue a trazione Junker è forte con i deboli e debole con i forti soprattutto se sono multinazionali. Forse Renzi avrebbe dovuto chiedere agli ex Fiat qualche impegno per l’Italia visto che gli italiani hanno fatto grande con il loro ingegno e il loro lavoro la Ferrari e l’auto italiana, non solo farsi blandire e uccellare dall’amico americano".

Commenti

Nerone2

Mer, 10/12/2014 - 17:03

Ciao cavallino. Arrivederci.

Dani57

Mer, 10/12/2014 - 17:08

FERRARI (aito di alta gamma) non si associa molto bene com la parola DEFAILT (paese Italia) Non rimarra piu nulla in quesyo paese fallito .... anche i rom e immigrati se ne andranno via Come diceva Grilli torneremo a buoi e aratro !!!! auguri

scipione

Mer, 10/12/2014 - 17:09

No,caro SEL,COLPA delle rotture di cog...ni continue e insopportabili di LANDINI E DELLA CGIL.

@ollel63

Mer, 10/12/2014 - 17:17

e chi potrebbe dargli torto, i sinistrati? Quelli dello sfascia Italia e del clan "ruba-ruba che magno-magno"? Sinistrati, male erbe parassite - animali famelici predatori, che farete quando avrete disseccato l'intera vegetazione ed estinto i viventi di questa miserabile abulica Italietta?

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 10/12/2014 - 17:20

Primi effetti del job act.

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 10/12/2014 - 17:25

Un sentito ringraziamento a certi sindacati. Nel futuro è previsto per gli italiani (che rimarranno) il lavoro unico: ZAPPATORE.

linoalo1

Mer, 10/12/2014 - 17:25

Penso che,qualsiasi Imprenditore o A.D. lo farebbe!Fa parte del suo lavoro!Ovviamente,i Comunitari gli si scaglieranno contro in massa con mille accuse di tutti i generi ed organizzando Scioperi con causali fantasiose!Lino.

unosolo

Mer, 10/12/2014 - 17:26

per ora sposta la sede ma dopo ? la mano d'opera costa di meno , ed ecco che si sposteranno e creeranno un villaggio munito di ogni confort e si porteranno via anche i dipendenti , se capi' che in altri paesi si paga meno sia in costo della vita che le tasse , figuriamoci la stessa paga , che vita lussuosa per quei dipendenti.

glasnost

Mer, 10/12/2014 - 17:26

Ma le riforme del lavoro di Renzi non ci sono, o sono ridicole. Se per un licenziamento sacrosanto ci si deve ancora rivolgere ad una magistratura ideologicizzata, chi mai è così scemo da investire in Italia. Mi dispiace, ma anch'io, se potessi, lascerei questo paese falso e ladro.

Dany

Mer, 10/12/2014 - 17:28

Paese in via di fallimento .... si salva chi può e poi è un'operazione del tutto legale.

giosafat

Mer, 10/12/2014 - 17:28

Al netto di tutte le considerazioni possibili ed immaginabili è impossibile dare torto a Marchionne. Anche lui, come tutti quelli che possono, finchè è in tempo scappa.

marcothai

Mer, 10/12/2014 - 17:32

Ha ragione e fa benissimo, l' italia con tutti gli italiani menefreghisti, si merita di restare nella cacca piu' completa, anzi, auguro che sprofondi ancora di piu'

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 10/12/2014 - 17:32

Unica soluzione per risolvere questo problema delle sperequazioni fiscali: adottare un unico sistema fiscale in Europa, ovviamente più basso di quello che c'è in Italia (per es. tarato sulla media europea). Altrimenti non se ne esce, le aziende continueranno ad emigrare dove si paga meno tasse, a tutto vantaggio delle casse dei Paesi ospitanti e a svantaggio del disastrato bilancio pubblico italiano ...

accanove

Mer, 10/12/2014 - 17:33

era ovvio succedesse, la concorrenza in europa è cosa sacra difesa dall'atto costitutvo eu, anche quella fiscale lo è, non vedo come le aziende europee debbano soffrire la concorrenza e gli stati no.

