Per il «convertendo» ora arriva la multa


È in dirittura di arrivo la multa a Telecom per il bond «convertendo». La Consob aveva infatti acceso i riflettori dopo l'emissione del bond da 1,3 miliardi decisa dall'ad Patuano lo scorso novembre. L'Autorità di Borsa ritiene che non siano stati soddisfatti i requisiti di correttezza dell'emissione. Del resto anche l'ex consigliere indipendente Luigi Zingales aveva detto che l'accesso alle informazioni per accedere al convertendo, emesso a un tasso molto conveniente, è stato discriminatorio e, nel riparto, è stata favorita Telefonica. Il bond convertendo ha ricevuto domande tre volte l'offerta. Blackrock ha comunque avuto una quota maggiore di Telefonica: il 15,3% con un investimento di 200 milioni. Telefonica ha il 7,9% (con 103 milioni).