Crisi, Draghi ai governi:"Risanare i bilanci solocon le tasse è recessivo"

Il presidente della Bce sprona i governi Ue: "Siano più ambiziosi e puntino alla crescita". Poi avvisa: "La Bce non può acquistare bond all'infinito"

Sprona i governi a puntare sulla crescita, evidenzia i "progessi delle politiche di bilancio dei Paesi dell'Eurozona" e denuncia ancora i "rischi al ribasso dell'economia".

Il presidente della Bce, Mario Draghi, in un’audizione al Parlamento europeo, invita a non abbassare la guardia perché i pericoli non sono passati e c'è il rischio di un "ritorno delle tensioni sui mercati finanziari".

Secondo l'ex governatore di Bankitalia, i segnali economici "confermano una stabilizzazione dell'attività ma a un basso livello" e i dati portano "incertezza". La Banca centrale europea ha fornito liquidità al sistema bancario, "avvicinandola all’economia reale" e per questo Draghi si dice fiducioso che le banche possano utilizzare questa liquidità proprio per fare il loro mestiere, ciò fornire credito a imprese e famiglie, anche se "la Bce non può intervenire sull’uso che le banche fanno della liquidità: è una loro prerogativa".

Poi il monito rivolto ai governi dell'Ue affinché siano "più ambiziosi" nel varare misure per stimolare la crescita. Il programma della Bce di acquisto dei bond governativi "non è eterno né infinito, per il momento c’è ma non dimentichiamo che la Bce deve agire nel limiti del suo mandato e nei limiti del Trattato che vieta il finanziamento monetario", ha poi spiegato Draghi, secondo cui "adesso la situazione dei mercati è migliorata, basti pensare che nei primi tre mesi dell’anno ci sono state emissioni di bond pari a quelle che ci sono state in tutto l’anno scorso".

Il presidente della Bce ha ammonito i governi dell’Eurozona a non perseguire solo con manovre recessive il consolidamento dei loro bilanci e i programmi di austerità in cui molti di loro sono impegnati, evitando di ridurre gli investimenti e tagliando piuttosto la spesa pubblica improduttiva. "Il consolidamento dei bilanci basato esclusivamente sull’aumento delle tasse è sicuramente recessivo. Idealmente dovrebbe essere fatto sulla base di una riduzione delle spese correnti, in particolare di quelle più improduttive, e non sulla riduzione della spesa per investimenti. Ma purtroppo in situazioni di urgenza è più facile ridurre la spesa in conto capitale che le spese correnti", ha concluso Draghi.

 

Commenti

Lucasartor

Mer, 25/04/2012 - 10:36

Quindi le banche sono private quando devono decidere dei soldi loro regalati dalla bce, e pubbliche quando dobbiamo salvarle dai fallimenti!? Questo in italia era gia' successo,una fabbrica di auto quando faceva utili era della proprieta' , quando rimetteva era un patrimonio pubblico da salvare! C'e' qualcosa che non va nel modo di fare politica in questo paese! Ma nessuno dice nulla .....quindi tutto a posto!

marcomasiero

Mer, 25/04/2012 - 10:59

... e Draghi punti a chiudere sto baraccone di nome euro ! ... NON se ne può più di vivere sotto i numeri della finanza !

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 25/04/2012 - 11:06

Lucasartor, questa crisi e stata voluta dalle banche che sono creditori di tutti i governi del mondo!! Hanno voluto salvaguardarsi da paesi quali la Grecia che non sono serie con politici troppo ladri e inaffidabili e dalla quale rischiavono di non essere rimborsati! Praticamente i gorni sono i loro "squali" che garantiscono il ritorno del credito, in poche parole le banche sono solo dei usurai ed usano i soldi dei loro risparmiatori. La BCE praticamente presta soldi alle banche ma questi soldi vengono dalle banche stesse, ossia la BCE è finanziato dalle banche che dano da credere alla gente che la BCE e delle nazioni fondatrici per lasciano i politici nominare i vertici ma i veri padroni sono la Banche!! La BCE si autofinanzia in parte con gli "interessi" che fa pagare alle nazioni. Per capire bene come funziona bisogna mai perdere d'occhio il CASH!!

