Il Demanio ci riprova: all'asta i "gioielli" statali

All'asta diversi beni immobili demaniali, tra cui il castello di Gradisca d'Isonzo e l'isola veneziana di Poveglia. Ma le stime di vendita sono molto basse

Il castello di Gradisca d'Isonzo, tra i beni all'asta (foto da Twitter)

Tornano sul mercato i "gioielli" del patrimonio immobiliare pubblico. Lo comunica l'agenzia del Demanio, che con un bando in scadenza il 6 maggio prossimo mette all'asta cinque beni immobili di proprietà statale tra Friuli Venezia-Giulia, Puglia, Marche e Veneto. Andranno all'asta anche il castello di Gradisca d'Isonzo a Gorizia, un immobile situato nel centro storico a Trieste; uno in Puglia, a Taranto, l'Ex Convento S. Domenico Maggiore Monteoliveto, risalente alla prima metà del XVII secolo e composto da quattro livelli e un ampio cortile centrale; nelle Marche, a Loreto (An), è in vendita un edificio storico, "Casa Nappi", sito nei dintorni del Santuario Mariano di Loreto.

Infine, all'asta la cessione per 99 anni della proprietà superficiaria dell'isola di Poveglia a Venezia, costituita da tre isole molto vicine, due delle quali collegate da un ponte. Situato nella Laguna Sud, di fronte al Lido di Venezia, il complesso di isole presenta numerosi fabbricati da recuperare, dal grande valore storico e architettonico.

Gli introiti previsti per la vendita di questi beni, tuttavia, sono molto modesti, appena tra i due e i quattro milioni di euro: questo perché gli eventuali compratori dovrebbero affrontare spese molto elevate per poter recuperare gli immobili demaniali e ridestinarli a un nuovo utilizzo. Un caso analogo è rappresentato dalla tentata vendita delle caserme Masini, a Bologna, per cui l'offerta massima fu di appena cento euro.

Commenti

Mechwarrior

Gio, 20/03/2014 - 16:44

Svendono a 4 soldi e poi ti massacrano di imu :-P

Gianca59

Gio, 20/03/2014 - 17:25

Ma chi vuole edifici che cadono a pezzi causa la scarsa manutenzione nel corso degli anni ? Solo qualche politico può sostenere che abbaino un patrimonio di valore …..

unosolo

Gio, 20/03/2014 - 17:57

le cose belle e funzionanti no quelle non si vendono , una potrebbe essere la riserva del Presidente , quanto ci costa ? oltre agli oltre 500 enti inutili ovviamente , solo con quelli minimo quattro miliardi , spending rewiev ?

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 20/03/2014 - 18:02

Ma chi vuole edifici che cadono a pezzi!!

blackbird

Gio, 20/03/2014 - 19:07

Il castello di Gradisca, a prezzo ribassato, lo comprerà la Regione! Sono immobili di grande valore storico-culturale, ma di nessun valore economico: solo tasse da pagare.

moshe

Gio, 20/03/2014 - 20:49

Vendete pompei e tutti i lazzaroni che ci dovrebbero lavorare!

vince50_19

Ven, 21/03/2014 - 07:22

Una vergogna svendere il castello di Gradisca! Tenerlo in ordine no? Ci sono stato diverse volte con i miei familiari, è molto bello, interessante per la sua storia, potrebbe essere un ulteriore punto attrattivo per un turismo di quel genere e invece.. seguono le indicazioni del detto che recita "Oochi, sporchi e subito".. Che manica di debosciati!

vince50_19

Ven, 21/03/2014 - 07:26

Im Friuli Venezia Giulia ci sono oltre 120 castelli: valorizzarli potrebbe costituire un buon guadagno per il turismo, capito governo di badilanti e leccapiedi della solita nota amburghese? Vendere non risolve niente perchè il debito, a livelli usurari, è in mano agli strozzini delle banche che succhieranno sempre più sangue per le loro bramosie di potere e di ricchezza, peggio dei vampiri.

nino47

Sab, 22/03/2014 - 08:38

E sai che ressa ci sara' all'asta!!!