Continua l'effetto Siria: benzina sempre più cara

Con la scusa della crisi siriana, la verde torna sopra i 2 euro al litro. Il Codacons: "All'estero nessun rincaro"

I prezzi della benzina in Italia e Andorra

Con la crisi siriana, torna a salire il prezzo dei carburanti. Nonostante il calo dei prezzi sui mercati internazionali, come sottolineano Quotidiano Energia e Staffetta Quotidiana, la verde supera ormai gli 1,88 euro al litro e il diesel gli 1,77 euro nei distributori Eni (+0,8 centesimi il rincaro nel weekend), con aumenti anche per Ip, Q8 (con il picco di 1,776 sul diesel) e TotalErg.

E arriva a superare ormai i 2 euro al litro a Milano, come testimonia il Codacons, che denuncia come all'estero i prezzi siano "incredibilmente inferiori". Ad esempio in Spagna e Austria la verde costa mediamente 1,40 euro al litro (1,30 il gasolio), mentre il record in positivo fotografato dagli utenti spetta ad Andorra, dove un litro di benzina costa appena 1,298 euro e un litro di diesel 1,166, "prezzi inferiori di quasi il 50% rispetto ai listini medi praticati in Italia".

Si tratta del quarto giro di aumenti per i prezzi dei carburanti all’indomani dell’avvio "dell'effetto Siria". Un rincaro che colpisce 4,4 milioni di italiani in vacanza nel mese di settembre, come sottolinea Coldiretti secondo cui il costo dei trasporti è uno dei fattori che ha condizionato pesantemente le ferie degli italiani. Il 32% dei vacanzieri infatti ha scelto di trascorrere le vacanze in località più vicine rispetto allo scorso anno con ben sette italiani su dieci (70%) in vacanza in Italia. Di questi ben il 24% non si allontana neppure dalla propria regione secondo l’indagine Ipr marketing. Vacanze, insomma, a "chilometro zero" soprattutto a settembre, quando aumenta il turismo legato alla natura in collina, montagna, nei parchi e nelle campagne rispetto alle mete tradizionali del mare.

Commenti

cgf

Lun, 02/09/2013 - 12:36

che strano, questa mattina (da noi, sera da loro) il petrolio Wti segna un deciso ribasso sui mercati asiatici. Il greggio cede 3,4 dollari e segna quota 104,2 contro i 112 dollari segnati la scorsa settimana, i livelli massimi degli ultimi due anni. Ribasso anche per il Brent a 112,2 dollari.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Lun, 02/09/2013 - 13:05

Tranquilli, adesso arriverà l'antitrust e gli farà vedere i sorci verdi.

max.cerri.79

Lun, 02/09/2013 - 13:05

una scusa vale l'altra

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 02/09/2013 - 13:07

Ogni scusa è buona per gli speculatori.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Lun, 02/09/2013 - 13:25

L'Italia deve rendersi meno dipendente dall'importazione di energia, che sia petrolio, gas o altro! Bisogna creare una strategia per la produzione di energia rinnovabile nell'interno del paese! Questo porterebbe anche la creazione di centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro, aumentando il PIB e le entrate nelle casse pubbliche e diminuendo le spese sociali, il debito e deficit pubblici e l'uscita di denaro per pagare le importazioni di energia! Inoltre si migliorerebbe la salute del popolo e dell'ambiente! Ma la corruzione si nasconde dappertutto ed é più facile che un cammello attraversa la cruna di un ago! O Patria mia che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

Nadia Vouch

Lun, 02/09/2013 - 13:45

Saremo obbligati alla scelta nucleare. Sempre meglio che non andare a perforare il Polo (come pare una compagnia stia insistendo a voler fare, mentre altra ci ha rinunciato). Tanto, ormai i paesi petroliferi sono destinati alla guerra se non perenne, di lunghissima durata.

