La crisi ora affonda anche le partite Iva: in un anno -25,8%

Istat, Pil in calo nel primo trimestre 2012: -0,8%. Spesa famiglie: -2,4%. Mai così male dal 2009

Com'era prevedibile notizie non buone per l'economia italiana, fanalino di coda nell’eurozona per l’andamento del Pil, e in forte affanno anche rispetto a Stati Uniti e Giappone. Nel primo trimestre il prodotto interno lordo del Belpaese è diminuito dello 0,8% su base congiunturale, a fronte del +1% del Giappone, del +0,5% negli Usa e in Germania, di una variazione nulla in Francia e di un calo dello 0,3% nel Regno Unito. E c'è un altro dato che preoccupa: nello scorso mese di aprile sono state aperte 46.337 nuove partite Iva; in confronto al corrispondente mese dello scorso anno si registra una flessione del 3%, mentre, rispetto al mese precedente, il calo è pari al 25,8%. Lo comunica il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia.

Crollo dei beni durevoli

Con l'economia in affanno gli italiani tirano la cinghia. Lo si vede benissimo, ad esempio, nell'acquisto di beni, nel primo trimestre diminuiti dell’11,8%. I beni non durevoli calano del 2,3% e gli acquisti dei servizi dello 0,2%.

Giù costruzioni e industria

Nel primo trimestre 2012 la variazione congiunturale del valore aggiunto è negativa nelle costruzioni (-3,2%), nell’industria in senso stretto (-1,6%), nel settore che raggruppa le attività del commercio, alberghi e pubblici esercizi, trasporti e comunicazioni (-1,0%), nel settore del credito, assicurazioni, attività immobiliari e servizi professionali (-0,5%) e in quello degli altri servizi (-0,1%); una variazione positiva si registra solo per l’agricoltura (+4,9%).  In termini tendenziali, il valore aggiunto delle costruzioni è invece diminuito del 6,8%, quello dell’industria in senso stretto del 3,1% e quello dei servizi dello 0,3%, mentre quello dell’agricoltura è aumentato dello 0,4%.

La spesa delle famiglie

Anche le famiglie sono in forte difficoltà per la crisi. Nel primo trimestre del 2012 la spesa delle famiglie è diminuita del 2,4% su base annua e dell’1% sui tre mesi precedenti.

Forte calo delle partite Iva

Nello scorso mese di aprile sono state aperte 46.337 nuove partite Iva; in confronto al corrispondente mese dello scorso anno si registra una flessione del 3%, mentre, rispetto al mese precedente, il calo è pari al 25,8%. È quanto emerge dai dati pubblicati dal Dipartimento delle Finanze.

Commenti
Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Lun, 11/06/2012 - 11:17

Le Forze di Lavoro del paese sono tenute incatenate da un sistema pudrito inumano nemico della Dignità umana! Il paese ha bisogno di essere interamente rinnovato, decontaminato, risanato e fortificato interamente! Per fare questo bisogna che sia io il presidente della repubblica! Dichiaro lo Stato di Calamità Generale, confisco i beni a tutti i politici ed amministratori pubblici a cominciare da Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi e loro predecessori, alla Giudicativa ed Esecutiva, a tutti coloro che hanno guadagnato in Italia e portato i soldi all'estero, anniento il crimine organizzato nazionale ed internazionale e la corruzione, anniento il terrorismo, le sue reti di crimine organizzato e il crimine organizzato degli immigrati! Lancio la macchina Lavoro Per Tutti e l'Italia risorge nuova fiammante! Altrimenti l'Italia và di male in peggio! Non c'é altra soluzione!

matrix2008

Lun, 11/06/2012 - 11:44

Io compro il più possibile usato per risparmiare e non regalare Iva allo Stato e quando posso compro il nuovo via Internet all'estero Germania inghilterra e francia risparmio e non regalo iva allo Stato ladro e corrotto affamatore di popolo non laico ma Massone. Ho ridotto l'uso del cellulare del cibo, cammino a piedi o bicicletta invece dell'auto niente vacanze e se le potrò fare andrò all'estero per non regalare altra iva al governo. Lo scontrino non lo cerco ma lo ritiro se consegnato nessuna attività economica può sopravvivere con il 52% di tasse neanche durante il Medievo ai tempi dei Re e Tiranni. Voi fate come Vi pare io ho descritto come vivo se vi fa schifo continuate a spendere e giocare alle lotterie, slot e gratterie varie. compratevi il tablet a 700 euro oppure 30 euro al mese per 30 mesi io ho preso il primo modello usato a 120 euro e lo stesso con lo scooter 1300 euro anno 2010 usato come nuovo.

