Consumi, Confindustria: "Nel 2012 flessione più grave del Dopoguerra"

Il Centro Studi Confindustria: tra il secondo trimestre 2012 e lo stesso periodo del 2011, in Italia i disoccupati sono 758mila in più. Peggiora la stima del Pil, slitta la ripresa

"L’economia italiana resta in profonda recessione e non sono ancora netti i segnali di inversione del ciclo". Il critico giudizio arriva dal Centro studi Confindustria, secondo cui "l’incertezza rimane elevata", non solo per lo scenario globale, ma anche per le prossime elezioni, visto che tra l’altro "non è chiaro con quali norme si andrà al voto".

Consumi in picchiata

Brutte notizie per quanto riguarda i consumi procapite che nel 2012 registreranno "la flessione più
grave del dopoguerra (-3,6%) e nel 2013 torneranno sui livelli del 1997"
. In tutto questo, la spesa delle famiglie diminuirà del 3,2% nel 2012 e dell’1% nel 2013.

Carrello della spesa

Anche i dati dell'Istat riguardanti il carrello della spesa non sono incoraggianti. Anzi, il carrello è sempre più salato: i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori rincarano del 4,2% su base annua, un rialzo superiore al tasso d'inflazione (3,2%) e a quanto registrato a luglio (4%). Sale ad agosto l'inflazione, che registra un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 3,2% nei confronti di agosto 2011 (era +3,1% a luglio). L'inflazione acquisita per il 2012 sale al 3,0%.

Pil

Confindustria conferma la stima sul pil 2012, ma peggiora la previsione sul 2013. Stando ai dati del Centro Studi, quest’anno il Pil scenderà del 2,4% (stesso dato di giugno), mentre il prossimo si prevede -0,6%, contro il -0,3% precedente. "In sostanza - si legge - la recessione si prolunga e la ripresa è ritardata alla prossima primavera". "Fino a oggi, le conseguenze della crisi sul Pil italiano (-6,9% dal picco del terzo trimestre 2007), risultano di entità superiore agli effetti della prima guerra mondiale, mentre sono state molto meno dirompenti di quelli della seconda (Pil -45%), anche se probabilmente risulteranno più persistenti, date le diverse velocità di recupero", ha affermato il Centro studi di Confindustria.

Disoccupazione

Grave anche il quadro della disoccupazione. Tra il secondo trimestre 2012 e lo stesso periodo del 2011, in Italia i disoccupati sono 758mila in più. Secondo i calcoli di Confindustria, a fine 2013, la forza lavoro non utilizzata (disoccupati + cig) salirà al 13,9%, dal 12,8% di fine 2012.

Commenti
Ritratto di aliberti.

aliberti.

Gio, 13/09/2012 - 11:30

ringraziamo l'autodefinitosi "statista" "reo confesso" e chi lo spalleggia in parlamento colpevole come e più di lui...

claudio faleri

Gio, 13/09/2012 - 11:39

la colpa e nel passato e di questo governo la cui manovra è servata a pagare in buona parte gli stipendi dei parassiti statali

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 13/09/2012 - 11:41

Non avete capito il solito razzo. E' noto, come si evince dalle nozioni di clinica medica, che per assicurare la guarigione ed un benessere duraturo al paziente è necessario ridurlo in fin di vita.

vitripas

Gio, 13/09/2012 - 11:44

fra tasse e redditometri balzelli e rincari spendo meno possibile mangio molto meno mi sento meglio cammino a piedi e compro tutto usato ed il nuovo all'estero tramite internet così non regalo iva allo Stato mio nemico che sta affamando la mia famiglia

vitripas

Gio, 13/09/2012 - 11:46

per aliberti. IO HO SMESSO DI VOTARE LO STATO ED I POLITICI CHI MI RIEMPONO DI TASSE E MI TRATTANO COME UN EVASORE MENTRE GETTA I SOLDI IN AFGANISTAN E PER SFAMARE ED AIUTARE I PROFUGHI ISLAMICI SEGUACI DI SATANA