ZannaMax

Lun, 02/09/2013 - 14:16

@paolodeg: dalla Siria non importiamo nulla. Hanno fatto pure un articolo tempo fa. Magicamente però si da la colpa alla Siria. Solita Italia.... Primo invio.

franco@Trier -DE

Lun, 02/09/2013 - 14:24

per questo che ieri in Luxemburgo feci il pieno dell auto pagando il gasolio eu 1,25/l anzichè 1,18/l come l'altra volta ma presto riscenderà.Qui dico non lì in Italia,PaoloDeG non hai ancora capito che i politici italiani se ne fregano se i cittadini potrebbero risparmiare?Loro hanno interesse a importare benzina gas eccetera dato che hanno messo delle tasse inutili su i carburanti vuoi che risparmi la popolazione riemettendoci loro?Pro min.chia no por patria.Si il nucleare, infatti in Italia siete ricchi di miniere uranio zi zi.

cirociro

Lun, 02/09/2013 - 14:44

L'Euro è ai massimi, il petrolio non è rincarato, certo aumentare la benzina serve per finanziare l'imbarcata di statali necessario al consenso del PD. Intanto gli italiani pagano contenti, la cultura è il nostro petrolio, peccato però che nel serbatoio delle auto non funzioni!

janry 45

Lun, 02/09/2013 - 15:00

Il mondo è ad un passo dalla catastrofe e gli italiani si preoccupano che l'aumento del prezzo dei carburanti danneggerà i nostri turisti. Ma che caxxo di gente siamo diventati.

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Lun, 02/09/2013 - 15:07

cirociro.Credo che serva ai suoi amici imprenditori per mandarli alle Cayman alla faccia sua.Si svegli!

unosolo

Lun, 02/09/2013 - 15:09

gli altri paesi non ricevono persone che sbarcano , noi dobbiamo aiutare che viene a trovarci ,lo prevede il dovere civico . Siamo un popolo ospitale rifocilliamo i viandanti e li sosteniamo.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 02/09/2013 - 15:13

I soliti sciacalli nostrani.All´estero perlomeno i governanti non ammettono certe cose , da noi si controlla solo l aumento del pane.Non di solo pane vive l´uomo moderno.

Ritratto di alla...frutta

alla...frutta

Lun, 02/09/2013 - 15:31

oltre un certo limite più aumenta il prezzo più calano i consumi ed i relativi introiti...SEMPLICE NO? bocconiani a parte lo capisce anche un bambino

Ritratto di Destrimane

Destrimane

Lun, 02/09/2013 - 15:35

ennesima prova che di comune in europa c'è solo la moneta tutto il resto no.....

Massimo Bocci

Lun, 02/09/2013 - 15:37

Oh un po' di di promozione va fatta era nel contattino dell'abbronzato per il bagget democratico????(Goldman -7 sorelle e qualche fratello MASSONE), Prima la campagna di primavera anti POPULISTA, Tunisina e Libica (per cambiare il gestore Libico-Italiano alla pompa) dove si facevano troppo gli interessi dei locali BEDUINI!!! Con tanto di bonus bombardamenti con altrettanti schiantati....umanitari, poi c'è stata la campagna della logistica Egiziana e quella fallita Turca (anche li con capi capo popolo,POPULISTI) ora c'era da aprire il mercato dei tubi Siriani, insomma grandi promozioni per controllare pompe e tubi, ora era tempo un'altra bella promozione GAS,UMANITARIA???? Intanto petrolio e royalties salgono, i morti umanitari pure, cosa non si farebbe per la democrazia???? 7 sorelle!!!!

poitelodico

Lun, 02/09/2013 - 15:44

Sarà colpa di Berlusconi...Presto partirà un'inchiesta della procura di Milano.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 02/09/2013 - 15:56

QUI NON CENTRA DESTRA O SINISTRA - DOMANDA: SIGNORI DEL GOVERNO PERCHE' NON FATE INTERVENIRE LA GUARDIA DI FINANZA ?????????? DEVE ANDARE SOLTANTO A CONTROLLARE I TICKET NEI BAR O RISTORANTI MA I SIGNORI CHE FANNO "CARTELLO" NON SI TOCCANO, FORSE PERCHE' VI FINANZIANO??????????? BUFFONI, INTANTO L'ITALIA VA A ROTOLI