RawPower75

Mer, 10/12/2014 - 17:36

E fa bene Marchionne. Deve stare qui a farsi spennare dallo stato? Mi gira solo per tutti i soldi che gli abbiamo dato per pagare le casse integrazioni...

scipione

Mer, 10/12/2014 - 17:43

stenos non dire caz....te.

Zizzigo

Mer, 10/12/2014 - 17:48

Tanto per confermare che il blablatore, Renzi, non ha capito un accidenti di quello che va fatto...

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mer, 10/12/2014 - 17:48

Era chiaro che Marchionne avrebbe fatto questa mossa il giorno stesso che ha liquidato il buon Montezemolo.

Ritratto di MAFIAcapitale

MAFIAcapitale

Mer, 10/12/2014 - 17:49

di questo passo in itaglia rimarrano solo mafiosi parassiti e cojoni

moshe

Mer, 10/12/2014 - 18:00

E che problema è? A noi, rimangono tutti i parassiti ed i delinquenti extracomunitari ed i rom da mantenere, meglio di così!

scipione

Mer, 10/12/2014 - 18:10

Sel,non dire caz....te: Renzi non c'entra niente.Il ragionamento e' molto semplice.Landini:OCCUPEREMO LE FABBRICHE.Marchionne : ora OCCUPA sto c...o.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 10/12/2014 - 18:10

Grazie landini-grazie camusso-e grazie kompagni!!!! Povera ITAGLIA.!

antiom

Mer, 10/12/2014 - 18:16

Se nella politica e in chi fondamentalmente amministra il Paese ci fosse la propensione di salvarlo dai pericoli, come fa Marchionne: le cose andrebbero sicuramente meglio! Invece ci ritroviamo una pletora di mangiapane a tradimento e di parassiti di tutti i livelli che l'affossano, nemmeno più piano, piano, ad incominciare da Napolitano a venire giù.

rickard

Mer, 10/12/2014 - 18:23

In un mondo globalizzato, si va dove si paga di meno. Quindi, o il mondo globalizzato è una fregatura oppure, accettiamo che la Ferrari scappi dall'Italia.

Giampaolo Ferrari

Mer, 10/12/2014 - 18:27

Ditelo all'idiota Landini e ai comunistelli che ci hanno messo una tassa di proprietà da sei sette mila euro l'anno,per le auto vendute in italia la Ferrari sarebbe fallita da anni,se adesso se ne va con la sede fiscale ha tutte le ragioni,tra non molto portera via pure la produzione.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 10/12/2014 - 18:29

Come volevasi dimostrare la tassazione elevata invita a cercare altri lidi fiscali meno bramosi di quello italiano. Altro pezzetto di buona Italia che espatria. Il paese, per contro, un pochino più povero. Pura conseguenza di 20 anni di politica industriale ed economica disastrosi, dettata da sinistroidi burocrati e incapaci che hanno sempre ostacolato e impedito anche quel po di innovazione che i governi di SB intendevano portare avanti. Parassitismo partitocratico burocratico distruttivo = PDS-PD-SEL-CGIL.

Iacobellig

Mer, 10/12/2014 - 18:40

era prevedibile. gli agnelli avrebbero dovuto mettere soldi propri per gli investimenti, piuttosto che quelli degli Italiani per poi trasferire fuori paese quanto condolidato!

Gianca59

Mer, 10/12/2014 - 18:42

Ma Marchionne non aveva negato questo scenario ? Comunque pezzo a pezzo perderemo tutto ciò che ha fatto Italia negli anni....

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 10/12/2014 - 18:47

Marchionne non mi sta simpatico. Ma se lo fa, fa bene. Ogni soldo di tasse in meno a quest'Italia, è un soldo sprecato in meno.

