La Commissione Ue approva il piano Juncker

Ventuno miliardi di euro di risorse comunitarie da far fruttare fino a 315 miliardi. Ma non c'è alcuna certezza

Ventuno miliardi di euro di risorse comunitarie da far fruttare fino a 315 miliardi, con un effetto moltiplicatore complessivo di 15 volte la posta messa sul piatto dall'Ue. Questo il fattore chiave della strategia per gli investimenti della Commissione europea e del suo presidente, Jean-Claude Juncker. L'esecutivo comunitario intende creare un nuovo fondo specifico chiamato Fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis o Efsi, secondo acronimo inglese), gestito dalla Banca europea per gli investimenti (Bei). Il fondo avrà un capitale complessivo di 21 miliardi, cinque dei quali della Bei.

Insomma, di soldi veri e nuovi ce ne sono pochissimi: tredici miliardi, per la precisione. Altro che piano da 300 miliardi. I sedici miliardi dell'Ue non saranno tutti cash: ci sarà un cuscinetto da otto miliardi costituito da risorse già esistenti da riallocare (2,7 miliardi verranno presi dal programma per la ricerca Horizon 2020, altri 3 miliardi dal programma Cef per il finanziamento delle reti di trasporto) e da risorse da reperire nei prossimi esercizi finanziari (2 miliardi provenienti dai "margini di bilancio", vale a dire quanto ancora non messo in bilancio per il 2015, il 2016 e il 2017). Si tratta di una garanzia di liquidità immediata, a cui si aggiunge l'impegno per altri otto miliardi. Con questi 21 miliardi la Bei emetterà obbligazioni per reperire sul mercato fondi per 60 miliardi (effetto moltiplicatore di 3), fondi usati per finanziare i singoli progetti infrastrutturali (rete energetiche, di telecomunicazione e trasporto) con capacità di effetto leva sugli investitori di cinque volte il valore e arrivare a 315 miliardi di euro.

Il Fondo europeo per gli investimenti strategici sarà un'entità separata dalla Banca europea per gli investimenti (Bei) per garantire il rating di tripla A della stessa Bei ed evitare di esporre l'istituto creditizio a rischi. Il piano della Commissione risponde a tre esigenze (o pilastri): mobilitare investimenti senza produrre nuovo debito pubblico, sostenere progetti in aree ritenute "chiave" quali infrastrutture, ricerca e innovazione, e rimuovere le barriere non finanziarie agli investimenti. Juncker punta tutto su un'operazione finanziaria dove l'Unione europea con il nuovo Fondo europeo per gli investimenti strategici (Feis) si fa carico dei progetti più rischiosi. "Il fondamento logico del Feis è di intercettare i progetti più rischiosi e soffermarsi su attività che sono di maggiore interesse strategico". Il fondo "si assume la parte di rischio complessa", vale a dire si fa carico della garanzia "sotto forma di debito subordinato", vale a dire l'insieme dei finanziamenti il cui rimborso e la cui remunerazione sono postergati rispetto ai debiti senior, saldati subito. Questo, secondo la Commissione, dovrebbe indurre i privati a partecipare alla parte meno rischiosa dell'investimento, le tranche di senior debito senior del progetto di finaziamento. Nella pratica la logica dietro l'operazione è quella che muove i project bonds, le emissioni obbligazionarie emesse dalla Banca europea per gli investimenti e Commissione come strumento di finanziamento. I project bonds rappresentano un modello di intervento congiunto basato non su un'unica garanzia ma sulle tranches: il prestito è suddiviso in più tranches con diversi gradi di rischio e la Bei si fa carico della parte più rischiosa. Il meccanismo alla base del piano rispecchia lo stesso funziomento alla base dei project bonds.

"Il piano che stiamo approvando qui non riguarda il bene di un Paese, ma il futuro di tutta l’Europa: molte delle nostre difficoltà vengono da noi stessi, ma se non andiamo avanti rischiamo di tradire il sogno europeo", ha detto ieri il premier Matteo Renzi nell’assemblea con gli eurodeputati S&D.