alessandro49

Lun, 11/06/2012 - 11:49

In Italia tutto è in calo, compreso i nostri risparmi ridotti oramai al lumicino. Ma perchè, come disse giorni fa Berlusconi non si stampa moneta? Perchè non si apre un mercato parallelo a quello dell'euro (ovviamente con la lira) badando bene che il cambio sia mantenuto quello attuale anzi, svalutando leggermente la lira in modo che chi vuole usa l'euro altrimenti si usa la lira. In Italia,d'altronde, abbiamo usato moneta che non era tale e ci ha aiutato! Vi ricordate le 50lire, le 100lire, le 200lire in carta comune che erano entrate in circolazione...? Comunque, la moneta più forte sarà quella che pian piano sostituirà la più debole. A mio parere potrebbe essere una soluzione per passare dall'euro alla lira senza grossi traumi. Anzi!

Il_Presidente

Lun, 11/06/2012 - 11:58

Paolo,ha detto tutto e niente. Proposte concrete?

gbsirio_1962

Lun, 11/06/2012 - 12:17

La legge Biagi, Co.Co.Co. e Co.Co.Pro hanno portato insicurezza e stipendi da fame. L'Italia si è trasformata in una nazione di precari, di sotto-occupati e di senza lavoro. e di universitari che rispondono nei call center a 5 euro all'ora.... Per contro politici, banchieri e biscazzieri si sono arricchiti e continuano a farlo a dismisura... ditemi voi se questo è un paese civile

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Lun, 11/06/2012 - 12:22

Un motore senza carburante non funziona e si blocca. Il carburante per far funzionare la macchina economica di un paese è rappresentato dal potere di acquisto dei consumatori. Se questo dovesse essere ridotto in maniera drastica il motore potrebbe essere fruttato soltanto ad un regime ridotto, inefficiente che rischia di bloccarsi alla prima lieve salita. Con gl´insostenibili aumenti fiscali,tasse sugl´immobili, accise sulla benzina e svariati altri aumenti imposti dal governo di tecnici, oltre a non rispettare i loro crediti con i fornitori,aziende e il rifiuto delle banche di accordare prestiti necessari alle imprese e mutui ai privati, si è quasi bloccato il volano dell´economia del Paese rischiando così di irrimediabilmente annientarla. Meno male che al Governo ci sono esperti professori di scienze economiche e banchieri. È ovvio però che i primi sono dei puri accademici non all´altezza di risolvere i problemi in maniera pragmatica e i secondi agiscono in maniera opportunistica.

gian carlo galli

Lun, 11/06/2012 - 12:43

e' la conferma delle 'cazxxxe' sparate dal governo per regolare l'evasione fiscale. vanno cercare lo scontrino da 1 €, perseguitano i clienti degli hotels, i proprietari di barche, i proprietari dei suv, minano il fatturato delle aziende riducendo l'uso del contante e tracciando la spesa ritenendo che cosi risolveranno i problemi del paese. solo i comunisti possono avere una barca : D'Alema ! la vera lotta agli evasori non esiste : l'esempio viene da Passera, ministro dell'economia : ad di banca la quale ha dovuto sborsare al fisco 280 milioni di € = sei un lazzarone !! , la grande finanza, l'industria, i partiti, i sindacati, non hanno mai pagato ne vogliono pagare !! c'e' una volonta', quella di mandare il paese in rovina per ricomprarselo a costo zero !! allora W il movimento a 5 stelle e a tutte quelle liste civiche che si batteranno per spazzare la casta corrotta, ladra, truffatrice e senza alcun senso dello stato !!!!!!!

griso59

Lun, 11/06/2012 - 12:46

E aspettiamo che si paghi l'IMU prime e seconde case e poi vedrete dove va a finire il pil e la spesa delle famiglie. Il governo Monti sta' facendo tutto alla rovescia anzi sta facendo tutto il possibile per portare l'Italia alla rovina.

Il giusto

Lun, 11/06/2012 - 13:44

Agli amici di schettinoni...cioè volete dire che nel 2009 eravamo con pil e vendite come adesso?Cioè negli anni in cui andavamo benissimo,addirittura meglio degli altri?Ma allora lo statista oltre che incapace è anche falso!Incredibile,chi l'avrebbe mai detto!!!1 invio 13.44

Cinghiale

Lun, 11/06/2012 - 14:13

Ero al super mercato, un bambino voleva un'ovetto kinder, il padre gli ha detto che l'avrebbero preso la prossima volta perchè non avevano i soldi. Ho fatto finta di non sentire. Siamo ridotti che peggio non si può. Monti grazie, Napolitano grazie, Merkel grazie, Berlusconi grazie, Bersani grazie, un ringraziamento particolare a tutti coloro che girano intorno a questi figuri e che il diavolo se li porti.

esse2006

Lun, 11/06/2012 - 14:53

Mi associo con tutto il cuore all'augurio finale di @Cinghiale

Massimo Bocci

Lun, 11/06/2012 - 14:54

Ma il clone,...non e' stato chiamato apposta per abbassare e lui abbassa: gettiti IVA e tasse,occupazione,ricchezza,libertà, ecc.ecc......se poi lo spread sale non fate gli uggiosi 50 centrati, 1 fallito,.....anzi scusare anche fatto fallire tutti gli Italini veri!!!

robtu

Lun, 11/06/2012 - 15:19

Ora che non si può più rubare impunemente le partite IVA piangono... ma si vergognassero!