Nadia Vouch

Gio, 13/09/2012 - 11:48

Ormai le persone, io compresa, vanno a fare la spesa acquistando solo ciò che è in offerta. Si deve progettare l'acquisto di un paio di scarpe invernali o di un cappotto. Perché, o si pagano le spese della casa, della macchina, della scuola, dei servizi in generale, o ci si calza e veste. Viviamo non più con e questo più questo, bensì con o questo oppure quest'altro. Obbligati per forza a scegliere e a rinunciare. Intanto, ho notato che sta tornando un dei vecchi mestieri: il sarto. Così come il calzolaio e tutti coloro che, con abilità, sanno rimettere a nuovo gli oggetti usati. Solo che, nove su dieci, sono persone non italiane.

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Gio, 13/09/2012 - 12:06

vitripas - egregio, purtroppo l'astensione è equiparabile ad un voto per la casta e dunque a mio parere non è l'opzione corretta per SCHIODARLI DALLA POLTRONA E MANDARLI TUTTI A... CASA!!!

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Gio, 13/09/2012 - 12:17

vitripas - egregio, l'astensione non è una opzione utile a liberarci della casta partitocratica ed intrallazzante rea di aver condotto il nostro paese alla rovina morale e materiale

wotan58

Gio, 13/09/2012 - 12:19

Aliberti, è vero, ma chi è che non fa parte della casta????? Forse Grillo... ma allora turo il naso e mi tengo la casta, scegliendo il meno peggio, come quando si votava DC per non votare PCI o PSI...e fermo restando che oggi non so proprio dove sbattere la testa.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 13/09/2012 - 12:21

L'autonominato "statista" ci sta rovinando, ma è ancora li. Resistiamo altri otto mesi poi alle elezioni ci toglieremo i macigni dalle scarpe !!!!!!!!

a.zoin

Gio, 13/09/2012 - 12:29

Di tutto questo ,si deve ringraziare Monti con la sua GANG di tecnici. SE LA GENTE NON LAVORA,COSA SI ASPETTANO QUESTI>>>MAMMALUCCHI

analistadistrada1950

Gio, 13/09/2012 - 12:41

Quando si vedranno i fondoschiena fuoriuscire dai bidoni per la raccolta rifiuti, nella percatuale che il Prof. riterrà congrua, allora dirà che l'economia non va tanto bene (fallimento); ma i mercati e lo spread invece...: che i conti di Stato li metta a posto chiedendo soldi e vendendo cose, non è certo dimostrazione di capacità manageriale. Qualsiasi deficente che si è mangiatyo i soldi al gioco, a prostitute od in beni inutili, si comporta allo stesso modo ma la sua zucca vuota, conferma la totale negazione per la capacità imprenditoriale che anche solo il più piccolo dei commercianti al dettaglio deve avere. Se ne torni a dire le sue cose dove nessuno potrà mai contraddirlo con dati alla mano, men che mai gli amici dell'eurozona, delle banche, della finanza "bene" o, addirittura degli alunni che sicuramente per la sua classe stimeranno. Ma di quale economia è davvero esperto, quali teorie adotta? quelle del chieder soldi per mostrare che risana? Di certo è un gran furbacchione, Napo l'ha scelto nel mazzo eda anche velocemente...., dalla sera alla mattina, che capacità questo Napo nell'individuare le persone giuste da metttìere al posto giusto con un colpo di stato mascherato !!!