Giorgio5819

Lun, 02/09/2013 - 15:56

C'è uno straccio di istituzione in questo stato di dementi che si occupi di verificare la situazione e dare garanzie ai cittadini che li mantengono? Cosa fanno i 900 mantenuti delle due camere?

tudai53

Lun, 02/09/2013 - 15:59

In questo il Giornale ha tutto il mio appoggio!!!

unosolo

Lun, 02/09/2013 - 16:04

aumenta la benzina anche per regalare le social card , come siamo larghi di maniche .

lino961

Lun, 02/09/2013 - 16:04

Quando tutti i politici sono riuniti in parlamento a pensare come ridurre l'Italia ancora peggio di come è messa si facesse esplodere un'autobomba imbottita di c4 e si lascasse solo un cratere al posto loro,come si fa in Iraq,allora dai oggi dai domani qualcosa dovrà pur cambiare ma se l'Italiano continua solo a lamentarsi e sparare cazzate loro continueranno a prenderci per il c..o e a sghignazzare!!!!!

Ritratto di emarco54

emarco54

Lun, 02/09/2013 - 16:08

La solita vergogna. Due gg fa a Cogolin ( Costa Azzurra ) i prezzi erano i seguenti: Senza Piombo 1,517 Gasolio 1,343 . Per un pieno di Benza ( 60 litri ) si risparmiano 22 euro, per un pieno di gasolio il risparmio e' di 25 euro !!!!!! E se qualcuno non ci crede, gli mando una foto. E adesso il governo paventa di alzare ancora le accise (soggette a i.v.a.) VERGOGNA !

yulbrynner

Lun, 02/09/2013 - 16:09

l'ennesimo esempio x una solida certezza i piu furbetti i piu truffaldini sono gli italiani .. battono tutti ma proprio tutti alla grande.. ma non esisteva un organo di controllo dei prezzi??? che fa? dorme sonni beati??? o e' a braccetto dei furbetti... mahhh

Ritratto di emarco54

emarco54

Lun, 02/09/2013 - 16:10

Poi non lamentiamoci se diminuiscono i turisti. Tra autostrada e pieno di carburante siamo Leader ( si pronuncia lader ) in Europa

mariolino50

Lun, 02/09/2013 - 16:17

PaoloDeG Nadia Vouch Ho sempre lavorato nella produzione di energia elettrica, e da qualche anno anche con le cosidette rinnovabili, a parte che servono solo per produrre un pò di corrente, costano ancora un sacco di soldi, bisogna metterci anche il costo dell'energia per produrre i mezzi per unità di potenza. Per il nucleare mi associa a quanto detto da un dirigente del ramo esperto assai, non siamo adatti, troppi ladroni ci sono in giro, se hanno fatto quel casino i giapponesi, è molto peggio di quello che dicono, figuriamoci qui, e poi l'uranio è più scarso del petrolio, e in mano ad ancora meno stati, la soluzione non la sò io ma neanche chi comanda.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 02/09/2013 - 16:17

Mi chiedo a che serva il Codacons... Come se uno da solo non ci arrivasse a capire che la benzina è cara.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 02/09/2013 - 16:18