Benado

Mer, 10/12/2014 - 18:48

L'Italia abbassi le tasse al 20% e nessuno andrà via.Gli stipendi max 5.000 € al mese con effetto retroattivo, galera a chi si ribella,vedi Corte Costituzionale.L'Italia risolverà tutti i suoi problemi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 10/12/2014 - 18:53

Da quegli schifosi della famiglia agnelli, con annessi elkann e compagnia cantante, e dei loro dirigenti ad alto livello, non mi aspettavo niente di meno. Li abbiamo arricchiti per decenni, molti decenni, hanno cavalcato tutte le parti politiche, salendo sempre sul carro del vincitore, e adesso, dopo che si sono accorti che non c'è più trippa per gatti e che i governanti non sono più disposti a farsi prendere per i fondelli da loro, abbandonano l'Italia. Se avessimo un governo serio, degno di tal nome, se renzi non fosse il pagliaccio che è, troverebbe la maniera di farsi rendere il maltolto per vie legali... ma naturalmente non ci proverà neanche.

unosolo

Mer, 10/12/2014 - 19:16

Renzi o chi per LUi deve recepire di abbassare al 25 % come dice la lega o al massimo il 20 % del CDX con esenzione fino ai 13,000 euro mese , altrimenti è caos e sarà difficile vendere o comprare , quanti fuggiaschi ? firme note e nuovi imprenditori che son espatriati in paesi comodi ? fermare lo spreco e abbassare le ritenute IRPEF. ciac ! si comincia .

Aristofane etneo

Mer, 10/12/2014 - 19:19

Neppure durante le invasioni barbariche l'Italia s'è trovata così cannibalizzata. Ci chiamano razzisti e ci trattano da schiavi.

Aristofane etneo

Mer, 10/12/2014 - 19:49

Fossi al posto di Marchionne farei lo stesso. Egli è un manager ben pagato per non far fallire l'Impresa che gli viene affidata, per battere la concorrenza e produrre profitti. Come può un'impresa operare in Italia, pagare fino al 60% di tasse e competere con altre imprese di altre Nazioni dove pagano il 20% di tasse e non hanno 'sti maledetti parassiti che stanno cannibalizzando il nostro benessere e il futuro dei nostri figli?

FRANCO1

Mer, 10/12/2014 - 19:54

Si ringrazia tutti i cari comunisti e cattocomunisti che da 70 anni hanno sempre fatto di tutto per sfasciare l'Italia. Bravi ce l'avete fatta!! Ora per voi è tutto in discesa rubate come sempre e oltretutto nessuno vi ostacola...complimenti...fin che vi dura!!

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 10/12/2014 - 19:56

...scipione....le cazzate le spara lei come qualcun'altro che commenta.....il problema sono le tasse in questo caso non certo i sindacati...saranno anche rimasti alle loro ideologie ma quando un'azienda italiana se ne va....la colpa è solo delle tasse....tasse e tasse...tutto qui semplicemente

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 10/12/2014 - 19:58

scipione: no, guarda, alla Ferrari la Fiom non s'è mai vista. Diciamo, più semplicemente, che il buon Marpionne vuol pagare meno tasse possibile, e che la legislazione europea, alla faccia nostra, glielo consente. Tutto lecito, per carità: però non si permetta mai più di venirci a fare la morale, e neanche di spacciarsi per italiano.

clamajo

Mer, 10/12/2014 - 20:31

Bene compagni in 60 anni siete riusciti a far fuggire la maggior parte delle industrie...contenti?...fatevi dare il lavoro dai sindacati ora, vediamo come se la cavano...

Silviovimangiatutti

Mer, 10/12/2014 - 21:17

Ecco cosa ne sarà dell'Italia nei prossimi 20 anni: i giovani si sposteranno in massa all'estero. E ricchi stranieri faranno man bassa dei gioielli italiani.

buri

Mer, 10/12/2014 - 21:58

Bel risultato, tutto grazie alla politica anti industriale dei governi di sinistra e della triplice, ancira ferma alla lotta di classe

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mer, 10/12/2014 - 22:30

Non si possono proprio leggere i commenti su questo giornaletto. C'è un alta concentrazione di idioti che scrive cretinate a raffica. In pratica la Ferrari sposterebbe la propria sede all'estero per colpa della sinistra? Ma chi ha governato fino a due anni fa? A me pare che abbia governato il pregiudicato. Andate a leggere i commenti di quando Marchionne pochi mesi fa decise di licenziare Montezemolo, in molti salitammo la Ferrari, dato che il vampiro Marchionne dopo la Fiat si sta vendendo anche la Ferrari, massa di ignoranti!