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 11/06/2012 - 15:31

La colpa non è di Monti, lui si presta al gioco. La responsabilità è di tutti i partiti che hanno permesso questo scempio.

Ritratto di KNight

KNight

Lun, 11/06/2012 - 15:42

quando potevano rubare impunemente grazie al papi andava bene. Ora che l'amico della nipote di mubarak è sparito, alle PI tocca pagare le tasse. Poveri...

a_volte_scrivo

Lun, 11/06/2012 - 15:46

La spese di ditte e famiglie diminuisce? Allora bisognerà aumentare l'IVA per far quadrare i conti. Così le spese diminuiranno ancora, il gettito fiscale pure. E allora? Avanti con l'IVA. Finirà che pagheremo solo IVA e faremo bollire le scarpe per mangiare.

Cinghiale

Lun, 11/06/2012 - 15:52

#15 KNight - #13 robtu - Il -25% è riferito alle partite IVA in meno aperte, è l'agenzia delle entrate che piange perchè ha meno tasche in cui mettere le mani. Attenzione avete fatto la pipì fuori del vasino. PS avere una partita IVA non è sinonimo di ladro. Se è così facile perchè non ne aprite una voi due che vi fate i soldi, credo non abbiate la minima idea di che cosa state parlando.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 11/06/2012 - 15:55

eppur, dice Monti, era imprfevedibile: il mio rigore implicitamente avrebbe dovuto permettere il ripristino delle gettate dovute ad una inimmaginabile espansione economica quindi la colpa è senz' altro da attribuire al governo precedente che in realta ha ucciso tutte le risorse del paese buttate al vento in un giro vorticoso di festini impudici: il mio governo, dice Monti, sta ora lottando per salvare dalla morte milioni di asini italiani destinati, per colpa di Berlusconi , a morire di fame: purtroppo , dice monti, ho fatto troppo poco ed il rigore applicato è stato troppo blando per portare reali benefici alla economia del paese: ora saremo obbligati a fare una ulteriore manovra dato che abbiamo dovuto intervenire per Spagna e Grecia dove son finite le ultimissime risorse: da domani gli italiani potranno mangiare solo una volta alla settimana e verranno distribuite dei buoni perche nessuno possa mangiare piu degli altri; evidentemente ci saranno delle esenzioni di cui forniremo elen

Kirch

Lun, 11/06/2012 - 16:11

La manovra di Monti è stata un toccasana.......per il lavoro nero!Non c'è un idraulico,imbianchino,muratore,piccolo o medio artigiano arrivando fino ai luminari della medicina,che non presenti due preventivi con e senza iva e,se si decide per quello senza iva,c'è pure uno sconto sostanzioso.In fin dei conti,dovendo recuperare il 55% in10 anni per dei lavori,è più logico NON pagare l'iva avere lo sconto e farli fare in nero.Per le cure sanitarie la cifra da scalare è il 19%, ragion per cui niente fattura e pagamento cash.Il divieto di usare contante oltre i 999,99 euro porta ad una circolazione maggiore di detto contante,in quanto,certe spese non si vogliono far figurare e,dati i controlli da stato di polizia effettuati sui c/c,i cittadini prelevano i soldi dai loro depositi per paura che,le banche o il governo,li possano congelare.Complimenti al bocconiano Monti,tra poco torneremo all'economia del baratto....anzi ci siamo già!! P.S. io ho già prelevato quasi tutto,fatelo anche voi!!!!

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 11/06/2012 - 16:15

certo che se ci rendessimo conto che i nostri ministeri ci cosdtano 283 miliardi all' anno finiremmo diventerebbe facile pensare dove Monti avrebbe potuto trovare i fondi che mancano per finanziare la piccola e media industria senza toccare i soliti meno abbienti Credo sia quindi semplicemente un vero scandalo che nessuno metta al corrente gli italiani di quanto spendono i sigmnori che cio governano e soprattuttoi Monti che pur conoscendo questi dati continua ad insistere su tasse e poi tasse rivolte ai contribuenti ossia coloro che pagano le spese di questi ministeri: io mi vergognerei e poi chiederei scusa ogni giorno dalla televisione di stato, a tutti gli italiani che non legati a partiti politici vengono truffati giornalmente dallo stato

alberto51

Lun, 11/06/2012 - 16:19

Io Sono Stato Fortunato Ed Ho Chiuso Con La Fame In Grembo, Ma Per Fortuna Non Paghero' Piu' Stipendi D'oro Ai Politici.in Qualche Modo Vedro' Di Sopravvivere, La Campagna Offre Di Che Campare Senza Tv Di Stato.