Cari lettori, tutta questa banda di Tecnici, Professori, Politici, Garanti-Di-Non-So-Cosa, CodaCons (CONS va letto in lingua francese), etc, etc, mi ha arci-super-stra-rotto il cactus. Non sono violento di natura, ma penso che, sfortunatamente, questo problema si risolverà ipso-facto non appena qualche ufficio ad-hoc salterà in aria con particolare pirotecnico e roboante fracasso. Non trovano la soluzione ad un problema tanto stupido che più stupido non esiste? Ma allora, a cosa serve tutta questo accozzaglia di tecnici, professori, laureati, authorities, bocconiani e garanti (garanti di chi/cosa ? Solo del loro osceno stipendio). Le Conferenze marittime (all'epoca della crisi petrolifera anni 70) avevano cominciato ad applicare una formula, negoziata tra le Conferenze (Armatori) e i Consigli dei Caricatori (Utenti) che stabiliva la percentuale di B.S. (Bunker Surcharge = Sovrannolo Combustibile) da applicare automaticamente, durante il mese successivo, alla tariffa base di trasporto. Il petrolio cala, il B.S. cala; il petrolio aumenta, il B.S. aumenta. Ed era finita lì. Sono solo una misera banda di arroganti idioti e menabelini da perfetti Bullshit-Like-Minded, (come amava ripetere Messer Monti quando parlottava in italiano). Mi fermo qui altrimenti spunta un mAGISTRATO che mette in moto l'atto dovuto.

Il giusto

Lun, 02/09/2013 - 16:21

poitelodico...non dare al pregiudicato poteri che non ha!Fuori dall'Italia non è nessuno,solo uno dei tanti pregiudicati italiani!

Rex-73

Lun, 02/09/2013 - 16:24

Li avete votati voi, la prossima volta votate altro....

Il giusto

Lun, 02/09/2013 - 16:24

poitelodico...non dare al pregiudicato poteri che non ha!Fuori dall'Italia non è nessuno,solo uno dei tanti pregiudicati italiani!

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 02/09/2013 - 16:27

In Italia i carburanti sono un monopolio. Ho vissuto per quarant'anni allestero dove le pompe erano e sono solo fuori dei GARAGE private. Le pompe dei carburanti non devono essere un sostegno per una famiglia, le pompe sono dei servizi che un garage da ai suoi clienti con un minimo introito, perchè sono appunto un servizio. In Italia essendo monopolio, il gestore fa quello che vuole.

francescoc

Lun, 02/09/2013 - 16:30

Tutti soldi buoni per il governo che ha bisogno di soldi.

Gianca59

Lun, 02/09/2013 - 16:31

Un altro esempio di delirio spero non tutto italiano.

vince50

Lun, 02/09/2013 - 16:31

Si può divagare e teorizzare all'infinito visto che le opinioni sono come le palle,ognuno ha le proprie.Il succo della questione è che sia in passato che nel presente l'Italiano tipo è troppo speculatore e disonesto,fottendosene altamente del prossimo suo.Questa è la Democrazia fai da te e libertà che ci piace,chi metterebbe le cose a posto e "indistamente per tutti"NON sarebbe certamente gradito da disonesti farabutti opportunisti speculatori e via così.......

Nadia Vouch

Lun, 02/09/2013 - 16:34

@mariolino50. Buonasera. Allora, saremo obbligati a continuare ad acquistare energia di produzione nucleare da altri Stati, tra i quali Francia e anche est-Europa. Paesi dai quali siamo tranquillamente, vista l'esigua distanza, raggiungibili da scorie e radiazioni in caso di incidenti. Paesi ai quali l'Italia deve "chinarsi"? Paesi che, secondo Lei, sono migliori di noi italiani? Credo che tutto il mondo sia paese. Saluti.

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Lun, 02/09/2013 - 16:36

Un bel confronto: Italia vs Andorra. Congratulazioni.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 02/09/2013 - 16:37

CAMMINATE A PIEDI, CAMMINATE A PIEDI, CAMMINATE IN BICI, RIEMPITE UN'AUTO METTETEVI D'ACCORDO CON I COLLEGHI NON ARRICCHITE LO STATO CHE SI FREGA 90 CENTESIMI AL LITRO CHE ABBASSI PRIMA LUI LE TASSE

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 02/09/2013 - 16:44

Cirociro, certo che avete proprio il cervello in pappa! Vedreste complotti komunisti mangiabambini pure nella sagra dei salamini d'asino o nelle riviste di uncinetto!!

comase

Lun, 02/09/2013 - 16:46

Questo e' un paese osceno Non esistono altre parole!

ilbarzo

Lun, 02/09/2013 - 16:48

Tutti coloro che siedono al governo,sinistra e destra,sono dei vermi,che meritano di essere schiacciati.La peggiore feccia umana che esiste in questo paese,sono i politici, magistrati e sindacati.

