«Chevrolet meglio di Opel No addio al brand nell'Ue»

Una buonuscita in media di 150mila euro: è l'ammontare che la casa madre General Motors offre come «liquidazione» ai concessionari Chevrolet in vista dell'addio del marchio automobilistico dal mercato europeo a partire dal gennaio 2016. E fioccano le lamentele della rete, visto che questi imprenditori hanno puntato e investito negli ultimi anni sul marchio. «La cifra offerta non copre per nulla le spese effettuate», l'osservazione più ricorrente. Intanto, in una lettera aperta, prende posizione anche il «Forum Cruze (in onore al modello) Italia» con 3.400 iscritti. «Ci sono migliaia di utenti Chevrolet inferociti - si legge -: le quotazioni delle loro auto stanno scendendo drasticamente. Gm vuole che in Europa ci sia solo un marchio, Opel, che in fatto di vendite è dietro Chevrolet».

Commenti

killkoms

Gio, 20/03/2014 - 20:16

non tutto ci che è crucco è oro che luccica!

cgf

Ven, 21/03/2014 - 23:27

OPEL è tedeschia e se angela si arrabbia non si vende più nulla in quel mercato.. ma poi cosa farebbe? scende dall'arrabbiatura e va a piedi! mica tutti potranno permettersi BMW/Mercedes ed il gruppo Volkswagen non è più sinonimo di "vettura del popolo".

killkoms

Sab, 22/03/2014 - 12:37

@cgf,la"auto del popolo",è praticamente la fiat tedesca che incanta gli italiani!e pensare che persino un giornalista di una rivista automobilistica tedesca,che anni fà teneva una rubrica su quattroruote,quando fù lanciata la quasi fallimentare "pheaton" si domandò sull'opportunità (per un gruppo che possedeva anche marchi premium) di una "auto del popolo" da oltre 100 milioni di lire!