Cdp investe 350 milioni nei fondi

Cassa Depositi e Prestiti ha deliberato di sottoscrivere un impegno di investimento massimo di 350 milioni di euro in due fondi promossi e gestiti dal Fondo italiano di Investimento Sgr, società partecipata al 12,50%. In particolare verranno impiegati 250 milioni per il lancio di un fondo di fondi «minibond» nel private debt e un contributo di 100 milioni per un fondo di fondi venture capital, che avrà una dote complessiva di 200 milioni. Aifi, l'associazione dei fondi di private equity, di venture capital e di private debt, esprime in una nota «grande soddisfazione» per la decisione di Cdp. «Grazie a questa iniziativa - afferma - i fondi potranno ricevere un impulso per l'avvio di nuove iniziative.
Ad oggi, rileva Aifi, operano in Italia meno di 30 operatori di venture capital, inclusi quelli di emanazione pubblica e regionale, numero che scende a circa 15 considerando solo gli indipendenti che, nel 2013, hanno investito 57 milioni di euro. I fondi di private debt (minibond) sono sulla carta, 23 di cui solo 3 hanno già raggiunto il primo closing. Con l'avvio di queste iniziative si può pensare di riversare sul mercato delle startup ulteriori 200/300 milioni di euro e su quello dei minibond, circa 3/4 miliardi di euro se tutti gli operatori raggiungeranno il loro obiettivo di raccolta.