Raoul Pontalti

Lun, 02/09/2013 - 16:54

Nell'immagine a corredo dell'articolo si mostra quale termine di paragone Andorra che è zona extradoganale, come Livigno e Samnaun, dove non si pagano IVA e accise varie. Vi posso garantire, frequentando spesso Samnaun (CH) e Livigno che distano entrambe meno di 200 km da casa mia, che anche lì i prezzi sono aumentati. Incidentalmente: i prezzi dei carburanti ad Andorra esposti nella foto sono assolutamente identici a quelli praticati a Samnaun sabato scorso dove ho fatto il pieno, oltre che di carburante, anche di generi coloniali e profumi. Se la Redazione volesse shockare meglio i lettori potrebbe pubblicare i prezzi dei carburanti in Russia o in Iran...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 02/09/2013 - 17:02

Ma cribbio non sapete che il resto d'Europa è pieno di pozzi petroliferi, raffinerie e depositi, mentre solo l'Italia è costretta ad importare petrolio anche dalla Siria (che non ne produce) oltre i clandestini? Ma di quale energia alternativa andate cianciando tra poco si accorgeranno che il metano e il GPL costano troppo poco e allora arieccoti la prossima stangata, poi si accorgeranno che le pale eoliche e i pannelli fotovoltaici producono troppi KW e tasseranno il vento e i raggi solari e fin'anche l'eletricità prodotta dalle dinamo delle biciclette...

ilbarzo

Lun, 02/09/2013 - 17:04

E' lo Stato italiano che ci marcia credendoci dei fessi.Cosi almeno pensano i loro cervellini bacati. Siete dei poveri idioti,il piu' sprovveduto dei cittadini, ha molto piu' giudizio ed intelletto di tutti voi.Siete un branco di incompetenti,in cerca di fama gloria.

no_balls

Lun, 02/09/2013 - 17:05

ehi si chiama libero mercato !!!! non vi piace ?? vi siete accorti che con il libero mercato i produttori fanno cartello finanziano i partiti e la passano liscia ??? benvenuti in questo mondo !! liberisti dei miei stivali....

vince50_19

Lun, 02/09/2013 - 17:06

Posto che, ad es., un litro di benzina costi 1,8 euro, lo stato assorbe fra accise e iva poco più di un euro. Stiamo, fra le accise, ancora pagando finanziamenti per: la guerra di Etiopia (1936), la crisi di Suez (1956), il disastro del Vajont (1963), l'alluvione di Firenze (1966), il terremoto del Belice (1968), il terremoto del Friuli (1976), il terremoto dell'Irpinia (1980), la guerra del Libano (1983), missione in Bosnia (1996), rinnovo contratto autoferrotranvieri (2002), acquisto autobus ecologici (2005), terremoto l'Aquila (2009), finanziamento alla cultura (2011), crisi libica (2011), alluvione toscana (2011), terremoto Emilia (2012). Adesso mi piacerebbe che ci fosse un finanziamento perché questi parlamentari del c.... se ne andassero fuori dai c....... sine die. Quest'ultimo lo pagherei volentieri ma non dovrà essere superiore a 0,01 euro!!! Manica di incompetenti (voglio essere generoso in quest'ultimo caso)..

