Confcommercio, Sangalli: "Evitare gli aumenti Iva Così addio alla ripresa"

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio mette in guardia il governo dall'aumento delle aliquote dell'Iva: "Così rischiamo di dire addio alla ripresa"

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio mette in guardia il governo dall'aumento delle aliquote dell'Iva. Durante il suo intervento nel corso dell'apertura del Forum di Cernobbio, Sangalli ha affermato: "La priorità per la legislatura che si apre oggi è quella di evitare i programmati aumenti delle aliquote Iva". E ancora: "Se le clausole non venissero disinnescate, dal primo gennaio 2019 avremmo 12,4 miliardi di euro di imposte aggiuntive", ha ricordato, aggiungendo che "a quel punto potremo dire addio alla ripresa". Poi Sangalli di fatto ha anche lanciato l'allarme sul rinvio di ogni decisione sulle clausole di salvaguardia. Secondo il presidente di Confcommercio una mossa di questo tipo potrebbe avere effetti negativi soprattutto sul clima di fiducia di famiglie e imprese.

Poi Sangalli ha rivolto un appello alle istituzioni e alla politica perché assicurino stabilità e governabilità al Paese: "Bisogna rendere più esplicita la via delle riforme e della modernizzazione del nostro Paese. Cominciando ad aggredire e risolvere quei difetti strutturali della nostra economia - gli eccessi di tasse e burocrazia, i deficit di legalità, infrastrutture e capitale umano - che significano per il nostro Paese una perdita di 180 miliardi di Pil ogni anno". Insomma, il mondo dei commercianti teme un nuova crisi sui consumi. E questa volta, con la'umento dell'Iva, uno scenario di contrazione dei consumi sarebbe davvero inevitabile...

Commenti
Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Ven, 23/03/2018 - 14:24

Maffeo Pantaleoni: (1857-1924), economista italiano: "Qualunque ixxxxxxxe può inventare e imporre tasse. L'abilità consiste nel ridurre le spese, dando nondimeno servizi efficienti, corrispondenti all'importo delle tasse". Siamo sgovernati da ixxxxxxxi di lungo corso!

jenab

Ven, 23/03/2018 - 15:19

invece ci sarà l'aumento iva, per poi dare la colpa ai 5stelle.

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 23/03/2018 - 15:44

Siete l'unico paese del mondo che, grazie a politici inetti e all'europa, adotta l'IVA al 22% vale a dire quasi un quarto del PIL solo questo balzello sarebbe sufficiente a finanziare uno stato onesto ed attento ai conti. Tutte le altre tasse sono solo un furto per gratificare con regali l'europa, la chiesa,i clandestini, ANPI, Centri asociali, vitalizi etc etc Mao Li Ce Linyi Shandon China

jaguar

Ven, 23/03/2018 - 17:06

Quando mai c'è stata ripresa? Qualcuno crede ancora ai dati dell'Istat?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 23/03/2018 - 18:35

Tagliare gli sprechi, togliere privilegi alla casta e rimandare a casa tutti i clandestini e non continuare a farli entrare.In 10 anni si risparmiano dai 50 ai 100 miliardi in 10 anni.nopecoroni

curatola

Lun, 26/03/2018 - 07:48

Solo i babbei credono che aumentando l iva si sistemino le entrate. Aumenteranno semplicemente le quote extra fattura e l'incasso totale resterà uguale o minore. Del resto il cittadino è abituato a mostrare sempe meno imponibile grazie agli sprechi e ai privilegi di uno stato insolvente e ritardatario oltre chè ingombrante. Basta ipocrisie e socialismo peloso. Basta legiferare ad oltranza e più occupazione peer gli italiani resiidenti.