Commenti

carpo27

Mer, 26/11/2014 - 09:07

Quando sento parlare di "effetto leva" mi si accappona sempre la pelle... La leva di cui parlano i grandi ella finanza di solito è la stessa che, dopo aver "fatto leva", la maggior parte del popolo se la trova nel c..o. Resto convinto che 1€ = 1€ anche dopo infinite piroette finanziarie, e che molti dei problemi economici dei nostri giorni derivino proprio dalla deriva tra valori reale e valori di mercato (virtuali).

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 26/11/2014 - 09:37

Siamo nel campo della magia, dove raccontano fantasie. Il buon Grilli non spiega com'è possibile che 21 miliardi si tramutano in 60 emettendo obbligazioni ma senza creare debito. Mi chiedo chi li sottoscrive 39 miliardi senza essere creditore? Ma il bello viene dopo, perché questi 60 miliardi, per 'effetto moltiplicatore' si trasformano in 300. Anche qui senza creare debiti. Qui francamente Juncker deve aver trovato la pietra filosofale che trasforma l'ottone in oro, con l'avvallo entusiastico di Renzi. Mi sembrano fumo negli occhi per non far capire la fregatura.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 26/11/2014 - 09:59

@Anna 12. Non si tratta di magia, ma di un meccanismo ben conosciuto in economia, cioè l'effetto moltiplicatore degli investimenti(http://it.wikipedia.org/wiki/Moltiplicatore_keynesiano). Così a occhio, mi sembrano previsioni piuttosto ottimiste, comunque l'effetto esiste, fidati, lo riconoscono un po' tutto gli economisti, anche se penso sia difficile quantificarne con precisione gli effetti.

ghorio

Mer, 26/11/2014 - 10:42

Siamo alle solite: le barzellette di presunti investimenti. Aspetto la presa di posizione del "fustigatore", solo a parole, Renzi, dall'alto della presidenza italiana per il semestre in corso.

vince50_19

Mer, 26/11/2014 - 10:48

Neanche nato questo piano che già solleva molti dubbi. Se non attrae investimenti privati quei 21 miliardi altro che moltiplicarsi 15 volte, resteranno tali e quali.. Comunque, pur immerso nei miei dubbi che non mi fanno cambiare idea su questa Ue come facente parte di una Troika svuota tasche, staremo a vedere: non manca molto per capire se questo piano è frutto di "cognac" o di "sobrietà e lungimiranza".

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 26/11/2014 - 10:57

liberopensiero77: l'effetto moltiplicatore non può essere di 15 volte ma molto ma molto meno. Questi con le loro politiche ci hanno portato alla canna del gas ed ora ci riempiono gli occhi e le orecchie con 300 miliardi inesistenti, ne ne hanno solo 21 - Squallidi.

Gioa

Mer, 26/11/2014 - 11:04

il cognac al mattino alla sera con l'effetto moltiplicazione...junker si vede anche lui super moltiplicato....QUESTO SI CHIAMA EFFETTO ALCCOL!!. Ancora restiamo in questa ue per per permettere a gente come il personaggio della foto di scolarsi con i soldi nostri: FIUMI DI COGNAC!!.

Gioa

Mer, 26/11/2014 - 11:06

non so come la commissione possa approvare il piano del "COGNAC"....CLAUDIO VILLA (ITALIANO E NON DEGLI STATI MEMBRI) CANTAVA UNA CERTA CANZONE:..."SE TU DAI UNA COSA A ME IO TE NE RIPRENDO IL TRIPLO CON L'EFFETTO/COGNAC/MOLTIPLICAZIONE!!.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 26/11/2014 - 11:12

soldi freschi ce ne saranno, ma solo per la Germania e per i suoi fedelissimi:_ non non siamo dei fedelissimi e pertanto non abbiamo il diritto di aspettarci aiuti reali di qualsiasi genere: aiutati che il ciel ti aiuta: ciò significa che la sola cosa che dobbiamo fare è considerarci dei nemici e fuggire a gambe levate dalla zona euro costruendo intorno a noi, alla fine, ponti d'oro

