La crisi colpisce anche i Comuni: meno multe

Gli italiani riducono l'uso della macchina e i Comuni incassano meno

Non bastano il patto di stabilità e i continui tagli. Ora i Comuni devono fare i conti pure con le minori entrate derivanti dalle multe. Lo rivela il Sole 24 ore, che come tutti gli anni ha fatto i conti in tasca ai municipi italiani scoprendo che per la prima volta contravvenzioni e riscossioni sono scese.

Nel 2011, infatti, i Comuni hanno comminato "solo" 1,47 miliardi di euro di multe, il 6,5% in meno rispetto all'anno precedente. Anche peggio, se si considerano quante di quelle sanzioni sono state effettivamente pagate: nelle casse dei sindaci sono entrati appena 1,19 miliardi di euro (-7,5% rispetto al 2010). Nemmeno andando a vedere i dati più aggiornati le cose migliorano. Secondo il Ministero dell'Economia nei primi sei mesi del 2013, le entrate sono scese del 25%.

A colpire le amministrazioni sono soprattutto due fattori, secondo il Sole. Da una parte, infatti, complice la crisi economica è calata la mobilità degli italiani, che ha segnato un -23,9% tra il 2008 e il 2012. D'altro canto c'è anche un caos delle regole nelle riscossioni a livello locale che ha portato sempre meno soldi nelle casse dei Comuni e in particolare con il "decreto sviluppo" che ha sancito l'uscita di Equitalia dal ramo dei tributi locali, senza però chiarire chi avrebbe riscosso le multe.

Commenti

MonTyler

Lun, 15/07/2013 - 14:12

Ma come? Finché c'era silvione la crisi non esisteva, ora improvvisamente è tutto un parlare di crisi, crisi, crisi. Chi è che disse "dicono che c'è crisi ma i ristoranti sono pieni"? Proprio non ricordo.

libertyfighter2

Lun, 15/07/2013 - 14:29

GODOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Io ho buttato la macchina per evitare di essere multato di continuo. Adesso giro a piedi godendo del fatto che sono invisibile ai Mafiosi Urbani e non possono farmi nulla. Certo devi avere culo di trovare lavoro raggiungibile coi mezzi pubblici. E poi niente più bollo di circolazione (230 euri annui guadagnati) niente più assicurazione (GODO), niente multe quindi circa 500-600 euro annui di minori introiti per la mafia costituzionale romana, niente più tangente sul carburante (55%). Poi posso prendere un caffé corretto senza dover fare alcool test e quant'altro. Tutti i soldi risparmiati, ovviamente li stipo sotto terra e li uso in vacanze extra europee, tanto per essere sicuro che QUEL CAPITALE LI non torni nelle perverse mani pubbliche italiane. Aggiungete che risparmio sul canone avendo buttato pure la TV (anzi, mai comprata -120 euro annui) e adesso sono pure passato a fumare elettronico (suca MONOPOLIO), e mi sono già stipato un paio di anni di prodotti, così se stratassano io sopravvivo senza comprare PIU' dell'Italia.

PaK8.8

Lun, 15/07/2013 - 14:31

Montyler, Silvione non c'è piu' da due anni e tu ancora li' stai? Guarda che l'osteria chiude, a letto i briachi. Chiama un taxi se non ti ricordi come si cammina.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 15/07/2013 - 15:04

quanto siete babbei pensate solo Berlusconi mentre i massoni vi stanno schiavizzando ed impoverendo che popolo senza orgoglio e dignità.

Fracescodel

Lun, 15/07/2013 - 15:10

Le multe sono un deterrente per illeciti. Che ce ne siano meno deve essere vista come una VITTORIA. Se si acuiranno le regole solo per facilitare gli introiti, questo sara' da considerare come atto OSTILE DI ORGANI DIVENTATI ILLEGITTIMI. E' cosi' che poi il pubblico a fortiori non sara' rispettoso di regole ingiuste. Speriamo bene, speriamo che non ci si muova verso un'inasprimento arbitrario delle regole!

sberlusca

Lun, 15/07/2013 - 15:40

I comuni incassano di meno, non perché ci sono meno ahto in giro ,ma e dico ma,i vigili troppe volte chiudono gli occhi ,non uno solo ma tutti e due ,sugli abusi che vengono commessi , Queste persone sono pagate per far rispettare il codice della strada non per educare , tanto se non gli fanno la multa il giorno dopo ci ritrova la stessa auto , quindi l'ignoranza della gente va punita toccandogli il portafoglio, ma i vigili cosa ne pensano? Qui da me , io vivo in un posto di mare, se facessero le multe per tutte le infrazioni che vengono commesse si risanerebbe il bilancio per dieci anni , ma non avviene perché abbiamo dei vigili che non fanno il loro dovere, e la situazione è uguale in tutta Italia, quindi troviamo meno scuse a facciamoli lavorare di più ,vedrete che i conmini tornano tutti in attivo.

