Dall'America accuse a Volkswagen: "Imbrogli anche su altre cilindrate"

L'ente americano pronto ad allargare i controlli ad altri modelli. Il software anti-test anche sui motori più grandi

Lo scandolo Volkswagen sembra destinato ad allargarsi nuovamente. Arriva dagli Stati Uniti un'accusa che potrebbe portare nuovi guai alla casa automobilistica, giacché l'Epa, l'agenzia federale di protezione dell'ambiente, è convinta che "l'imbroglio" abbia interessato anche macchine diesel di grande cilindrata, programmate per superare i test sulle emissioni.

Il software che ha consentito ai modelli della casa tedesca di frodare i controlli non sarebbe stato installato solo sui motori da 2 litri, spiega l'Epa, ma anche su quelli da tre. Una denuncia che ha portato l'Environmental Protection Agency ad allargare le indagini a modelli di Porsche e Audi usciti dalle fabbriche tra il 2014 e il 2016.

Commenti

altair1956

Lun, 02/11/2015 - 21:36

Chi si vuole pappare la Volkswagen ?

seccatissimo

Lun, 02/11/2015 - 21:51

Mi sa che l'accanimento degli USA verso i costruttori di automobili europei e non solo, nasconda in realtà una vera guerra economica non dichiarata per ridurre il potere economico crescente dell'UE rispetto a quello degli USA.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Lun, 02/11/2015 - 23:37

come godo!!! sti schifosi che affondino con tutta la germania!

frabelli1

Mar, 03/11/2015 - 01:10

Pensavo i test li avessero già fatti senza troppo sproloquiare. Prima si fanno poi si parla, se si ha qualcosa da dire.

frabelli1

Mar, 03/11/2015 - 01:11

Ma al gruppo VW cosa gli è venuto in mente di esportare i motori diesel?

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 03/11/2015 - 07:42

se i tedeschi abbassano la cresta vedremo per incanto che è stato tutto uno scherzo. l'europa è una colonia come l'india per gli inglesi 100 anni fa. e bisogna subire. da noi ci pensa il PD a fare il Kapò. si vede che la merkel ha detto o fatto qualcosa di "sbaglato"

Duka

Mar, 03/11/2015 - 08:33

Solo trucchi ai motori? E dei farmaceutici nessuno parla e degli alimentari v.di il tarocco "parmizan" ? E dell'elettrotecnica nessuno si preoccupa ? Si provi a controllare se ciò che è dichiarato su carta corrisponde al vero poi ne usciranno delle belle.

umberto nordio

Mar, 03/11/2015 - 08:40

I tedeschi sanno benissimo come lavorare bene.Una volta trovato il trucco ,perchè limitarsi alle piccole-medie cilindrate?Certo,il sospetto di una manovra antitedesca è lecito, ma il fatto è che gli americani(USA) non amano essere presi per i fondelli.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 03/11/2015 - 09:04

Ciccio Treviri, che dici dei toui adorati nipotini di Hitler?????

antipifferaio

Mar, 03/11/2015 - 09:19

Nessuno si vuole pappare nessuno, vale solo il vecchio detto: tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. La gatta Germania ha voluto troppo potere, troppi soldi tutto a discapito delle economie dei paesi del mediterraneo. Questi paesi sono il punto strategico per gli USA che ora li stanno vedendo scivolare sempre più in una crisi economica nerissima e dagli esiti incerti. Da ricordarsi che gli USA in questi paesi, oltre che militari, hanno anche fortissimi interessi economici per cui ecco che 1+1 fa 2. La percezione è con questa manovra stiano solo ridimensionando il potere germanocentrico che di fatto ha soffocato il resto dell'Europa. Poi i perche le nazioni "deboli" siano cadute nel tranello è presto detto: politici di un partito venduto, il PD, che hanno COLLABORATO col nemico.

precisino54

Mar, 03/11/2015 - 09:56

Per chi insiste con il ritornello che sia in atto un tentativo per acquistare “a babbo morto” la VW, faccio notare che la dirigenza della medesima “serissima” casa automobilistica, ha ammesso la truffa e c’è stato pure un cambio al vertice. Se altri marchi sono nelle stesse condizioni perché l’ufficio studi krukko non ne denuncia la correità? Mal comune mezzo gaudio! ma in questo caso vorrebbe dire pure risparmiare una barca di dollari-euro, e a cascata il crollo dell’economia “űber alles”!

buri

Mar, 03/11/2015 - 11:19

se le accuse alla VW proveniente dall'America sono fondate, ci andranno di mezzo la reputazione di serietà, ed anche di onesta dei tedeschi, ed il risultato coinvolgerò l'intera Germania, fossero false sarebbero l'indice di una guerra commerciale portata avanti senza esclusione di colpi per togliere di mezzo un concorrente troppo forte per essere affrontato lealmente, e comunque anche se queste ipotesi fossero sbaglate come me lo auguro, dimostrano un certo accanimento che forse è anche giustificato dalla portata della froda

precisino54

Mar, 03/11/2015 - 11:59

X buri - 11:19; “.... se le accuse alla VW ..... “. Sveglia! come già dicevo nel mio precedente post, i dirigenti hanno ammesso la truffa, ogni altra valutazione è superflua. Sempre nello stesso mio intervento aggiungevo che, a spanne, il problema, per lo meno in quei termini, non coinvolge altri marchi al di fuori da quelli del gruppo, diversamente la stessa dirigenza che ha ammesso il torto avrebbe pure fatto fare le dovute indagini al proprio centro di ricerca per tirarsi dentro i concorrenti e alleggerire la propria posizione. Lo "spionaggio industriale" è molto praticato senza alcuna eccezione, in particolare sulle vetture in circolazione.