Disoccupazione in calo, ma il 37,8% dei giovani è senza lavoro

Secondo l'Istat il tasso passa dall'11,7% di gennaio al 11,6% di febbraio. Ma tra i ragazzi è al 37,8%

Cala di appena lo 0,1% la disoccupazione in Italia: a febbraio, secondo l'Istat, è passata all'11,6% dall'11,7% di gennaio (massimo storico). Non c'è molto da esultare, comunque: rispetto ai dodici mesi precedenti, il tasso è ancora in aumento del 1,5%. A preoccupare sono soprattutto i 647mila giovani tra i 15 e i 24 anni: per loro il tasso è del 37,8%, in calo di appena 0,8 punti percentuali rispetto a gennaio, ma in aumento di 3,9 punti su base annua.

Salgono, poi, gli occupati: a febbraio sono 22 milioni 739 mila, 48mila (0,2%) in più rispetto a gennaio. Si tratta in particolare di donne: su base mensile le occupate salgono dello 0,5%, cioè di 50 mila unità, mentre la componete maschile resta sostanzialmente ferma, segnando una variazione nulla, corrispondente a 2 mila unità in meno. Anche su base annua l’occupazione femminile sale dello 0,5% (+48 mila occupate), a fronte di una diminuzione del 2% per gli uomini (-268 mila).

Commenti

Reginaldo Danese

Mar, 02/04/2013 - 12:43

Questo è ciò che abbiamo ereditato da 18 anni di malgoverno di Berlusconi. BASTA! Altrimenti distruggerà anche la Destra.

Ritratto di GOTTAPA

GOTTAPA

Mar, 02/04/2013 - 12:56

Ma voi ci credete a questa BUFALA. ISTAT è inaffidabile essendo un organo istituzionale e scrive quello che gli dicono di scrivere a secondo dell' interesse del Governo ladro. Venite nelle nostre zone a vedere quante persone stanno perdendo il posto di lavoro e questo ve lo posso certificare non è una BUFALA, le imprese si stanno ridimensionando e tendono a licenziare le persone in esubero per fronteggiare alla meno peggio la crisi che stazionerà ancora per parecchi mesi.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 02/04/2013 - 13:38

Ma dove la vedono la disoccupazione in calo questi, lo sanno solo loro.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 02/04/2013 - 13:53

Caro Reginaldo Danese, per me sei un po' duro d'orecchi. Se per fare una legge ci vogliono 5/600 giorni e una legislatura ne dura mediamente 300 è chiaro che non si riesce a fare niente. L'unico che ho il potere di fare qualcosa, il facente funzioni di Premier, era Napolitano, cui vanno addebitate tutte le colpe della crisi, compreso il passo indietro di Berlusconi. Infatti Napolitano voleva tenere aperto il sacco di MPS al suo guappo D'Alema.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 02/04/2013 - 14:26

@Reginaldo Danese: 18 anni di governo Berlusconi? Ma di che parli? Sono stati 9 ed il problema dell'Italia si chiama €uro, e quello ce l'hanno rifilato quel venduto di Prodi e i piddini (infatti Bersani lo rivendicava in campagna elettorale).

max.cerri.79

Mar, 02/04/2013 - 14:58

Euro e europa a parte, il problema dell'Italia sono gli italiani e il loro voler far del bene ad ogni costo....fino a che permetteremo a cani e porci di entrare nel paese e lavorare sarà sempre peggio. Dall'estero è giusto prendere dottori, ingegneri e simili se qua mancano, ma la manovalanza dev'essere locale. In Italia invece l'extra fa l'operaio e l'italiano è senza lavoro