Crisi, ad aprile consumi in calo Perdono anche le telecomunicazioni

Il settore delle tlc, normalmente in controtendenza, si adegua al dato generale. Ribasso del 2,5% mensile

La contrazione dell'indicatore di Confcommercio ha raggiunto il 3,9%, facendo segnare la 17esima variazione in negativo negli ultimi venti mesi. Anche ad aprile i consumi si sono mantenuti in calo, ma a preoccupare ulteriormente è il dato relativo ai beni e servizi per le telecomunicazioni. Spesso in controtendenza rispetto all'andamento generale, le tlc si sono adeguate alla flessione, facendo segnare un ribasso del 2,5% mensile e dello 0,1% annuo.

Oltre al dato relativo alle telecomunicazioni, negativo anche quello sulla mobilità, che mostra su base annua un calo del 7,5%. Segue il settore dell'abbigliamento e delle calzature (-6,7%), tallonato da alimentari, bevande e tabacchi, che perdono il 6,2%.

Commenti

gneo58

Gio, 06/06/2013 - 11:24

se NON SI ABBASSANO OVUNQUE le tasse sara' sempre peggio. E' COMPLETAMENTE INUTILE cercare di "creare" posti di lavoro se il lavoro non c'e' - solo abbassando tutte le tasse e l'iva (pesantemente) postremo avere un piccola speranza che i consumi riprendano - e ci vorranno anni ed anni

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 06/06/2013 - 11:36

benissimo altra IVA in meno per lo Stato ladro ed estorsore, spendete meno possibile e se potete scambiatevi le cose, non generate iva o accise.

Ritratto di la band@...

la band@...

Gio, 06/06/2013 - 11:43

è semplice, i soldi degli italiani sono usati per mantenere i privilegi e le ruberie dei parassiti di stato e dunque non possono essere spesi per altro

gamma

Gio, 06/06/2013 - 12:26

Il fatto è che la gente ha paura di spendere per tanti motivi. Ha paura perchè non sa come andrà a finire, ha paura perchè teme che ogni sua spesa venga monitorata dal fisco e ha paura di non poter dare ai figli ciò che ogni genitore spera di poter dare: sicurezza. Gli italiani, poi, sono abituati da secoli a risparmiare e ad arrangiarsi. Hanno sempre dovuto lottare contro governi voraci e corrotti. Non per niente molti dei nostri più squisiti piatti derivano da modi molto creativi di riciclare i resti. Poi c'è anche un fattore psicologico: quando la gente si abitua, come sta accadendo in questo periodo, a risparmiare su tutto, l'abitudine resta a lungo, anche quando non ce ne sarebbe più bisogno. La diminuizione dei consumi continuerà per anni. Ci vorrebbe un atto di coraggio e di spregiudicatezza che nessun governo, credo, avrebbe il coraggio di fare: diminuire l'IVA al 18%, la tassazione sul lavoro ai livelli dell'Irlanda, sburocratizzare in maniera radicale l'iter per l'apertura di nuove aziende e riformare la giustizia in modo che si fissino chiaramente gli ambiti e i limiti di intervento delle procure. Solo così gli imprenditori stranieri potrebbero essere invogliati a venire nel nostro paese e quelli nostrani a restarvi. Viceversa andrà sempre peggio. Una ultima cosa: un piglio più deciso e meno arrendevole nei confronti di Bruxelles e di Berlino non guasterebbe.

gneo58

Gio, 06/06/2013 - 14:29

x gamma - l'iva va portata a 2 aliquote 5% e 10% al massimo le dico questa: le sembra normale che porto un mezzo a fare il tagliando e su 800 (dico ottocento) euro di spesa quasi 200 siano di iva ? - poi si meravigliano che non vendono auto e che ce l'ha se puo' se la toglie !

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Gio, 06/06/2013 - 14:34

Come fa la gente a spendere se si devono pagare tutte queste tasse lo stato italiano si sta mangiando tutto. Smettetela di aumentare tasse, iva ecc andra sempre peggio.Basta finanziamento ai partiti, via tutti i carrozzoni.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 06/06/2013 - 14:56

l'iva deve essere stornata ai Comuni nei quali viene generata e liberalizzata con un minimo e un massimo e così abolire IMU e altre tasse comunali.

franco@Trier -DE

Gio, 06/06/2013 - 14:57

strano io ho comprato il mio secondo l'altro ieri.9 centesimi al minuto è troppo per voi?Parlo del cellulare.

franco@Trier -DE

Gio, 06/06/2013 - 17:45

per forza invece di andare a lavorare state a rompervi i coglioni con il cellulare maledetti comunisti.

foxxy81

Gio, 06/06/2013 - 18:44

questa diminuzione delle tlc mi fa contento spendere perché comunque quei soldi tasse servono a mantenere parassiti di stato, immigrati clandestini a sbafo, scuole gratia visite mediche gratis mense comunali gratis tutto a spese di quei idioti di italioti.Diceva bene quelSant uomo... MORTO di don Gallo "Italiani deficenti producete che io aiuto non voi merde ma i clandestini e debosciate ma non voi stupidi italiani. Ah sant uomo.... Parole Sante!!!!!!

unosolo

Gio, 06/06/2013 - 20:05

un grande calo dei consumi e di conseguenza meno lavoro , cala il lavoro ma non lo spreco politico , il popolo che mantiene la casta sprecona , stipendi altissimi e al di sopra delle responsabilità eppure dicono che ne usciremo , ma quando se le uscite non sono coperte dalle entrate , paghiamo enormi tasse per avere servizi ma in realtà non copriamo neanche gli interessi del debito , ne potremmo uscire solo abbassando le pesanti tasse e la IVA almeno per dare un accenno alla ripresa produttiva e dei consumi, non si mangiano i telefonini o materiali elettrici se non riparte l'edilizia , ad essa sono legati tutti i consumi.