voce.nel.deserto

Mer, 25/04/2012 - 11:19

Gira rigira,senza provvedimenti di tipo keynesiano si può far poco per lo sviluppo. E l'austerità,posto che l'obiettivo pareggio è a portata di mano per i provvedimenti già assunti,dovrebbe essere temperata.Per trovare ulteriori risorse per il rilancio,oltre ad una revisione dstrutturale in parte avviata,bisognerà puntare sulla riqualificazione della spesa pubblica. Ma keynes puntava molto sulle nuove opere pubbliche che consentono la creazione di nuovi posti di lavoro.Vuoi vedere che il passante di Mestre,la variante di avlico e lo sblocco delle opere pubbliche voluto dal governo di centro destra andavano proprio in direzione di una politica di rilancio? Benedetta ignoranza! San Crispino,patrono dei calzolai,benedici la politica italiana.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 25/04/2012 - 11:20

Ma tutti questi personaggi, vengono strapagati per dire cose ovvie o per risolvere i problemi?

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 11:46

Draghi, scusa, amico mio, ma lo sai che con la tua Trilaterale e l'euro ci hai lasciati sul lastrico; almeno io lo sono davvero, non mi ammazzo per non fargli un favore ma, tanto, con una coronaria rimasta, aperta con uno stent, che cede un 50% di spazio alla circolazione, devo solo attendere... Ma, Draghi, vieni a vedere i conti di molte Famiglie e "forse", ma nedubito fortemente, capirai. Carissimo, per mettere in piedi un'azienda o tenerla in piedi, non so se Papà te lo disse, ci vogliono i soldi, ma se avete fatto solo errori, scustae, gli stipnedi non aumentano dal 1983, se anche le aziende producessero, mi spiega la gente con cosa paga, con gli organi? Ma tanto è inutile, è un problema uditivo o della vista, o di assenza dal reale. Grazie Draghi del consiglio sei un vero Drago!!

voce.nel.deserto

Mer, 25/04/2012 - 12:06

La BCE assuma tutte le responsabilità proprie di una banca di riferimento europeo.Qui si rimpiange la Banca d'Italia così com'era prima dell'euro. E poi non parli il Draghi genericamente di crescita e di rilancio,ma indichi la sua ricetta per conseguirle "ad adiuvandum" non certo per mettere vincoli ai governi. Questo è un momento cruciale per la BCE ed anche per l'Europa. O si ha il coraggio di fare l'Europa non egemonizzata da un singolo stato,o gli stati riprenderanno la propria sovranità per consentire ai popoli di sopravvivere e poi di tornare a vivere dignitosamente. Le strutture politiche,Europa compresa,devono servire l'uomo e non viceversa.Ed il fatto che molti imprenditori rifiutino la vita sta a significare che le istituzioni europee e quelle nazionali corrono dietro a bandiere prive di significato sintetizzabili nel concetto di egoismo dei poteri e delle istituzioni più forti.

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 12:50

#7 voce nel deserto: ottimo e condivido !!! Ma quanti sono che, singolarmente e senza condizionamenti d'alcun tipo sarebbero disposti a lottare per riavere la nostra Nazione ed essere orgogliosi di poter urlare al mondo viva l'Italia. Che lo si voglia oppure no, la catena di Comando Politica deve esserci; è sempre stata voluta già dalle prime società per avere la percezione della sicurezza ed dell'equità civili ma, purtoppo, oggi, preoccupa non riuscire a trovar pace utlie e necessaria per affermare serenamente: "Ecco, quella persona li, non è lagnosa, non mi spreme, è ottimista, cerca od almeno ci prova, a tenere alto il morale"; dov'è ?! Sarebbe bello, anche in povertà, gestire il frutto delle nostre fatiche e rinunce, invece, oggi, giornata della Liberazione, dovremmo anche festeggiare d'aver ceduto la sovranità alla signora Europa. Se BCE, fosse costituita da esseri Umani al servizio della società civile e non del Capitale di pochissimi, forse avremmo speranze, ma...

