Consumi - 2,7% in un anno: in picchiata il potere d'acquisto

Cresce il reddito a disposizione dei consumatori, ma crolla il potere di acquisto. Stallo dei consumi a luglio e agosto

Spesa al supermercato

Economia reale di nuovo in picchiata. Non c'è solo lo spread, infatti, a preoccupare. Gli occhi sono puntati sui consumi che, nel mese di agosto, sono diminuiti del 2,7% in quantità (-0,7% in valore) rispetto allo stesso mese del 2011 mentre sono cresciuti lievemente (0,2%) rispetto a luglio. L’indicatore sui consumi della Confcommercio ha, infatti, registratato un vero e proprio tonfo per i beni e servizi per la mobilità (-12,4% tendenziale). Secondo l’associazione è "insufficiente" il recupero nei mesi estivi. A confermare il trend negativo ci hanno pensato anche gli analisti dell'Istat il cui studio ha evidenziato che, sebbene nel 2011 il reddito lordo disponibile delle famiglie consumatrici italiane sia aumentato dell’1,9%, e la spesa per consumi finali sia cresciuta del 2,9%, la dinamica dei prezzi ha determinato un calo del potere d’acquisto dello 0,8%. L'anno scorso la propensione al risparmio è, infatti, crollata all’8,8% da 9,7% del 2010.

Secondo lo studio della Confcommercio, il dato sui consumi "evidenzia il tentativo delle famiglie di non comprimere, oltre una certa soglia, il consumo, soprattutto nei mesi estivi, dopo una prima parte dell’anno in cui hanno registrato una sensibile riduzione del proprio reddito disponibile, che si è tradotta in un netto calo della domanda". Nel breve periodo, secondo l’associazione, non ci sono elementi che facciano pensare a un’inversione di tendenza rispetto al profilo declinante che l’economia italiana sta seguendo dal terzo trimestre del 2011. L’indicatore della Confcommercio ha, quindi, segnalato una riduzione dell’1,4% per i consumi di servizi e un calo del 3,3% per quelli di beni. Calo consistente in quantità (insieme ai beni e servizi per la mobilità) si registra per abbigliamento e calzature (-4,3%) ma anche per alimentari, bevande e tabacchi (-3,9%). Calano i consumi per beni e servizi ricreativi (-3,4%) e per alberghi, pasti e consumazioni fuori casa (-2,4%). Tengono, invece, i consumi per la cura della persona (-0,4%) mentre aumentano i consumi per beni e servizi per le comunicazioni (+3,1%), soprattutto grazie al calo dei prezzi (in valore -2,4%).

Commenti
Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Gio, 04/10/2012 - 10:34

Poco male, c'e il proverbio che dice: finche' c'e vita c'e speranza...

andrea da grosseto

Gio, 04/10/2012 - 10:48

Grazie Monti. Lui e tutti quelli che lo appoggiano. Ah già, ora siamo ridiventati una potenza internazionale, non ci pensavo.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Gio, 04/10/2012 - 11:01

A proposito sono ritornato in Germania dopo una settimana alla Marina di Castagneto Carducci in Hotel pero' con quel tempo del belino sono ritornato qui qui invece e ' un tempo del ca.z.zo.

ffortini

Gio, 04/10/2012 - 11:07

Qualcuno prima o poi dovra' riconoscere il fatto che i fondamentali dell'economia stavano meglio quando c'era Berlusconi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 04/10/2012 - 11:18

Preso atto dei brillanti risultati conseguiti,al posto di Monti qualunque premier (in buona fede,s'intende), avrebbe tratto le logiche conseguenze attuando su di sè quello che nel linguaggio eufemistico della psichiatria viene definito un "atto anticonservativo.". Ma non è il suo caso.In quanto manca il requisito fondamentale:la buona fede.

gentlemen

Gio, 04/10/2012 - 11:22

Però adesso siamo un Paese "serio",alla fame ma serio.

ilsignorrossi

Gio, 04/10/2012 - 11:46

a monti che gli frega ,lui è senatore a vita ................altra italica buffonata

m.m.f

Gio, 04/10/2012 - 11:54

non avrei ma detto che con monti il mercato dell'auto e della nautica avrebbero sofferto!!!! IERI HO SCOPERTO CHE LA VESPA 250 FA PARTE DEI MEZZI DI LUSSO!!!!!! LA 300 QUINDI INTOCCABILE!!!!!!! I MOTOVEICOLI SUPERIORI AI 200 CC SONO CONSIDERATI DI LUSSO!!! NON SO SE CI RENDIAMO IN CHE CAZZO DI PAESE STIAMO VIVENDO E COSA DOBBIAMO SOPPORTARE DA NORMALI CITTADINI MENTRE QUESTI SI DANNO A LORO SCELTA STIPENDI FARAONICI NON SONO SOGGETTI AD ALCUN TIPO DI CONTROLLO E TUTTO CON I NOSTRI SOLDI!