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Mer, 26/11/2014 - 11:14

21 miliardi x l'effetto moltiplicatore + 15 volte, ma mettiamone anche 20 o 30, faranno 361 miliardi di bilioni di bigliardi che, questi bombardieri, non ultimo il nostro piccolo Vespa toscano, ci infileranno nelle buche.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 26/11/2014 - 11:14

Ho sempre avuto diffidenza da chi si fa fotografare con il dito alzato! (fino all'anno scorso c'era la ministra nera ...sempre con il dito alzato!)

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mer, 26/11/2014 - 11:23

Insomma... vogliono fregare quelli che credono negli investimenti e quegli altri che si fanno abbindolare da promesse di facili guadagni. Questo non è un investimento, è "logica bancaria" e pagherà sempre Pantalone.

magnum357

Mer, 26/11/2014 - 11:46

Ma Renzi l'è proprio un giuggiolone: ma quali soldi freschi !!!!!!

Gioa

Mer, 26/11/2014 - 12:08

gli effetti della "moltiplicazione" lo garantiscono gran parte degli economisti....se non si può quantificare gli effetti...ma sti economisti che garantiscono?...garantiscono che nel caso e come al solito PANTALONE CHE CI STA A FARE?...PER PAGARE!!

Gioa

Mer, 26/11/2014 - 12:12

la mia politica consite in questo: garantire quando ci sono certezze...con il dito puntato e con il cognac nel corpo non garantisco nulla!!. Meglio essere astemi così se i personaggi garantiscono e falliscono...forse un minimo di riconoscimento per lo sforzo fatto esisterebbe. Se jiunker garantisce con la "pancia piena di cognac" chi gli riconoscerebbe un eventuale sforzo di garanzia?. Noi Italiani che ci togliamo da questa ue del PANTALONE CHE DEVE SEMPRE PAGARE SENZA NEANCHE DOMANDARSI IL PERCHE'...PAGARE E ZITTI!!!. renzi peccato che esisti insieme a questa banda di burocrati che di burocrati veri no hanno nulla!!. PUTIN GRAZIE DI ESISTERE!!.

Ritratto di wjwajma$$onj

wjwajma$$onj

Mer, 26/11/2014 - 13:22

gli italioti si sono stretti il cappio attorno al collo da soli, siamo in pugno ai neuromafiomassoni, compreso questo MASSONE UBRIACONE LUSSEMBURGHESE

Gioa

Mer, 26/11/2014 - 14:37

wjwajma$$onj GRANDE. E' PROPRIO VERO STO JUNCKER MASSONE UBRIACONE LUSSEMBURGHESE...AL MATTINO SI VEDE MOLTIPLICATO PER SE STESSO. ALLA SERA VEDE DAVANTI A LUI:..."LA MOLTIPLICAZIONE DEI PANI E DEI PESCI"!!. PRIMA L'ITALIA SI TOGLIE DA QUESTI MASSONI MAFIOSI PRIMA RIPRENDEREMO A VIVERE!!. PUTIN GRAZIE DI ESISTERE!!.