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 25/04/2012 - 12:53

E ci voleva draghi per scoprire questo! Ma pensa te che novità! Ormai a monti e ai suoi gliel'hanno detto tutti, in tutti i modi e in tute le lingue, che non può continuare a mettere solo tasse, che occorrono misure per la ripresa. Hanno usato metafore di ogni genere. Perfino il vaticano ha parlato di questo... ma lui niente! Sta lì, bello come il sole, impassibile, algido e consapevole della propria intangibilità, perchè i partiti sono terrorizzati dal solo pensiero di doversi presentare davanti agli elettori dopo averli fatti rapinare senza far niente per difenderli. La "spending revue" sarà l'ennesimo fallimento, come le liberalizzazioni, la riforma del lavoro e l'incarico conferito al presidente dell'istat, che vi ha rinunciato. Non ne usciremo senza qualche avvenimento traumatico, che pagheremo tutti. Ma meglio un trauma, poi la guarigione, piuttosto che continuare a soffocare senza alcuna speranza di salvezza.

Ritratto di vaipino

vaipino

Mer, 25/04/2012 - 13:03

Da Ennio Flaiano: " oggi il cretino è pieno di idee"

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 13:15

Permesso, chiedo scusa, ma c....o: Non avreste voglia d'averli tutti davanti e porgli una domanda facile, facile: "oh, belli! ma ci prendete per imbecilli! perchè se così fosse, ptremmo anche dimostralo e, per chi li ha, mettere i soldini al sicuro, incrociare le braccia, non votare, non pagare!"; non è un incitamento alla rivolta, è un semplice sfogo siccome è davvero difficoltoso accettare d'esser presi per i fondelli, personalmente da 62 anni, siccome i miei Genitori non erano felicissimi di pagare: tassa di famgilia, ina casa, gescal o qualcosa di simile, tassa di soggiorno, ecc... La mia elencazione sarà sicuramente imprecisa ma, è da allora che il Popolo finanzia costantemente la Politica, che fa delle voragini enormi eppoi, senza manco ammettere la loro incapacità nel gestir denaro, ti strappano le carni per venderle al mercato europeo ed avere i soldini. E basta, ci siamo lievissimamente stufati! Villaggio, fai ancora un film dei Tuoi per favore, hai un copione già fatto!

Massimo Bocci

Mer, 25/04/2012 - 13:22

Come Draghi, non sen'e accorto qui hanno fatto tutto per la crescita?? ......Del loro regime di mafia cattocomunista,....e tutti i 270 miliardi BCE ...(per il pagamento del golpe Bunga Bunga) già tutti investiti ( tutti fumati) dal regime (dei ladri!!! ......Stia tranquillo gli Italiani veri non hanno visto un euro,.....c'osi sono immuni dalle tentazioni di spederli impropriamente caso mai per mangiare.........per fumarseli ci sono le istituzioni pan comuniste, da sempre deputate alla bisogna,.....i veri ladri di regime!!!!! Chi altri!!!

MMARTILA

Mer, 25/04/2012 - 13:50

Altra perla di saggezza di un superpagato a sbafo...lo sappiamo da soli, grazie! Ma Monti nn ci sente da quell'orecchio!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 25/04/2012 - 13:50

Qualcuno ripcord a che UNO dei principals opposite I alla nomina di Draghi fu il company Tremonti?

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 14:08

Siccome Monti ha detto che ci eravamo abituati ad uba vita non adeguata, (l'eruo ci ha ingannati) vorrei spiegargli a quattr'occhi che la nostra Famiglia non ha mai sprecato una Lira prima ed un euro dopo, mai una cena al ristorante, avevamo raggiunto la normalità con una casa, di treceto anni ristrutturata da noi e quella a finco per nostro Figlio (da ristrutturare e già venduta). Perchè, grazie ad una Avvocato, che denunciai alla Procura della Repubblica ed all'Ordine degli Avvocati per responsabilità penali ( non se ne fece nulla, papà stava nel potere e la moglie ha i soldi). Per colpa di quel farabutto che non capì che mia Moglie ed Io eravamo andati da lui più per una reciproca provocazione che altro, mio Figlio interruppe la scuola. Destinammo l'intera liquidazione, le pensioni, per attrezzare la ditta. Un dipendente (protetto dalla Legge) rubò 20.000,00 euro fra attrezzature e materiali; fatture e cambiali non pagate dai clienti; furgone nuovo distrutto da una persona (1)