peroperi

Gio, 13/09/2012 - 12:42

Lo scrivevo gia' nel 2010. Se si tolgono i soldi dalle tasche di tutti i cittadini anche a coloro che i soldi li usano non per speculare o per portarli nei paradisi fiscali, è ovvio che a risentirne saranno merci e prodotti consumabili nel paese. Le mafie gestiscono 150 miliardi di euro all'anno (in 15 anni un importo pari al debito pubblico) ma il governo Monti non ha mai pensato di tassare chi fa uso di droga e che finanzia le mafie eppure sono ben 5000.000 coloro gli schedati che spendono minimo 5ooo euro /anno per i loro vizi. Se a cio' aggiungiamo che Monti permette a mafie e/o affiliati e comunque a privati di gestire 80 miliardi di redditi derivanti dal gioco (accontentandosi solo del 10%) capiamo che il potere del denaro nero in Italia la farà sempre piu' da padrone e i commercianti ed industriali onesti saranno sempre piu' vittime delle imposizioni mafiose.

Il giusto

Gio, 13/09/2012 - 12:58

Tranquilli...adesso torna silvio e con il suo ottimismo sistema tutto...

Il giusto

Gio, 13/09/2012 - 12:59

tranquilli...adesso ci mettiamo tutti in coda per l'iphone 5....

Ritratto di Marcop75mp

Marcop75mp

Gio, 13/09/2012 - 13:17

Normale tutto ciò, finchè adottiamo l'Euro e rimaniamo nell'eurozona la cosa non dovrebbe stupire nessuno. L'euro è la nostra rovina.. e il rigore impostoci la mannaia. FUORI DALL' EURO....! ! ! BASTA ! !

alfa553

Gio, 13/09/2012 - 13:33

Il popolo della moda e dell'aperitivo, il popolo del piagnisteo continuo che poi va in ferie in sardegna, forse pagava a debito, quindi fare bene i conti vuol dire vedere i consumi in contanti effettuati negli anni scorsi e confrontandoli con quelli di oggi, forse si evincera che poco è cambiato. Sono gli spendaccioni a debito che non possono spendere, ma su quelli non fonderei le economie di un paese.Riflettete almeno un poco.

Nadia Vouch

Gio, 13/09/2012 - 14:03

Per #alfa553. Non credo che tutti abbiamo fatto debiti. Vero è che molti italiani si sono consumati negli ultimi anni i risparmi. Essendo quindi persone che in passato sono state previdenti, in quanto ex-risparmiatori, non s'indebitano oggi come non si indebitavano allora. Semplicemente, e proprio per non andare a debito, dico che bisogna rinunciare, rinunciare e ancora rinunciare. Dipende poi da cosa uno fa, da molti fattori. Ma non facciamo, per cortesia, sentire chi oggi non ce la fa economicamente, come fosse un fallito, perché così non è. Può capitare davvero a tutti di trovarsi a contare gli spiccioli. Se Ella non appartiene a questa categoria, sono contenta per Lei. Ma non disprezzi altri. Grazie.

Massimo Bocci

Gio, 13/09/2012 - 14:48

Questi di Confindustria sempre di parte in malafede, non sono obbiettivi, loro devono considerare anche il prima, (come fanno i giornali comunisti per calcolare i danni di questi 10 INFERNALI MESI, prendono i disoccupati TUTTI FATTI dal clone (comunista catto) e li spalmano su 10 anni, cos’ì calano e la colpa se la becca il Bunga Bunga (che ha governato?? Per quello che gli ha permesso il REGIME (nulla), e poi quella di appioppare ad altri le responsabilità proprie del REGIME non guasta mai, cioè la famosa politica della media del REGIME di Trilussa, il regime calcolava la media, tra uno (LORO) che si era mangiano 3polli, con altri due (NOI) che erano digiuni, attribuendo che il regime faceva mangiare un pollo a testa;…….Che volete a TRUFFARE con le medie son tra le prime cosa che insegnano in un regime,poi ci son le superiori e così un crescendo di truffe infinite;…..Dunque la Confindustria ha calcolato solo il dopo e non come era lecito durante la guerra meglio se sotto un bombardamento ALLEATO, solo cos’ì si ricrea l’esatta miscela, per capire come possa essere nata QUESTA SPEUDO REPUBBLICA DI MAFIA & LADRI!!! Con la COSTRIZIONE e LA MINACCIA COMUNISTA, e allora il POPULISMO (si il Bue) cosa poteva FARE certo non scegliere SCEGLIERE (il REGIME era IRREVERSIBILE), proprio come adesso e la UE, EURO, e cos’i come ieri ci siamo dovuti accontentare solo dei NOME,…...REPUBBLICA??, DEMOCRAZIA??, MANGIARE 3 VOLTE AL GIORNO?? Ecc.ecc.

