Consulta, Fiat studierà in ferie le «motivazioni»


Fine luglio o primissimi giorni di agosto, verosimilmente il 26 di questo mese o venerdì 2 del prossimo. Sono le uniche due finestre, prima della pausa delle ferie, entro cui la Corte costituzionale dovrebbe depositare le motivazioni della sentenza che, il 4 luglio scorso, ha dichiarato illegittimo l'articolo 19 dello Statuto dei lavoratori, per la parte in cui nega la rappresentanza sindacale aziendale alle sigle che non hanno firmato le intese contrattuali collettive. Un verdetto storico, quello emesso dalla Consulta, che ha di fatto assestato un durissimo colpo al gruppo Fiat e, al contrario, resa felice la Fiom e il suo segretario generale Maurizio Landini. Nell'ipotesi remota di uno slittamento da parte della Corte, l'analisi delle motivazioni sarebbe rimandata a settembre.