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 14:17

(2) furgone preso in prestito. Tassi incredibili per scoperto e/o fido, valanghe di tasse. L'aiuto degli sportelli mettersi in proprio regionali aiutano quelli che l'indirizzo politico facilemente intuibile impone. Dovrei andare avanti ma siccome la storia riempie 3 dossier mi sembra eccessivo. Le partite iva, se hai un commercialista che sa dare consigli, forse consente di vivere, ma se ha un commercialista e basta, inizi un percorso in caduta che ti conduce ad un ammontare di 450.000,00 euro. Vorrei ricordare che tutto inizia da quel delinqunte autorizzato dell'Avvocato rimasto impunito nonstante i reati. Poi Monti e Draghi parlano di sacrifici; sperimenti lui rimanere senza corrente un anno e mezzo grazie alle bersaniane liberalizzazioni che hanno dato vita a tuffatori autorizzati, oppure provi a mangia patate con patate perchè non hai altro e non avresti i denti. Eppure io ero uno stimato funzionario pubblico che ha dato la vita per i collaboratori; poi ecco ladri e truffatori

laura

Mer, 25/04/2012 - 14:24

Ma come , Draghi si permette di contraddire Il fenomeno Monti? In soli 5 mesi ha fatto tutto per la crescita, con provvedimenti geniali e innovativi. Sono cresciuti: i suicidi, i fallimenti, i disoccupati,gli anni per andare in pensione, le tasse, la spesa pubblica, il debito, il decremento del PIL,i crolli di borsa, i crediti verso le pubbliche amministrazioni, i clandestini, gli immigrati senza dimora e lavoro, la durata dei permessi di soggiorno a questi ultimi, i delinquenti in liberta'.... Cosa vogliamo di più? Suvvia Draghi dica anche lei che Monti e' bravo e buono. Così' vuole il comunista parassita sul colle, così' vuole la culona e così' vuole anche la CEI. Amen.

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 15:00

A me spiace invecchiare, anzi lo sono, siccome dicono che l'anzianità significa saggezza. Abbiamo un altissimo esempio di pedissequ e robotica demagogia. A mio Figlio ho sempre detto che Mamma e papaà li deve prendere come dei manuali operativi divisi in due: le cose fatte con esito positivo e la montagna enorme di errori, da non fare -punto-. Di dententori della Verità, fra gli esseri viventi, forse toviamo la Natura che, se non altro, anche se la massacriamo, ubbidisce sempre e chiede poco. Come il Cane. Tutto il resto sono parole asfissianti, ripetitive e senza azioni leali, oneste determinate e risolutive, insomma, anche fra le Signore, vorremmo vedere umanità, Giustizia, equità e determinazione e soprattutto stapparsi molto bene le orecchi eper ascoltare i problemi del Popolo Governato (?) e non i vermi che sfruttano l'Umanità. Cazzarola a beccarne almeno uno!!!

ITALIANOSTANCO

Mer, 25/04/2012 - 15:19

Caro Draghi qui si continua a voler imporre tasse su tasse da parte di un governo e di uno stato che non ha fatto nulla per ridurre se stesso, mentre fa molto per ridurre in povertà i propri cittadini. Si ha quasi l'impressione di una guerra a senso unico nei confronti dei cittadini tutti, a partire però da quelli delle classi più deboli. Che esista l'evasione fiscale non ci piove, ma che ora si guardi a tutti indistintamente anche a coloro che presto si troveranno di fronte alla scelta se pagare le tasse o portare il pranzo in tavola, mi sembra eccessivo e se non le pagheranno le tasse nessuno credo potrà negargli che abbiano avuto il diritto alla legittima difesa. E si reputino fortunati se la legittima difesa si fermerà a questo! Di questo passo potrebbe essere richiesta anche per la violenza fisica che gran parte degli Italiani vorrebbe eseritare nei confronti dei nostri politici. TUTTI! nessuno escluso.....e a ragione!!!!