onurb

Gio, 13/09/2012 - 15:02

lfa553. L'economia è partita alla grande quando qualcuno ha inventato la vendita a rate.

Ritratto di robert1978

robert1978

Gio, 13/09/2012 - 15:58

ma quando scrivono consumi in picchiata e dicono che nel 2013 torneremo sui livelli del 1997, io che mi ricordi i fine anni 80 e tutti i 90 l'italia era in crescita nascevano fabbriche in continuazione il lavoro c'era l'economia e il made in italy tirava,e sopratutto si era più sicuri per le strade non si sentiva parlare di violenza gratuita, forse perché di stranieri ce ne erano pochi, vi ricordate, io lasciavo le chiavi di casa attaccate alla porta, si fallo adesso, entrano rubano ti massacrano e se ti ribelli ti becchi pure una denuncia, poi sono arrivati le navi piene di ALBANESI,dopo le etnie SLAVE poi i MAROCCHINI E POI E POI E POI ANDREMO VIA NOI, MAGARI IN ALBANIA DOVE CI ACCOGLIERANNO IN STRUTTURE DI ACCOGLIENZA PROVVISORIA CI DARANNO UNA DIARIA CI PAGHERANNO IL VIAGGIO IN TRENO E CI ASSUMERANNO IN REGOLA. QUINDI LA MORALE DELLA FAVOLA E' TRANQUILLI CHE IL FUTURO E ROSEO.

Rossana Rossi

Gio, 13/09/2012 - 16:05

Come mai, nel 2012 non c'è Berlusconi ma il vellutato salva-tutto Monti. Non era lui che ,grazie anche al nostro illuminato presidente Napolitano. doveva risolvere i nostri problemi finanziari? Alla faccia.........

anna tomasi

Gio, 13/09/2012 - 16:23

Beh lo dicono i dati. Questo governo tenico ha fatto più danni di un conflitto mondiale, evidentemente. E si pensa anche ad un monti-bis. Tutti colpiti da un attacco italiota di masochismo?Posso esclamare anch'io: NON CI STO!

bisesa dutt

Gio, 13/09/2012 - 16:32

questo articolo è la conferma dello storico fallimento delle politiche della destra laica e/o cattolica in italia durante il regno, il fascismo e le 2 repubbliche anche quindi i governi dal 1994 ad oggi a guida berlusconi+tremonti+bossi+fini+casini e monti noto cattolico borghese varesino di destra e rappresentante della nullafacete imprenditoria lombarda capace di esistere solo con i finanziamenti pubblici

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 13/09/2012 - 16:40

Ma che ripresa? La ripresa e' solo nel cervello bacato di quell'idiota che i hanno messo al governo. Stiamo affondando lentamente, con o senza spread.

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Gio, 13/09/2012 - 16:51

Rossana Rossi - lei, se ha una bottiglia di vino andata a male cosa fa butta la bottiglia o sostituisce il tappo? ecco, noi in italia abbiamo il vino andato a male (che sarebbe la casta che tuttora siede in parlamento) ed ha sostituito solo il tappo (cioè un cosiddetto "statista" con un'altro cosiddetto autoproclamato "statista")...chiaro il concetto?

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 13/09/2012 - 17:33

Pensate c'è un pirla che ha dichiarato che senza l'euro i prezzi sarebbero raddoppiati !!!!!