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 10/12/2014 - 23:04

Già moltissime se ne sono andate,in Albania ,in Polonia ,Repubblica Ceca e così via.Prima è toccata alla Fiat ora Fca,domani anche alla Ferrari anche se per ora gli impianti produttivi restano qua. Ma non è detto che ci restino per molto!!! Tutto questo causa tasse enormi per mantenere l'apparato elefantiaco e inetto dello stato. Comunque , cari amici,chi è causa del suo mal, pianga sè stesso.

antiom

Mer, 10/12/2014 - 23:16

se proprio la vogliamo dire tutta, la colpa è della tassazione troppo elevata per l'imprenditoria, ma anche per il singolo cittadino; della triade sindacale e sue numerose derivazioni che non ha più motivo di esistere, delle cooperative e sue immense diramazioni, degli stipendi, liquidazioni e pensione elevate e, non ultimo, la pletore di dipendenti pubblici.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 10/12/2014 - 23:29

Marchiane è un manager e come tale porta a lavorare le sue aziende dove gli danno meno problemi possibili. Qui, tra sindacati che con l'appoggio della magistratura gli impongono il reintegro di stupidi operai che boicottano il lavoro in fabbrica, tra tasse sempre + alte ed un'inutile burocrazia che per dare un senso alla propria esistenza impone e boicotta chi cerca di fare impresa, beh forse sono incentivi chiari ad andarsene. Poi è inutile piangere e cercare posti di lavoro.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 10/12/2014 - 23:40

spero che un giorno la juve abbia un campionato tutto suo...in serie b

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 11/12/2014 - 00:02

È la logica conseguenza di anni di stolto ostracismo perpetrato dai sindacati contro le industrie del nostro paese. Tutti gli italiani devono ringraziare i sindacati ma soprattutto quegli industriali come la Marcegaglia alleati della sinistra per interessi economici e non certo per ideologia politica. BENE AVEVA FATTO MARCHIONNE AD USCIRE DA CONFINDUSTRIA ED A PORTARE LA SEDE DELLA FCA ALL'ESTERO.

Anonimo (non verificato)

AVO

Gio, 11/12/2014 - 06:42

La ferrari si sposta a londra risparmiando il 10% di tasse e Renzi & C. vogliono che gli stranieri vengano ad investire in italia.

vince50_19

Gio, 11/12/2014 - 07:43

Chi può fa giustamente i propri interessi, quella dell'azienda che amministra o di cui è proprietario. Se in Italia le tasse sono troppo alte e non c'è verso di farle scendere, volutamente o per incapacità governativa che possa essere (propendo per il "volutamente"..), la desertificazione economica dell'Italia continuerà inarrestabile. Manca solo che mettano le mani sugli stipendi e le pensioni per decurtarli ad libitum e poi tutti insieme, allegramente, andremo a dare il "buongiorno" a questi (finti) incapaci che governano all'oggi l'Italia ( nazione che non è del tutto un paese di ..... ma che lo stanno pian piano facendo diventare al 100%).

pansave

Gio, 11/12/2014 - 07:51

Obiettivo rosso raggiunto, ora caccia a Generali, Eni ed Enel. Poi tutti in Germania a raccogliere patate.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 11/12/2014 - 08:30

É; RENZI DISSE A MARCHIONNE BRAVO! TU HAI PORTATO LA FIAT E LA FERRARI NELLA ZONA DEI PROFITTI?; ED IO TI AUMENTO LE TASSE AL 60%!É MARCHIONNE DISSE A RENZI! TU! MI AUMENTI LE TASSE AL 60%? ED IO TI DARÓ IL 100% DI NIENTE!!!.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 11/12/2014 - 09:11

antonio vivaldi - lei vive in un mondo tutto suo e fuori dalla realtà. Dimostra poca capacità di lettura su quanto avvenuto in Italia negli anni passati e per questo nega l'evidenza. Le edicole sono piene di giornaletti veri adatti a lei ad iniziare da Topolino. Prima di dare dell'ignorante agli altri abbia l'accortezza di togliersi i prosciutti dagli occhi e si guardi allo specchio. Non vedendo niente si renderà conto che gli manca proprio qualcosa.

schiacciarayban

Gio, 11/12/2014 - 09:42

Come dargli torto? La Ferrari è un'azienda che va bene, perchè mai dovrebbe stare qui a farsi massacrare di tasse mentre in Inghilterra potrebbe investire i 200 milioni risparmiati nell'azienda stessa?