Nadia Vouch

Lun, 02/09/2013 - 17:08

@Raoul Pontalti. Certamente, perché mostrarci solo l'incidenza delle tasse e accise facendo il raffronto Italia - Andorra? Allora via: tutti ad abitare in Russia, ancora meglio in Iran, per risparmiare sul carburante. Che dice, avranno vasta scelta di generi coloniali e profumi?

claudio faleri

Lun, 02/09/2013 - 17:10

siamo un paese retto da pezzenti.lo stato dovrebbe bloccare gli aumenti ingiustificati, penzano solo a far entrare i clandestini e mantenerli

gneo58

Lun, 02/09/2013 - 17:11

ma ormai sempre meno Italiani si fanno prendere per i fondelli - i consumi diminuiranno ancora e, a parte la rottura di balle e le maggiori spese un lato positivo c'e' - l'ambiente ringrazia

libertyfighter2

Lun, 02/09/2013 - 17:16

Ma che davvero dite???? Cioé col 75% del prezzo che è fatto da tasse, stiamo ancora a discutere che costa troppo? E paragonate l'Italia con Andorra??? E qual è la percentuale di tassazione sulla benzina in Andorra??? E in Andorra quanto è libera la vendita dei carburanti? Perché io in Italia non posso ordinare un tir direttamente dalla Shell no??? Sempre a dare la colpa agli imprenditori. Signori, la BENZINA costa 60-70 CENTESIMI. Il resto sono TASSE. PRendetevela con le persone giuste.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 02/09/2013 - 17:24

@vince50_19 hai dimenticato la ciliegina sulla torta: le disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici del governo Monti.

Raoul Pontalti

Lun, 02/09/2013 - 17:27

per Nadia Vouch: l'argomento a sostegno del nucleare che vuole l'Italia a rischio a motivo della presenza di centrali nucleari nei paesi confinanti non regge. Trascurando il fatto che le scorie a noi comunque non pervengono (salvo il caso di volontaria importazione e questa potrebbe avvenire anche da paesi lontani), per comprendere l'inanità di siffatto argomento dei nuclearisti basti il seguente esempio: se uno scellerato si diverte a giocare con le bombe a mano da esercitazione tra le gambe in caso di esplosione lui ci rimette almeno gli zebedei se non peggio, ma chi si trova a qualche metro di distanza con la separazione di un muretto anche basso (a rappresentare le Alpi che ci separano dai maggiori paesi con centrali nucleari) rischia davvero poco, al massimo qualche scheggia. Oggi il nucleare non conviene più se non ai paesi che hanno arsenali nucleari e quindi si giovano dell'interazione con il sistema militare che non bada ai costi e nemmeno all'ambiente infischiandosene della sicurezza (come dimostrano i sottomarini e le portaerei a propulsione nucleare: autentiche mine vaganti che uccidono lentamente il personale che se ne occupa e devastano l'ambiente, anche in Italia, come ci ricorda il caso dell'Isola della Maddalena). Sulla provocazione del vivere in Russia e Iran: essendoci stato e trovatomi benissimo (con qualche difficoltà per l'alcool in Iran...) posso dire che lo straniero almeno ci vive bene, benissimo anzi, specie in Iran, dove si può campare da straniero, ma comodamente, con 30 dollari al giorno comprendenti le spese per motel, pasti, carburante, biglietti dei musei, qualche bibita, caffè e sigarette, ma se si vuole l'alcool si deve almeno raddoppiare e più spesso triplicare il budget (e rischiare grosso con la polizia...).

Nadia Vouch

Lun, 02/09/2013 - 17:49

@Raoul Pontalti. Anche in Francia è proibita la vendita dell'alcol etilico, eppure non ci mancano i profumi. A meno che Lei non intenda alcool nel senso di superalcolici. Parlare da turisti, è una cosa. Essere nati e risiedere in uno Stato è altra cosa. Riguardo all'energia nucleare, ci sono fior fiore di esperti che di certo sia Lei che io potremmo ascoltare, e imparare. Saluti.

piertrim

Lun, 02/09/2013 - 17:51

I soliti imbroglioni, la Siria non produce nè ci vende un solo litro di petrolio. I rincari servono per mantenere i clandestini che giornalmente "salviamo" e portiamo in Italia. Di che cretinate sono specialisti i nostri governanti!

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 02/09/2013 - 18:07

Come al solito, il governo italiano se ne frega ed incassa "più iva"! che Italia di .....

hector51

Lun, 02/09/2013 - 18:21

I signori petrolieri hanno ormai rotto le scatole.