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Gio, 13/09/2012 - 18:12

Anche se non c'erano avvertimenti lo sapevamo già.

Ritratto di albireo6

albireo6

Gio, 13/09/2012 - 18:55

Continuamo a riverire e ringraziare tutti i...salvatori della Patria,Colle compreso.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 13/09/2012 - 19:06

quanti cagasotto. ma non eravate voi ad essere ottimisti, a consigliare agli altri di rimboccarsi le maniche, ad additare i disoccupati perchè non volevano lavorare e non avevano il sole in tasca? Bene, ora che la crisi colpisce anche voi frignate come donnette? Ricostruiamo questo paese come vogliamo che sia: non bisogna parlare, bisogna fare, giorno per giorno. Il resto sono solo chiacchiere partitiche.

chiara2012

Gio, 13/09/2012 - 19:07

monti stà perfarcela,con il supporto entusiasta dei partiti:il PDL o come lo chiameranno può fottersi.Ma non ci saranno elezioni ,o saranno bulgare,quindi fanno così e stanno lì (RIMA)o sperano di restarci.Ma non risulta che funzioni così.Truppe freschee più affidabili(avete presente l'ineffabile martone?)per continuae a risanare gli iloti.buonanotte

Ritratto di kywest

kywest

Gio, 13/09/2012 - 19:17

La curva di Laffer porcapaletta! Ma che alla Bocconi non va di moda? Ciuchi, somari..oppure traditori venduti. Fate voi. ESIP, ecco quello che serve.

Claudio53

Ven, 14/09/2012 - 07:37

Tutta questa menata parte dal debito pubblico. Sprecano il nostro denaro e poi ci impongono anche come fare per ripagarglielo. Io avrei in mente una cosa , ma non si può scrivere. Quando saranno chiuse la maggior parte delle aziende produttive ( non quelle aiutate dallo stato con i nostri soldi ) voglio vedere come risolveranno il problema dello stipendi alle sanguisughe che prendono stipendi senza produrre nulla. Speriamo che ci lascino votare !!

MEFEL68

Ven, 14/09/2012 - 09:22

Però, come dice Monti, stiamo meglio di 8 mesi fà. Forse lui e i suoi "castati" SI, io certamente NO. Un'altra cosa: il vero tracollo del PDL è cominciato da quando ha deciso di appoggiare, nonostante tutto, il governicchio Monti. Se continuerà a farlo, si porterà ai livelli di Casini e Fini. Ora, in soccorso delle illusioni degli italiani, ci sono gli outsider come Grillo e Renzi.

claudio faleri

Ven, 14/09/2012 - 10:26

grazie al grande maestro monti, di male in peggio e ancora non è nulla, il bello a da venire

MEFEL68

Ven, 14/09/2012 - 11:29

Ieri sono andato dall'oculista perchè non riuscivo a vedere la luce in fondo al tunnel. Con grande sorpresa ho trovato lo studio affollato. Molti pazienti, non trovando spazio nella sala d'aspetto, stavano seduti sui gradini delle scale. Ho chiesto e ho scoperto che tutti avevano il mio stesso "difetto". Caro Prof. non è che nella luce che lei ha visto c'era una Signora a mani giunte? Non sarà stata una visione la sua?

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 14/09/2012 - 11:49

Certamente non capisco una mazza per cui vorrei che qualcuno di questo forum mi spiegasse: Monti e tutti i suoi blaterano in continuazione l'aumento della produttività,ma quello che le aziende producono in più,poi a chi lo vendono se in Europa non siamo competitivi e gli italiani riducono pure la spesa alimentare.

Claudio53

Ven, 14/09/2012 - 12:09

Ancora qualche mese di pazienza e schiatteranno un bel pò di aziende che producono ricchezza. Meno lavoro = meno tasse da pagare = debito pubblico che continua ad aumentare. Il risultato sarà uguale a quello della Grecia.