Deboli gli editoriali

Piazza Affari ha registrato ieri una seduta in bilico, con gli indici ufficiali che hanno chiuso in lieve ribasso, mentre il Comit e il Mediobanca segnano una variazione positiva. Decisamente al rialzo l’indice AllStar (più 0,48%), con scambi che si sono attestati poco al disotto dei 3,9 miliardi. Tra le novità della giornata lo stop al recupero di Fiat, alla notizia dell’aumento di capitale al servizio del prestito convertendo; in calo anche Ifil (meno 3%). Poco mossi i bancari, con Bpi in calo dello 0,3%. Di nuovo in corsa il Valtellinese (più 0,71%) dopo il report di Goldman Sachs che ha indicato il target price a 14 euro. Resistenti gli assicurativi, con Alleanza che consolida i recenti rialzi, sopra quota 10 euro. Tra gli energetici nuovo rally di Eni (più 1,2%), che ha toccato il nuovo massimo storico di 24,43; in crescita di quasi l’1% anche Saipem. Nel comparto telefonico in controtendenza Telecom Italia Media (più 0,5%), ma realizzate le holding del gruppo. Cedenti i titoli editoriali, con Rcs e l’Espresso che arretrano di oltre il 2%. Bene i titoli del lusso, ancora in crescita le Roma calcio (più 1%), mentre vola Immsi (più 7,3%) dopo i risultati della controllata Piaggio.