Sea: l'utile cresce del 52,8%, più passeggeri e merci a Malpensa e Linate

Il cda della società che gestice gli aeroporti milanesi ha approvato il progetto di bilancio 2015: ricavi 694,8 milioni di euro (+1,4%). Oltre 28 milioni i passeggeri con l'incremento del traffico intercontinentale. Boom per le merci. Il presidente Modiano: "Anno positivo come testimoniano i dati di conto economico e di stato patrimoniale. Decisa ripresa di vigore per Malpensa"

Ricavi a 694,8 milioni, in crescita dell'1,4%, Ebitda a 219,8 milioni in aumento del 6,8%, utile netto del Gruppo a 83,8 milioni in forte aumento: +52,8%. Sono i numeri del bilancio 2015 di Sea, la società che gestisce gli scali aeroportuali milanesi di Linate e Malpensa, che distribuirà un dividendo di 0,25 euro per azione, per un ammontare di 62,8 milioni di euro, corrispondente a un pay-out ratio dell'80%.

In crescita anche i passeggeri a 28,1 milioni (+1,6%, +3,3% al netto del trasferimento dei passeggeri di Orio al Serio a Malpensa nel maggio 2014 per i lavori di rifacimento della pista) e le merci: 512,5 mila tonnellate: + 8,5% (Malpensa con 500,1 mila tonnellate movimentate, l'8,8% in più, si conferma il primo scalo cargo italiano, con una quota di mercato del 56%). L'indebitamento finanziario netto del gruppo si attesta a 538,3 milioni di euro, in riduzione di 32,9 milioni di euro rispetto al 2014 (571,2 milioni di euro).

Dati positivi, questi esaminati dal cda di Sea spa presieduto da Pietro Modiano che ha approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2015 e quello consolidato del gruppo. “Il 2015 è stato un anno positivo - ha commentato il presidente di Pietro Modiano -, lo testimoniano i dati di conto economico e di stato patrimoniale, con un margine operativo che ha raggiunto il suo massimo storico arrivando a 219,8 milioni di euro, in crescita del 6,8% rispetto al 2014. L’utile netto consolidato raggiungendo gli 83,8 milioni di euro, ha fatto registrare un incremento del 52,8%, anch’esso al massimo storico. Anche la posizione finanziaria netta è migliorata di 32,9 milioni, passando dai 571,2 milioni del 31 dicembre 2014 ai 538,3 milioni al 31 dicembre 2015. I dati del traffico passeggeri sono soddisfacenti con una crescita del 3,3%, e il traffico cargo di Malpensa ha registrato un aumento dell’8,8%, confermando il trend positivo avviato nell’anno precedente (con +9,1% sul 2013), ponendo l’aeroporto ai vertici delle classifiche europee. Questo trend è destinato a consolidarsi con l’arrivo alla Cargo City di alcuni fra i più importanti operatori nel settore della logistica a livello mondiale, con cui Sea ha concluso importanti accordi di collaborazione".

"L’aumento del traffico passeggeri è stato significativo soprattutto nella sua componente di maggior valore, cioè quella relativa al traffico intercontinentale - ha sottolineato ancora il presidente di Sea - che rappresenta il cuore e la ragion d’essere dell’attività dell’aeroporto di Milano Malpensa, che ha superato il valore di 5,6 milioni di passeggeri, con un aumento del 4,8% rispetto al 2014, anno in cui l’incremento era stato dell’ 11,8% nel confronto con l’anno precedente. Nel biennio, il numero di passeggeri intercontinentali è aumentato di 816 mila unità. Nel solo 2015 l’aumento è stato di 254 mila unità. Al netto del decremento del traffico da e per il continente africano, che ha risentito delle vicende relative ai paesi del Mediterraneo meridionale, l’aumento è stato del 12,4%".

"L’aeroporto di Milano Malpensa risulta uno dei più dinamici in Europa in termini di sviluppo del traffico intercontinentale - ha aggiunto Pietro Modiano - a indicare l’avvio di una decisa ripresa di vigore dell’aeroporto nel contesto competitivo internazionale dopo gli anni difficili seguiti al dehubbing di Alitalia. Un contributo strutturale alla ripresa di Malpensa è venuto dal completamento del Satellite Nord, dedicato, appunto, ai voli intercontinentali, e dal restyling del Terminal 1, cui ha fatto seguito un deciso aumento della qualità del servizio ai passeggeri e dell’offerta retail. Il riconoscimento riservato a Milano Malpensa dall’associazione degli aeroporti europei come miglior aeroporto d’Europa nel 2015 nella propria categoria (fra 10 e 25 milioni di passeggeri) certifica i progetti compiuti”.

Da sottolineare, per quel che riguarda la crescita dei passeggeri intercontinentali, scorporando il traffico relativo al Nord Africa condizionato da eventi geopolitici, l'incremento del 12,4% rispetto al 2014. Con riferimento al traffico di Aviazione generale si registra una crescita dell’8,6%, concentrata esclusivamente sull’aeroporto di Linate (+24,3%), che ha risentito positivamente dell’evento Expo 2015.

Altra notazione, la performance dei ricavi che è da attribuire a maggiori diritti aeroportuali dopo l’aggiornamento annuale delle tariffe previsto dal Contratto di Programma e dai maggiori volumi di traffico registrati nell’esercizio grazie all’attivazione di nuovi collegamenti e all’incremento delle frequenze su rotte già esistenti.

La significativa crescita dei ricavi non Aviation è stata determinata dalla buona performance degli shop e del comparto food & beverage, grazie alla nuova offerta commerciale conseguente al restyling del Terminal 1 di Malpensa. In crescita anche i ricavi pubblicitari grazie alla spinta di Expo, l’attività di car rental e l’assegnazione degli spazi nell'area Cargo.

Gli investimenti realizzati nel 2015 ammontano 99 milioni di euro. Oltre al restyling del Terminal 1 di Milano Malpensa, al Terminal 2 sono stati conclusi i lavori di riconfigurazione di atrio partenze e aree di imbarco e sono proseguiti i lavori per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria che entrerà in funzione con l'attivazione dellegamento ferroviario gta T1 e T2. Nell’area di Milano Malpensa Cargo sono in corso di esecuzione i lavori di realizzazione di tre nuovi magazzini. A Milano Linate sono stati conclusi i lavori di restyling del piano check-in e sono stati ultimati i lavori di potenziamento dell’area controlli di sicurezza dei passeggeri in partenza. Altri investimenti hanno interessato l'Information and communication technology.
Il cda ha convocato l'assemblea della società in sede ordinaria il 29 aprile in prima convocazione.