Dall’Isvap sei consigli per i guidatori

L’Isvap, l’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo, ha redatto un vademecum per consigliare gli automobilisti alle prese con la stipula dell’assicurazione auto.

1.Attenzione agli operatori non regolarmente abilitati: nel caso sorga un dubbio sull’effettiva identità dell’impresa è possibile consultare sul sito internet dell’istituto di vigilanza sulle assicurazioni gli elenchi delle imprese italiane ed estere che sono autorizzate a operare sul territorio italiano.

2. Evitare di stipulare polizze con imprese non ammesse: eventuali coperture non conformi alle leggi italiane sono un’infrazione alle norme fiscali o assicurative.

3. Prima di stipulare il contratto leggere la nota informativa che fornisce indicazioni sull’impresa e sul prodotto. La nota informativa dev’essere trasmessa dall’impresa prima della conclusione del contratto, su carta o in formato elettronico.

4. Controllare quale legge sia applicabile al contratto, nel caso nascano dei problemi o delle controversie. Se la legge applicabile non è quella italiana, si possono incontrare difficoltà ad affrontare un contenzioso giudiziario. In caso di controversia con una compagnia estera, la competenza può essere attribuita a un giudice straniero;

5. Per le assicurazioni Rc auto, oltre al contratto, debbono essere rilasciati dall’impresa, in originale, il contrassegno e il certificato assicurativo, entro 5 giorni dal pagamento del premio.

6. Se si contatta il sito di un agente o di un broker assicurativo, verificare sul sito gli estremi della sua iscrizione all’albo degli agenti o a quello di broker.