Crisi, la Casa Bianca all'Ue:"Misure prese non bastano"

Il portavoce Jay Carney cita lo scetticismo dei mercati nei confronti delle misure prese dall'Unione: "Gli interventi non sono sufficienti per rimuovere il rischio che tutto peggiori"

Gli Usa criticano l'Unione Europea. "I mercati mostrano ancora scetticismo sul fatto che l’Europa possa compiere i passi necessari per risolvere la crisi e per rimuovere i rischi che la situazione possa peggiorare".

Ad affermarlo è la Casa Bianca che, attraverso il portavoce Jay Carney, ha chiesto che vengano compiuti ulteriori passi dai leader europei, in vista del vertice dei capi di Stato e di governo della Ue di fine giugno.

Secondo Carney, "senza dubbio la situazione europea crea problemi per l’economia globale e quindi per quella americana". Proprio per questo motivo, gli Stati Uniti devono "compiere tutti passi necessari per isolare l’economia americana dall’impatto negativo della crisi in eurozona".

Commenti

Lugar

Lun, 04/06/2012 - 21:14

Per l'Italia il rischio è che ci chiedono doi dividerla in due. Questa volta non è Bossi il fautore ma le esigenze economiche comuni occidentali. Mi auguro di no, ma il nostro paese è determinante per tutta l'economia mondiale.

Ritratto di albireo6

albireo6

Lun, 04/06/2012 - 22:06

Certo che ci vuol del coraggio ad impartire lezioni qua,dopo che i grossi guai sono partiti dagli States,inquinando il mondo intero coi loro...derivati avvelenati...ma pussa via!!

lucioottavio

Mar, 05/06/2012 - 08:08

Dopo aver scatenato la crisi economica in tutto il mondo occidentale, si permettono pure di dare ordini.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 05/06/2012 - 08:16

Ma da quando in qua continuiamo a prendere ordini da chi ci ha sfasciato la casa ?Smettessero di stampare carta straccia , loro o incominciamo noi.

AlexanderIII

Mar, 05/06/2012 - 08:58

Gli states sono passati ad essere la più bella nazione del mondo ai più schifati ed odiati. Fatemi capire...sono quelli che hanno fatto scoppiare la bolla, che hanno aumentato il debito interno per non andare in default....sono quelli che con le loro agenzie di rating fanno e disfanno quello che gli pare senza nessuna logica economica. e adesso si permettono di dirci che siamo noi che creamo problemi all'economia mondiale?????....e allora facessero l'economia mondiale senza di noi e vediamo che sono capaci di fare sti buffoni.....

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 09:07

Ma cari americani è cominciato tutto da voi e adesso chiedete che il problema si risolva qui? Sta a vedere che adesso salta fuori che la colpa è tutta degli Italiani così sono tutti d'accordo.

Giulio42

Mar, 05/06/2012 - 10:55

Non mi sembra che Monti abbia la forza per affrontare un problema che richiede non solo esperienza finanziaria ma anche una grande visione politica del problema. Purtroppo, nel nostro Paese, una classe politica mediocre e rissosa non può tirarci fuori dal pantano in cui ci ha portato. Più che sperare nell' Europa non passiamo fare.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 05/06/2012 - 11:02

Proprio, 5 minuti fá ho letto sulla Frankfurtee Allgemeiner Zeitung, che la Merkel e disposta ad una Unione Bancaria Europea ed ha mettere le Banche sotto il controllo della UE, il Mondo dice la Merkel vuole sapere che cosa vuole fare L,europa per contrastare la crisi, e ancora dice la Merkel noi in Europa; abbiamo bisogno di piu Europa é non di meno Europa! Io, che conosco la Germania ed i Tedeschi come pochi, so che questo Paese prende sempre decisioni sagge é non precipitose come certi Italiani vorrebbero, se noi avessimo agito nel passato come la Germania non staremmo nella cacca in cui ci troviamo, ma noi abbiamo dei Sindacati come la CGIL- FIOM é una classe politica di SX che fanno pena, per questo la Germania é arrivata ad essere la 3 potenza Economica Mondiale avendo precluso i Comunisti dal potere!. É, anche a chi non piace questa affermazione; nessun Paese puo progredire se viene governato dalla Ideologia Comunista; che ha rovinato ogni Paese dove sono arrivati al potere!.

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 11:20

L'Italia ha un solo punto debole: una classe dirigente di sfigati, corrotti e venduti che ruba a piu' non posso. Sistemata quella, possiamo trancquillamente fare concorrenza alla Svizzera in termini di ricchezza e produzione. Bisogna spazzare via questi dirigenti e politici indecentemente pericolosi per la Nazione.