Al via conversione delle lire in euro. Ma solo in pochi potranno farlo

Ecco chi potrà approfittare della riapertura del cambio in euro

Da oggi sarà di nuovo possibile chiedere la conversione in euro delle lire ancora in circolazione. Il tutto grazie a una sentenza della Corte costituzionale dello scorso 5 novembre, che ha accolto il ricorso di alcuni risparmiatori e bocciato una norma contenuta nel Salva Italia di Monti, che anticipava al 6 dicembre 2011 il termine ultimo per chiedere il cambio.

Un motivo per gioire? Fino a un certo punto. Soltanto una piccola minoranza dei cittadini italiani potranno approfittare di questa "riapertura". Ovvero chi tra il 6 dicembre 2011 e il 28 febbraio 2012 ha chiesto la conversione di lire che ancora aveva in casa, "specificandone l'importo".

Probabilmente anche chi ha citato in giudizio Bankitalia potrà vedere arrivare a un termine le cause legali avviate da chi nel 2012 si accorse all'ultimo del cambio di data per la conversione delle lire rimaste in circolazione. "Ove sussistano le condizioni - dicono da via Nazionale - , proporrà la stipula di specifici accordi transattivi con gli avvocati dei ricorrenti".

Commenti

aitanhouse

Sab, 23/01/2016 - 12:08

di certo questo grande uomo non ne azzeccata una e pertanto sarà sempre ricordato per le sue imprese:gloria e lode a lui ed a chi lo ha messo sulle nostre p.......