Cina, l'Italia è pronta ad emettere i Panda bond

Il Paese si sta preparando a emettere le obbligazioni per sostenere le aziende già presenti in Cina e quelle che intendono entrare nel paese asiatico

La Via della Seta porta con sé i Panda bond. In occasione della visita del presidente cinese Xi Jinping a Roma, saranno firmati gli accordi tra imprese e istituti di Cina e Italia. Per far si che le due economie siano più unite, l'Italia si sta preparando a emettere i Panda bond, le obbligazioni per sostenere le aziende già presenti in Cina e quelle che intendono entrare nel Paese asiatico.

Come spiega l'Huffingtonpost, l'Italia sarà il terzo Paese a emettere i Panda bond dopo Polonia e Filippine. I particolari tecnici di tali obbligazioni saranno concordati e resi noti nei prossimi giorni, ma la struttura è già contenuta in un accordo che sarà sottoscritto entro domani dalla Cassa depositi e prestiti e dalla Bank of China.

Toccherà alla Cdp emettere queste obbligazioni in renminbi, la valuta locale cinese. Chi dovrà sottoscriverle, mettendoci così i soldi, saranno gli investitori istituzionali del Dragone e tutto ciò che sarà raccolto andrà a finire nelle casse delle imprese italiane che già operano in Cina.