Ritratto di laghee100

laghee100

Lun, 02/09/2013 - 18:24

... e chi se ne frega ! io vado in Svizzera a fare il pieno !

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 02/09/2013 - 19:14

Nadia Vouch, se i fior fior di esperti sono quelli tipo il vostro editorialista prof. Franco Battaglia, il quale sostiene che Chernobyl ha causato al massimo qualche raffreddore e che a Fukushima non è successo assolutamente niente, siamo a posto!!

Ritratto di Scassa

Scassa

Lun, 02/09/2013 - 19:34

scassa Lunedì 2settembre Capisco che pensare a centrali elettriche a pedali none' demenziale solo se il tutto viene usato per alimentare una dinamo che produce lux per una bici ,però ne dice di più grosse il grillo sparlante,o no ??? Ma se 2 gambe producono luce sufficiente per illuminare la via per una bici ......vi immaginate ..... 40 milioni di gambe ?

flashmen

Lun, 02/09/2013 - 20:16

Tutti ad Andorra o a Livigno a fare il pieno!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 02/09/2013 - 20:20

É l´Italia il Paese che deve fallire e deve essere espulso dall´Europa civile.

franco@Trier -DE

Lun, 02/09/2013 - 20:41

caxxo quasi 1,91 diesel al litro quasi quasi rinuncio alle ferie in Italia ma passando da Livigno a 1 euro al litro si possono fare.

mares57

Lun, 02/09/2013 - 20:45

Credo che l'inizio della guerra civile in Siria non risalga a un passato prossimo.

luna serra

Lun, 02/09/2013 - 21:48

che c'è di strano siamo Italiani nessuno controlla, adesso hanno anche tagliato sui controlli ne vedremo delle belle, poi si lamentano che nessuno compra auto

mamex

Lun, 02/09/2013 - 21:57

Fino a che 1 lavora e 5 mangiano, non cambierà mai nulla.

fedele50

Lun, 02/09/2013 - 22:00

italia casa di troie politiche , tutti a correre dietro alla gonnella BERLUSCONI, e giu DAI A RUBARE , GOVERNATI da ladri e accompagnati da sottopancia , malfattori politici, povera italia , se la gallina fa la pipi aumenta la benzina , ladriiiiiiiiiiiiii.

Ritratto di Japiro

Japiro

Lun, 02/09/2013 - 22:55

A Lussemburgo la scorsa settimana il prezzo del gasolio era di 1.232 in Italia l'ho pagato 1.707...

Beaufou

Lun, 02/09/2013 - 23:16

Tutti a lamentarci come i bambini. E se cominciassimo a contarci per intervenire con le maniere forti, nei confronti di tutti i nostri politici mangia-a-ufo?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 03/09/2013 - 00:15

Bisognerebbe sapere chi alza il prezzo della benzina. Se sono i produttori o il governo. O se invece son entrambi che pigliano qualsiasi occasione per lucrare sulle nostre spalle. IL CODACONS E' IN GRADO DI DIRCI CON CHIAREZZA CHI E' RESPONSABILE DI QUESTA PRESA PER I FONDELLI?

umberto nordio

Mar, 03/09/2013 - 08:17

certamente in Italia i petrolieri non sono più ladri che altrove. Solo che approfittano largamente dello stato di dormienza perenne di chi dovrebbe sorvegliare, governo compreso.

franco@Trier -DE

Mar, 03/09/2013 - 10:17

Ma calmatevi tutti le tasse vanno pagate i vostri politici devono essere ben pagati altrimenti governerebbero male e poi come farebbero a mantenersi gli YACHT O COMRARSI LE VILLE DA 15 O 20 MILIONI DI EURO IN SARDEGNA?,( NON LO AVETE VISTO IERI SERA ALLA TELE ? IO SI) VOI SIETE DEI VERI ITALIANI PATRIOTI IL MONDO VI INVIDIA, PER QUESTO CHE GLI EXTRA VOGLIONO VENIRE SOPRATUTTO IN ITALIA PAESE RICCO.