Nonmimandanessuno

Gio, 04/10/2012 - 12:13

La casa e le auto sono diventate maggiormente le galline dalle uova d'oro,e tra poco, questi incapaci, ci faranno acquistare anche meno biciclette. Il dramma nel dramma è che, dopo il "Colpo di Stato" di napolitano, questi figuri si sentano degli dei, e tutti i parlamentari, ancora utili, quando, visto che ad operare sono i professori (del cazzo), loro per scelta conseguente sono delle perfette nullità. Inutili e senza vergogna. Mi si lasci dire che, a sinistra litigheranno pure fra santificati, gay, bersaniani, renziani- oggi riparla pure l'abbronzato veltroni, magari tornato dall'Africa senza esserci andato- ma alla fine andranno a votare in tanti. Nel centro destra invece, a votare non ci andrà un numero sempre più alto di persone.

Lenipo

Gio, 04/10/2012 - 12:20

Grazie alle tasse folli che siamo costretti a pagare e alla redditività dei beni , faranno fallire il paese...

@ollel63

Gio, 04/10/2012 - 12:29

...grazie, sinistrati d'Italia, la rumenta mondiale.

cgf

Gio, 04/10/2012 - 12:45

ed il governicchio delle tasse incassa -2,7 solo di IVA, la soluzione? altre tasse, aumentiamo la benza, l'IMU, anzi facciamo la IMU2 dove tutti devono pagare, ovvio, come la precedente, esistono "esenzioni"... tipo quella che gl'immobili sfitti non si paga, chi ha in mano una marea di immobili sfitti (E PRIMA PAGAVA ICI)?? Banche, finanziarie, grandi patrimoni immobiliari, milioni e milioni di metri quadrati in meno che non pagano più, e poi vogliono fare una "patrimoniale" perché ho finalmente, dopo anni di rispami e sudore, l'auto dei miei sogni in garage?

lisanna

Gio, 04/10/2012 - 12:51

Ma dove ha trovato il giornalista che il reddito è cresciuto? Se gli stipendi non fanno altro che assottigliarsi e le tasse aumentare? I contratti non lo rinnovano più e nella mia realtà (sanità privata) ci stanno togliendo tutto.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 04/10/2012 - 12:59

E lo "Statista" ? Cosa dice lo "Statista" che vede le luci ?

Massimo Bocci

Gio, 04/10/2012 - 13:12

Le auto, ma le auto sono un bene di lusso, voi Italioti che avete vissuto al disopra delle vostre possibilità ( dal vangelo secondo il clone bocconiano), le auto dovevano essere un appannaggio solo della casta comunista Catto e sindacati, gli unici costituzionalmente autorizzati alla spremitura del Bue,bisogna ripristinare ( il vassallaggio comunista Catto) solo c'osi mentre passeranno per strade deserte  il popolino Bue, li riconoscerà superiori e andrà' a perorare la grazia, il piacere amicale...di mafia, ma secondo voi a cosa serve un regime perché tutti possono andare in auto, come i gerarchi, avete sbagliato stato, in quelli vige la democrazia.

nonnoaldo

Gio, 04/10/2012 - 13:51

Ormai non esiste più la più pallida speranza che questi professori facciano qualcosa per ravvivare l'economia. Non sarebbero necessarie pensate cosmiche, basterebbe che nel sistema fosse iniettata una certa quantità di euro. Invece si fa l'esatto contrario. Le tasse drenano liquidità, le banche applicano Basilea 3, le PMI, quelle ancora vive, sono allo stremo. Molte non riescono a pagare gli stipendi, per non parlare dei versamenti IVA e tasse. Lo sconforto ha ormai contagiato la maggior parte delle persone, tranne ovviamente coloro che vedono le luci e la immensa massa dei grassatori mantenuti (lautamente) imboscati nella politica a tutti i livelli. E c'è chi vuole il monti 2...

bobsg

Gio, 04/10/2012 - 14:32

Monti li definirebbe "effetti collaterali", della sua chemioterapia.

Ritratto di mekong

mekong

Gio, 04/10/2012 - 15:21

io...speriamo che me la cavo!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 04/10/2012 - 17:50

Statista, abbiamo al governo uno statista. Circondato da una banda di farabutti ladri che lo sostengono e pensano solo alla legge elettorale per fregarsi tra di loro. Con questo andazzo, con queste tasse, il bello deve ancora venire. Vedrete l'anno prossimo che pil, che vendite! E il pirla ha visto la luce in fondo al tunnel, si la luce che vedono i moribondi l'istante prima di morire. Di sicuro i suoi amici speculatori la luce l'hanno vista, il frutto del loro lavoro nero e' coperto.

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 04/10/2012 - 18:06

Non vi preoccupate forse il prete mancato ridurrà le tasse, forse.

gianni.g699

Gio, 04/10/2012 - 18:14

Il compito del massone monti braccio destro di banche e multinazionali mondiali sta per concludersi naturalmente dopo aver portato la nazione alla fame più nera possibile,,, peggio che del dopo guerra !!! e gli ital.idioti ??? continuano ancore a credergli e dargli tempo di agire ulteriormente !!! BRAVI SOMARI !!! state creando un bel futuro per voi e per i vostri figli !!! un sicuramente FAM(E)oso futuro !!!

Marcello.Oltolina

Gio, 04/10/2012 - 18:32

Quando una famiglia non riesce più a risparmiare è l'inizio della povertà diceva la mia nonna - l'attuale riduzione dei consumi è solamente una piccola avvisaglia del peggio che arriverà; tranne per i nostri politici e amministatori statali vari, naturalmente.