Confindustria: "Con bail in più rischi: così si frena la crescita"

Il Centro studi di Confindustria lancia l'allarme: "Le nuove regole sulle banche frenano il Pil"

"Le nuove regole sulle banche aumentano i rischi per l’economia e frenano la crescita in Italia". È l'allarme che lancia il Centro studi di Confindustria, secondo cui il cosiddetto bail in - che impone ad azionisti, obbligazionisti e correntisti sopra i 100mila euro di contribuire ad appianare eventuali perdite - "aumenta i costi potenziali per i contribuenti rispetto ai tradizionali salvataggi bancari" mentre la soluzione della questione delle sofferenze bancarie "è ostacolata dalle norme Ue".

"Alcune regole per le banche adottate di recente in Europa e altre che sono in discussione, tutte in teoria mirate a rafforzare il sistema bancario e ridurre i rischi per l’economia sono in realtà controproducenti", spiegano gli analisti di viale dell'Astronomia, "Non solo per le economie dei paesi periferici, dove oggi si registrano le maggiori difficoltà, ma anche per quelle dei paesi core, che più hanno ispirato quelle regole". Limitare l'acquisto di titoli di Stato da parte delle banche, poi, non aiuta perché "non spezza il legame tra debito bancario e debito sovrano" e "non farà fluire più credito all’economia, anzi lo ridurrà".

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 19/02/2016 - 17:08

Il bail in è stato voluto dalla germania per creare un precedente che,a cascata,colpirà inevitabilmente tutti.Statisticamente,e su questo si basa la scelta tedesca,tra le nazioni prima colpite,grecia a parte perchè chi doveva mangiare gia lo ha fatto,la prossima sarà l'italia, piatto ricco per i paesi del nord e tedesco in particolare. nopecoroni.it

unosolo

Sab, 20/02/2016 - 15:07

sbaglio se penso che a rimetterci sono le industrie , negozi , insomma che accantona soldi per il TFR dei dipendenti ? cioè tutte le attività che depositano soldi nelle banche , quindi come se rischiassero soldi fermi per riparare le perdite delle banche , mazza che volpi , praticamente cacciano i depositi o costringono ad aprire mille conti col max di 100,000 euro , che pena, tutto per correre al riparo invece di incentivare i depositi li svuotano. forse guardo al posto sbagliato.