CONDOR

Lun, 11/06/2012 - 16:25

X ROBTU: Accendi il cervello, chi piange è chi le tasse le paga tutte e per questo non riesce più a sorpavvivere. Ed il 25% in meno di partite iva vuol dire miliardi in meno nelle casse dello stato e quindi sempre meno soldi per pagare servizi e parassiti statali di vario genere. E da come sragioni, mi sembri proprio uno di quelli. Fossi un dipendente pubblico comincerei a tremare per il mio stipendio. I soldi son finiti e le aziende che pagavano tasse stanno morendo.

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 11/06/2012 - 16:34

#15 KNight - #13 robtu - Siete due idioti sapendo di esserlo. Le partite IVA sono quelle che assumono (talvota anche dei mono-neurone come voi).

bijis

Lun, 11/06/2012 - 17:14

Sempre solita ricetta !!!! bisogna semplificare la burocrazia alle imprese che ci costa parecchi soldi!!! che non ci dà un valore aggiunto ai nostri prodotti italiani. Bisogna dare competizione alle nostre imprese nei confronti dei paesi concorrenti !!! ma lo stato per fare occupazione aumenta la burocrazia, ma vi sembra il modo imprenditoriale di competere con gli altri paesi ? lo capisce anche un bambino.

angelo.p

Lun, 11/06/2012 - 17:13

Crolla il PIL,crollano le PARTITE IVA,crolla il GETTITO FISCALE,crollano gli acquisti degli ITALIANI,crollano i RISPARMI DELLA POVERA GENTE,crolla la fiducia nello STATO ed i nostri politici lì a grattarsi ed a sostenere questo GOVERNO FUORI DI LOGICA. Ma loro continuano ad aumentare le TASSE perché con esse avranno degli AUMENTI: della disoccupazione,della chiusura delle fabbriche, dei suicidi,delle svendite immobiliari, delle morosità fiscali,della povertà,della fuga dei capitali all'estero,della evasione fiscale per necessità e della sfiducia e depressione galoppante per il futuro. Mi domando:quale giovane oggi avrà il coraggio di iniziare una attività in Italia con questa tassazione al 65/70 % ,più IVA anticipata,tasse occulte,burocrazia,schedatura fiscale di tipo poliziesco,credito impossibile,e qui mi fermo????

Cinghiale

Lun, 11/06/2012 - 17:36

#25 angelo.p - Mi permetto di risponderle, praticamente nessuno. Se poi considera che c'è chi battezza i possessori di p.IVA ladri ed evasori (in qualche commento anche qui) la maggior parte dei lavori artigianali sparirà. (fabbro, falegname, calzolaio ecc.)

Bullmastiff55

Lun, 11/06/2012 - 17:57

Adesso aprire una partita IVA è un suicidio!!!! La quota complessiva delle tasse che una azienda deve pagare è del 68%!!!!! Pagamenti che superano abbondantemente i 4 mesi, ma l'IVA e le altre tasse le devi pagare ancora prima di aver incassato la prima fattura e per pagarle ti devi indebitare con le banche, che ti salassano se ti vedono in difficoltà. A novembre paghi il 98% delle tasse, ma si è incassato solo il 50% del fatturato!!!! Ma chi legifera che cavolo ne sa di come funzionano le cose nella vita reale?

Manuela1

Lun, 11/06/2012 - 17:58

#13 robtu: Se lei mangia tutti i giorni facendo il dipendente è perchè qualcuno ha aperto una partita Iva per poterla assumere. Non è partita Iva = ladro, a volte può capitare che partita Iva = incompetente. Con le piccole crisi sparivano solo questi ultimi con questa crisi spariscono purtroppo in tanti.

analistadistrada1950

Lun, 11/06/2012 - 18:16

#21 alberto51: ovviamente, per un verso sono contento se è riuscito a chiudere prima del fallimento e dall'altra comunque mi spiace davvero. Nostro Figlio con Ditta e Famiglia e noi genitori, non riuscendo più a reggere l'idea del fallimento che ogni giorno, viene preannunciato, non sappiamo più bene cosa fare, se chiudere, se chiedere noi il fallimento. Guarda caso, siccome l'economia va benissimo, i clienti di nostro Figlio non hanno pagato ma, i fornitori, le tasse e tutto il resto li devi pagare; così ti trovi ad avere un groppo in gola che soffoca.