albertzanna

Mer, 26/11/2014 - 14:45

Il famoso moltiplicatore Keynesiano che ha prodotto danni economici a livello di tsunami ripetuti ogni giorno. Da dove credono che venga il debito pubblico stratosferico italiano, che ha demolito il miracolo economico italiano degli anni 60/70 creato, allora, da gente che lavorava sul serio e produceva. Lo domando ai fenomeni tipo Liberopensiero77 (che si autoproclama economista) al quale ricordo che Fidel Castro un giorno chiese, ai suoi accoliti, chi fosse un economista, e Ernesto Guevara alzò subito la mano. Quando anni dopo l'economia cubana fu in ginocchio definitivo, Castro chiese spiegazioni a Guevara, il quale gli rispose: ma io avevo capito che tu chiedessi chi era comunista!....... Non è una battuta, ma è Storia. AZ

albertzanna

Mer, 26/11/2014 - 14:52

Tutti ad esultare perché Juncker, partendo da 20 mil di euro, arriva a garantirne 315. Ammesso e non concesso che, conteggiando con il pallottoliere, il miracolo avvenga, quanti di questi soldi finiranno nell'economia reale, cioè erogati a chi sa veramente moltiplicare i soldi con il lavoro ed i profitti? Neppure un centesimo, perché il tutto finirà alle banche clienti BCE che, cosa già accaduta, li utilizzeranno per i cavoli loro, e la clientela normale non fa parte dei cavoli loro delle banche. Scommettiamo? Albertzanna

igiulp

Mer, 26/11/2014 - 14:58

Ricordiamoci che a capo della commissione europea che studia i criteri di tassazione in UE, sta un certo Mario Monti. E' detto tutto. Prepariamoci al peggio!!!!!

aitanhouse

Mer, 26/11/2014 - 14:59

a ciascuno il suo .....forse a questo altro illustre chiacchierone hanno regalato una stampante 3D :lui ci metterà un pò di carta, un pò di colore e col campione di una 500 euro raccoglierà tante e tante banconote... fino a quando non lo cacceranno a pedate nel didietro.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 26/11/2014 - 15:03

..... ma non c'è alcuna certezza ..... dipende ..... dal numero di bicchierini

Duka

Mer, 26/11/2014 - 15:26

Altro fanfarone ( questo però è Europeo) . Per farsi eleggere aveva sparato 300 Mln. da distribuire. Sottacendo che, caso mai ci fossero stati , si sarebbero dovuti dividere per tutti i paesi dell'unione, insomma una furbata renziana. Ora che si accomodato emerge il trucco, disponibili sono circa 16Mln.

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 26/11/2014 - 16:12

GRULLO non ti credevo cosi STUPIDO, la BCE Banca Privata, non ti da i soldi perchè tu possa emergere, li concede solo in prestito da restituire quattro cinque volte la somma avuta. La BCE ha imparato dall'America e dalla Germania che elargiscono soldi PROPRI a coloro che li chiedono, pretendendo una restituzione triplicata dell'avuto. La Germania deve avere oltre CINQUANTA MILIARDI di Euro dalla GRECIA che non può RESTITUIRE ed i KRUCCHI hanno già pensato, di impossessarsi du DUE ISOLE GRECHE. Nessuno ti da soldi GRATIS, la BCE è UNA MAFIA Europea che si basa RICCATTANDO tutti coloro che ne fanno parte.

linoalo1

Mer, 26/11/2014 - 16:32

Mi sembra tanto il gioco dei Bussolotti!Ma i soldi,alla UE,chi li dà?Come sempre,i Paesi Membri,fra cui,anche l'Italia!E noi,dobbiamo farci governare da gente del genere?Ecco uno dei motivi per cui,l'Europa è malvista nell'Europa stessa!Lino.

Lorenzo Cafaro

Mer, 26/11/2014 - 16:49

Nun ve preoccupate, ce pensano gli stampatori nostrani. Tiè.

eloi

Mer, 26/11/2014 - 16:59

Juncher dirottali in Lussemburgo.