silvio frappa

Mer, 25/04/2012 - 15:25

E andiamo.... ma davvero ci credono così deficenti, noi cittadini, questi miserabili burocrati esponenti della bestialità della burocrazia ? i bilanci si distruggono con le SPESE IMPRODUTTIVE STRUTTURALI, non con quelle occasionali, sbagliate e quasi sempre truffaldine. Per distruggere l'economia di un paese ci vogliono anni e distruzione a tappeto di tutti gli aspetti produttivi.. INSOMMA E' UNA COSA CHE E' DIFFICILE FARE IN UN ANNO O DUE. Ovio quindi che per risanare i bilanci malati si debba intervenire sulle FALLE, sugli SPRECHI, sulle TRUFFE INGEGNERISTICHE che la maledetta politica ha costruito nei decenni. Ma ci vuole un presunto genio della finanza per diure queste c....te ? Io credo che ci vogliano SOLO civili cittadini con le palle piene, che vadano a prendere per il collo i ladri di turno !!!

giorgiomarchesini

Mer, 25/04/2012 - 15:48

Genio! Genioooooooo!!!!

giottin

Mer, 25/04/2012 - 15:57

Ueh ragazzi, ecco un altro "drago". Ma invece di parlare non dovrebbe lanciare fiamme????

epc

Mer, 25/04/2012 - 16:23

"Il consolidamento dei bilanci basato esclusivamente sull’aumento delle tasse è sicuramente recessivo". Ma va'? MA VA'? Pensa, io ero da mo' che lo dicevo, e adesso ci arriva anche Draghi!!!! Peccato che Monti non ci è ancora arrivato!!!!!

Roberto Casnati

Mer, 25/04/2012 - 16:26

Uela! Un'altro che dice aver capito tutto. Complimenti signor Draghi Ella è persino più perspicace del ragionier Fantozzi. L'unico che tiene duro a non capire nulla, oltre alla Merkel, è il nostro ragionier Monti.

ilsiena

Mer, 25/04/2012 - 16:56

Pensavo che Draghi fosse più profondo nelle sue riflessioni e nei suoi discorsi, visto il posto che occupa, invece parla come l'uomo del Colle in quanto a saggezza e conoscenza della realtà.

AnnoUno

Mer, 25/04/2012 - 17:43

Ma quanto sono bravi! Tutti pronti a pontificare ed indicare la via! Se solo lo facessero sopravvivendo con 400euro mensili sarebbero anche, in parte, credibili. Domandina per Draghetto-sputa-sentenze: perchè hai elargito soldi di tutti alle banche? Risposta: per salvare le banche e quindi l'economia. Commento: non ci sei riuscito; l'economia reale affonda, la gente muore e le banche falliranno comunque al momento opportuno. E comunque, essendo le banche enti privati e non pubblici a noi del loro fallimento non ce ne importa niente!

voce.nel.deserto

Mer, 25/04/2012 - 17:44

Mi sa che la spesa pubblica presenta tuttavia delle rigidità che non consentiranno un forte recupero di risorse.Intanto quantifichiamole a cominciare dal finanziamento dei partiti,fruito alla faccia del popolo che pose un esplicito divieto col referendum! E poi bisogna vedere se siano sufficenti per una politca di rilancio,posto che le politiche Keynesiane (deficit spending) si vogliono escludere .

matrix2008

Mer, 25/04/2012 - 17:47

pensare che questa gente è andata all'università e dice le stesse cose di mio nonno che possiede la terza media. Il mondo è in mano agli idioti e babbei, che il buon Dio ci salvi da costoro.

AG485151

Mer, 25/04/2012 - 18:08

ALLEGRI RAGAZZI.IL FUTURO E' ROSA. Con dei cervelli come questo qua che ha capito che con troppe tasse non si va avnti ma si va indietro possiamo dormire tranquilli. Io al suo posto avrei fatto così : cara Italia , hai un debito mostruoso generato da una spesa pubblica mostruosa.Io ti do tanti soldi quanti tu ne tagli.E ti faccio anche degli esempi : ministeri,pres.cons. e rep.,municipi,province,regioni,enti vari,stip.e pens.pubbliche,parlamento e relativi apparati,auto blu,benefits,orario di lavoro,docenti,CC,PS,GDF,Forestali,Vigli urb.,bidelli,custodi,magistr.,militari,aziende municip.,patrim. pubbl.,finanziam.pubblici ecc.TUTTO RICONDOTTO ALLA MEDIA EUROPEA.Così realizzi tanti euro da azzerare il debito,impedire che si rigeneri,investire in energia,infrastrutture,scuola,sanità,ambiente,agroalimentare,turismo e riduzione delle tasse alla media europea.Fatto cio,quando lo spread si azzera , la borsa sale di brutto , gli investitori arrivano ,l'occupaziodo sale ti do un mare di euri.

grifo63@gmail.com

Mer, 25/04/2012 - 18:12

Ha fatto la scoperta del SECOLO, per fare questa riflessione, BISOGNA AVER STUDIATO PER ALMENO 30 ANNI. ma DOVE ERANO TUTTI QUESTI soloni QUANDO SERVIVANO? Per fortuna avanzano sempre i MIGLIORI, VERO? Grifo63.