Mechwarrior

Gio, 11/12/2014 - 09:53

Bravo Marchionne. Me ne andrei anche io dall'italia dello stato parassita e ladrone se potessi

Démos_Cràtos

Gio, 11/12/2014 - 10:19

La scelta di andare all'estero, per un imprenditore così come per un privato cittadino, è del tutto legittima. Questo tizio però, continua a criticare il Paese che, con tutti gli aiuti di Stato a favore del gruppo Fiat, gli ha permesso di sopravvivere. Per me è solo un ingrato e anzi, visto che è residente in Svizzera, mi verrebbe da dire che è uno dei pochi immigrati che ci ruba il lavoro! O ha la memoria corta o crede semplicemente che tutto gli sia dovuto.

Noidi

Gio, 11/12/2014 - 10:28

Per tutti gli esperti economisti di questo Forum: Visto che la Ferrari se ne và dall'Italia per via dei sindacati (secondo Voi), mi potreste pere favore spiegare il seguente: Come mai qui in Germania, dove le tutele del lavoratore sono molto più alte che in Italia (i sindacati siedono nei cosigli di amministrazione e decidono loro chi è da licenziare e chi no), ditte come Porsche, BMW, Mercedes, VW, Audi, etc,. continuano a produrre in Germania? Dove tra l'altro il costo del lavoro è forse il doppio di quello in Italia. Vorrei solo capire. O i tedeschi sono deficienti fino al midollo (i dati vendite dicono il contrario) o chi sbaglia sono altri (vedi Marchionne da Voi osannato). Ringrazio per una spiegazione.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 11/12/2014 - 10:31

#jusmel.Guardi, che é inutile rispondere ai commenti di Antonio Vivaldi, perche questa gente e cosi ignorante che non si accorge di quello che succede in paesi come la Germania, Francia, Inghilterra é gli USA, questa gente é oramai incracrenita di komunismo, é non capiscono una beata mazza di come deve essere condotta una Ditta. É, in piu questi ignoranti credono che gli imprenditori sono pecore da tosare, é non capiscono che chi ci vá a perdere in un confronto con gli imprenditori sono sempre i lavoratori che ci rimettono, é la prova di questo sono i 1,6 milioni di posti di lavoro persi in 3 anni, é mentre le Ditte dislocavano la loro produzione all,Estero gli ignoranti alla "antonio Vivaldi" applaudevano che questi andavano Via!!!.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Gio, 11/12/2014 - 11:07

Addio, Ferrari!

unosolo

Gio, 11/12/2014 - 11:17

dal Monti e dopo ci hanno caricato di esborsi enormi fermando la crescita. sordi al richiamo del popolo e degli imprenditori , essere governati da inesperti e persone cresciute sotto lo STATO come dipendenti o sotto politica o sindacati ecco che non mettono in confronto entrate e uscite dello stato , per loro assumere come STATO è creare lavoro non perdere soldi , ci hanno tolto soldi per i sevizi come sanità e sicurezza ed ora per la editoria , cosi facendo creeranno altri disoccupati , mentre loro si preoccupano di inserire personale che ci costerà sempre molto , le tasse salate portano fughe , troppi a prendere soldi con vitalizi e doppie pensioni politiche e sindacali.

Noidi

Gio, 11/12/2014 - 11:18

@pasquale.esposito: Non sapevo che Lei fosse un'imprenditore, pensavo avesse lavorato per decenni alla catena di montaggio della Ford. Evidentemente le Sue conoscenze in campo imprenditoriale Le hanno concesso di salire di livello e passare da metalmeccanico a parte integrante della direzione della Ford. Altrimenti non si spiegherebbe come un operaio della catena di montaggio voglia dare consigli su come si dirige una ditta.

gio 42

Gio, 11/12/2014 - 13:08

Buongiorno, perché non esportiamo le regioni, le provincie e i comuni? Saluti