Deboli gli editoriali

Chiusura negativa a Piazza Affari che archivia una seduta poco mossa. L’indice Mibtel ha chiuso in ribasso dello 0,12% a 25905 punti, lo S&P Mib è sceso dello 0,1% a quota 33896, mentre si è tenuto a galla l’All Stars, in rialzo dello 0,1% a 13555 punti. A parte l’andamento di Antonveneta e Rcs, trattato in altra parte del giornale, la seduta non ha offerto grossi spunti di interesse. Deboli Generali (meno 1,08%) e Mediobanca (meno 0,98%), così come Fiat (meno 1%) nel giorno in cui i vertici del Lingotto si sono incontrati a Palazzo Chigi con governo e sindacati per illustrare i contenuti del piano industriale. Tra i bancari, si sono messe in luce la Popolare di Verona e Novara (più 1,12%) e soprattutto quella di Milano (più 2,23%). Giornata no per gli editoriali Mondadori (meno 1,04%) e L'Espresso (meno 1,06%). Seduta positiva, invece, per Fastweb (più 1,09%) e per Fondiaria-Sai (più 0,64). Ancora in calo Cdb Web Tech (meno 3,61%), tra scambi superiori al 4% del capitale che hanno visto ancora all’opera Carlo De Benedetti. Ribassi robusti anche per Bulgari (meno 1,85%), su cui Ubs ha abbassato il suo giudizio, e Autogrill (meno 1,41%). Aggiorna nuovamente i massimi storici Eni (più 0,38% ).