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 18:41

Il finanziamento è già un paradosso siccome paghiamo per assicurare la bella vita e non il mal di fegato come dovrebbero avere tutti, se facessero il bene pubblico ed invece saranno solo N......, io non lo so. I dramma vero è che li paghiamo per disatrarci e poi noi paghiamo i debiti. Come quei poveretti che hanno figli o parenti che si inguaiano, come chi ha il vizio del gioco, ed i fanigliari pagano i debiti. Stabilito che dobbiamo finanziare il loro bighellonare ed il tedioso ripetersi delle stesse cose; il dubbio è che se già ora si acchiappano gli aiuti per il Partito, da anime benevole e disinteressate....., viene da pensare che la prestigiosa azienda s.p.a impronuciabile ma che LORO, dicono che ha un giro d'affari di n....... euro (pazzesco), appena individuato il Canditato-Pollo-Vittima da ricattare, gli fa arrivare la proposta che non può rifutare..., e la frittata è fatta. Il problema è l'Italia, ma non come territorio; credo che la nostra etnia abbia un'avaria nel d.n.a.

doris39

Mer, 25/04/2012 - 19:34

Le parole di Mario Draghi rispondendo ad un europarlamentare, sono state le seguenti : «se ci si limita al consolidamento fiscale soprattutto aumentando le tasse - dice - l'effetto è certamente recessivo. Si devono invece tagliare le spese correnti senza toccare gli investimenti. Invece alcuni, in condizioni di estrema urgenza, sono ricorsi all'aumento delle tasse, che è più facile, e hanno tagliato la spesa in conto capitale invece di ridurre la spesa corrente» Erano dirette al Mario Monti?

analistadistrada1950

Mer, 25/04/2012 - 20:09

Ho ascoltato Draghi, se non usa psicofarmaci, ho la sensazione che non abbia fatto un discorso sensato ma, sicuramente, la disperazione e lo smarimento mi ottundono la mente e mi fanno mal intepretare parole saggissime e dunque, chiedo scusa. Non si sa mai, si potrebbe tassare lo sfogo, alternativa alla censura.

aldogam

Mer, 25/04/2012 - 20:32

Caro Draghi, belle parole, ma cosa vuole che si faccia in Italia, dove diversi istituti hanno incentivato i direttori di agenzia e di filiale sulla riduzione degli impieghi verso le PMI ed i privati? Alla faccia dei 270 miliardi ricevuti al tasso dell'1% riducono gli affidamenti ed aumentano i tassi. Monti, loro amico, ovviamente tace. Poi, quando la strage di PMI sarà compiuta si lamenteranno delle sofferenze. Ottusi suicidi.

ferdomi

Gio, 26/04/2012 - 10:15

Secondo me una cosa non si è capita! Bisogna ridisegnare il presente economico ed il futuro di tutta l'Europa! Un fatto è certo ,ogni stato deve salvaguardare i propri punti di forza e deve avere l'appoggio di tutti gli altri paesi e non metterli in concorrenza tra loro ! Oggi sono venuti al pettine molti errori da decenni a questa parte e non si può pretendere che in poco tempo i tecnici li risolvano , però possono intervenire con più energia là dove ci sono più risorse e non su quelli che già non ce la fanno ad arrivare al 20 del mese o prima !Siamo o non siamo la 4a o 5a potenza del Mondo ? Ebbene muoviamo un pò questa ricchezza per abassare il deficit , e così gli interessi che si risparmiano investirli in ricerca , risanamento del territorio ,equiparazione del territorio a standard di vita più consoni a tale posizione , occupazione e rafforazamento dei nostri punti di forza agricoltura , artigianato , pmi e turismo !