Massimo Bocci

Mer, 26/11/2014 - 17:04

TRUFFA EURO LA CRESCITA,la presa dei fondelli dei millantati stati sovrani, il patto della crescita che prevede (COME IN BANCA PRIMA DI PRELEVARE,VERSA QUELLO DA PRELEVARE PIU LE SPESE E GLI INTERESSI) e qui ITALIOTI, siamo in UE-I SIGNORI DELLE TRUFFE, e il divario è 1 a 6 capito bene prima di attingere a quell'UNO bisogna versarne SEI di pari importo, (come la truffa dei finanziamenti comunitari versi 2,5 miliardi mese per riaverne? se gli aggrada il 50% ,il resto se lo pappa Bruxelles e dintorni), dunque questa nuova truffa prevede (a fondo perduto?) 1/7, dei 7/7 l’opera? SEGUE

Massimo Bocci

Mer, 26/11/2014 - 17:06

.....CIOE ANCHE IN QUESTO CASO DA SERVI DOVREMO AUMENTARE LE TASSE SUL MACINATO AI PADRONI ESATTORI!!!, una riflessione da Italiano viene spontanea....SIANO SEMPRE MALEDETTI QUEI TRADITORI CHE HANNO SVENDUTO L'ITALIA E GLI ITALIANI!!! Che non abbiano mai pace in ETERNO!! AMEN FINE

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 26/11/2014 - 18:04

@albertzanna, a parte che io non mi proclamo "economista" (ho solo fatto l'esame di economia all'Università), ribadisco che l'effetto moltiplicatore degli investimenti è riconosciuto da tutti gli economisti, compresi quelli liberisti, e si studia all'Università. Sono tutti cretini? Solo Lei è l'unico che ci capisce? Riguardo il boom economico del dopoguerra poi, esso era dovuto a una serie di fattori, fra cui proprio gli investimenti pubblici, come il Piano Marshall, gli aiuti della CEE e il Piano casa di Fanfani. Studi di più e non faccia il saputello, se non ci capisce abbastanza ...

igiulp

Mer, 26/11/2014 - 18:30

Trecentoquindici miliardi di palle !!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 26/11/2014 - 19:19

Un altro ciarlatano, solo che questo è lyssemburghese, anzichè di Pontassieve.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 26/11/2014 - 19:29

L'inquisizione europea (non santa) presieduta da Juncker ha emanato il regolamento. Aspettiamoci un ritocchino alla finanziaria e prepariamoci a riaprire le tasche. - saluti

leo_polemico

Mer, 26/11/2014 - 19:33

Mi risulta che solo il Nazzareno (quello vero, Gesù Cristo) sia stato capace di moltiplicare pane e pesci per sfamare i discepoli in occasione del "discorso della montagna". Non credo proprio che i politici, anche se "europei", sino in grado di far miracoli....

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 26/11/2014 - 20:26

Però, non tutti sanno che il nocciolo della questione sta nel fatto che l'Italia DOVRA' versare subito un certo numero di miliardi e SE verrà approvato uno o più suoi progetti, riceverà l'aiuto UE, tutto questo comunque non garantirà che quanto l'Italia riceverà coprirà l'importo che avrà versato !!!!! ALTRA PORCHERIA MARCATA UE, CON L'APPOGGIO DEI DELINQUENTI NOSTRANI !!!!!

albertzanna

Gio, 27/11/2014 - 15:21

LIBEROPENSIERO77 - è quel 77 che mi rende scettico con lei, perché se rappresenta la sua data di nascita, come penso, significa che lei è un laureato post “rivoluzione culturale del 68”, quando la cultura classica è stata presa e gettata in discarica ed al suo posto è entrato in azione la cultura rossa, che tiene conto solo ed unicamente dei pensatori sociali, e Keynes, autodefinito liberalista, in effetti era un sostenitore del “mercantilismo”, che significa socialismo economico. Io mi sono laureato in Economia e Commercio nel 1972, già da 6 anni impegnato a sviluppare la mia prima azienda, evitando gli esami politici di gruppo inventati dai fuori corso perenni 68ini, e mi definisco un “economista” che accetta l’intervento della stato, per motivare la crescita, solo quando sia assolutamente distaccata dalla politica, che in Italia, la sua Italia, è concetto risibile. Per la mia seconda laurea, ingegneria, ho preferito una severissima università americana. AZ