Ritratto di Banan@s republic

Banan@s republic

Lun, 15/07/2013 - 15:47

V COME VAMPIRI

Marcello58

Lun, 15/07/2013 - 15:48

certo che si ! Da quando muoversi è un lusso sono felice di aver drasticamente limitato gli spostamenti. Così spendo meno, il fisco se la prende nel posteriore perché non consumo più e quindi non verso accise e tasse sul carburante, evito le autostrade, e di conseguenza anche le occasioni di venir 'balzellato' da solerti vigili urbani comandati di fare cassa..... Bene, sempre meglio. Tra un po' anche i vigili urbani non serviranno più a nulla, ed i petrolieri se vogliono vendere devono abbassare i prezzi, così come lo Stato se vuole avere gettito fiscale dai consumi deve essere meno vorace e pretenzioso! Tutto si stabilizza, se c'è equilibrio, altrimenti......

libertyfighter2

Lun, 15/07/2013 - 16:13

sberlusca, vieni qui a Roma centro allora, così vedrai che ti multano pure perché la ruota destra è un pò più gonfia ed ha intaccato la linea (blu) del tuo parcheggio a pagamento. Qua ti multano perché sei a meno di OTTO metri da una intersezione stradale, con un isolato che forse arriva a 20 metri, lo spazio "parcheggiabile" diventa magicamente di 4 metri....

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 15/07/2013 - 16:23

da queste parti insiste il parcheggio selvatico ed i parcheggiatori abusivi (evasori pure )in aree di sosta ad ore o vietata. E la cosa l'ho notata ovunque sono stato. Ma perché, la segreteria comunale prevede un autofinanziamento tot da entrate per divieto di sosta? E, prescindendo dal modo, come può stabilirne l'entità?

Duka

Lun, 15/07/2013 - 17:09

Come si dice: prima o pio tutti i nodi vengono al pettine. Cioè a dire che un sistema che si foraggia sopratutto sul balzello è di per se fallimentare. La stessa situazione la troverà ben presto il governo del paese con le industrie che chiudono o se ne vanno. Come farà a mantenere un gettito fiscale adeguato agli sprechi, alle spese inutili, al becerismo economico in cui sguazza questo paese da troppo tempo.

libertyfighter2

Lun, 15/07/2013 - 17:14

@nuvmar La risposta alla seconda domanda è: il TOT deve entrare per forza, se non entra, aggiungono regole o cartelle pazze. Riguardo ai parcheggiatori abusivi ti spiego come va la storia. In principio lo Stato si arroga il diritto di "regolamentare" la viabilità ed il parcheggio. Ovviamente la cosa non funziona, perché é impossibile regolamentare efficientemente attività umane con un grado di complessità simile. A quel punto si crea un grave problema. Chi deve parcheggiare NON PUO' PARCHEGGIARE, perché non ci sono abbastanza parcheggi, o perché sono nei luoghi sbagliati rispetto alle necessità che ovviamente variano a ritmo di vita reale e non di fuffa politica. A quel punto la società si organizza tramite il libero scambio per SUPPLIRE al danno fatto dalla pianificazione politica: gli abusivi trovano spazi "adatti" e ci fanno parcheggiare le persone in cambio di soldi con i quali corrompono i vigili (puoi leggere "comprano una licenza informale" ) per quel parcheggio e le cose si sistemano. Inoltre, essendo presenti sul posto e dirigendo le manovre di parcheggio e di uscita riescono ad ottimizzare lo spazio in maniera molto migliore dei parcheggi "regolari" statali. In sostanza io ADORAVO gli abusivi perché era l'unico momento in cui ero SICURO che non avrei preso una multa per divieto di sosta quella sera.

il gotico

Lun, 15/07/2013 - 18:05

A milano fra l'area C i parcheggi scarsi, anche perchè molti preferiscono altre soluzioni di locomozione, si è chiaramente notata una drastica riduzione del traffico, con pochi soldi si evita anche la gita fuori porta della domenica, il tutto a vantaggio dei mezzi pubblici, sempre più sfruttati dalla cittadinanza. Questo in teoria dovrebbe portare un afflusso di denaro nelle casse dell'ATM, quello che non mi spiego è perchè allora vogliano alzare il biglietto a 1,70 euro... ah si scusate, le multe le pagano solo gli italiani, con zingari e stranieri i controllori guardano dall'altra parte... anche da qui c'è un calo delle entrate comunali.

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 15/07/2013 - 19:02

Insomma, anche ad essere virtuosi si fanno danni...BASTAAAAAAAAAAA

blackbird

Lun, 15/07/2013 - 19:29

In un Paese civile le multe non dovrebbero essere versate ai Comuni, ma a ONLUS che si occupano di parcheggi, segnaletica stradale, assistenza agli indigenti, ecc. Non è moralmente corretto che un bilancio comunale lieviti a suon di "multe" il più delle volte ingiuste e illegali. Basta far ricorso e il 40-50% delle sanzioni viene annullato! Ma è cosa seria questa? In un Comune vicino a dove abito i vigili urbani sono stati denunciati dai Carabinieri per violazione della procedura di rilievo della velocità e condannati a non operare per 6 mesi!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mar, 16/07/2013 - 19:24

errata corrige: -selvaggio- e non "selvatico".